AL VIA IL FESTIVAL DEL VIAGGIATORE: INIZIA VENERDI’ 29 SETTEMBRE AD ASOLO – TREVISO CON SPRITZ LETTERARIO E NICOLETTA MANTOVANI PAVAROTTI

Giardini, sale e e barchesse di palazzi e ville aprono le porte ai viaggiatori e ai loro “viaggi” (nella bellezza, nel talento, nella letteratura, nella parola, nella resilienza), accogliendo in scorci inediti cammini reali e strade dell’anima. Si parte alle 18.30 alla Loggia della Ragione con un contributo alla maratona di lettura “Il Veneto Legge”, progetto promosso dalla Regione Veneto con Associazione Biblioteche Italiane – Veneto, con Marianna Bonelli, ideatrice del format Spritz Letterario, e si prosegue alle 20.30 al Teatro Duse con il “viaggio” della moglie di Big Luciano, “La forza di una donna legata a un mito”, in dialogo con la scrittrce Grazia Verasani

La terza edizione del Festival del Viaggiatore, festival diffuso ideato e realizzato da InArtEventicultura in movimento, esordirà venerdì 29 settembre ad Asolo – Treviso, dove si snoderà con una ventina di appuntamenti nelle location più spettacolari del borgo: si inizierà alle 18.30 alla Loggia della Ragione con “Spritz del Viaggiatore invita Spritz Letterario”, contributo alla maratona di lettura conclusiva del progetto “Il Veneto Legge” promossa dalla Regione Veneto in collaborazione con l’Associazione Italiana Biblioteche – Veneto, con la partecipazione di Marianna Bonelli, ideatrice del format Spritz Letterario, e si proseguirà al Teatro Duse alle 20.30 per l’atteso appuntamento “La forza di una donna legata a un mito”, che vedrà protagonista Nicoletta Mantovani Pavarotti in dialogo con la scrittrce Grazia Verasani.

Il brindisi inaugurale avrà il gusto dell’ironia delle pagine di “Piccolo mondo antico” di Antonio Fogazzaro, che Marianna Bonelli leggerà e interpreterà assieme a Elisa De Rossi e Arianna Luciani, e di “La questione più che altro”, romanzo d’esordio di Ginevra Lamberti. L’ascolto della lettura ad alta voce sarà accompagnato dallo Spritz del Viaggiatore, il cocktail creato da Henry’s Bar di Asolo appositamente per il Festival del Viaggiatore, a base di centrifugato di melograno e rum bianco.

Alle 20.30 al Teatro Duse, invece, l’atteso incontro con Nicoletta Mantovani Pavarotti, all’indomani della ricorrenza del decennale della morte dell’indimenticato tenore: il racconto, in dialogo con la scrittrice ed amica Grazia Verasani, rientra nel percorso di viaggio del Festival “Via della resilienza”, uno dei cinque contenitori tematici della terza edizione. Nicoletta Mantovani Pavarotti parlerà della difficoltà di confrontasi giornalmente con la memoria di un mito e della necessità di riuscire a ritagliare per sé uno spazio autonomo di professionalità, con l’obiettivo di una propria relizzazione come donna e manager. Da venerdì prenderà il via anche il contest fotografico Instagram “Fotografa il tuo Festival del Viaggiatore”, che invita tutti i visitatori a immortalare l’ambientazione, l’incontro, il particolare che secondo loro più esprime lo spirito del Festival e postarlo sul proprio account Instagram taggando @festivaldelviaggiatore e abbinando alla foto l’hashtag #fotofv2017. Lo scopo è scegliere la foto più bella, che rappresenterà attraverso i vari canali di comunicazione l’edizione 2017 del Festival; al vincitore sarà consegnato un trolley “ammaccato ad arte” messo a disposizione da Crash Baggage, sponsor tecnico della tre giorni asolana.

Sabato 30 settembre il programma riprenderà alle 9.30 alle Sala della Ragione con il fotoreporter trevigiano Aldo Pavan, protagonista de “Il giro del mondo in una piazza”, e Simona Tedesco, direttrice del mensile di viaggio Dove, che ci guiderà nel viaggio “La provincia: la Grande Bellezza” (alle 11.00 alla villa Il Galero). Tra gli appuntamenti più accattivanti del sabato si ricordano “La parola… che si fa afona” con l’insegnante e scrittore Marco Lodoli (Barchessa di Villa Serena alle 12.00), “Un tè con Jane Austen”, alle 17.00 all’Hotel Villa Cipriani (preceduto alle 16.30 dalla sfilata delle janeites in costume dalla Fontana Maggiore; evento sold out), organizzato in collaborazione con Austen-ate, progetto della scrittrice Giovanna Zucca e di Koiné Comunicazione, “Strade di mare e di sale. La Via per Lampedusa” con l’inviata di RaiNews 24 a Lampedusa Angela Caponnetto, che ci condurrà in un viaggio “oltre la notizia”, accompagnata dalla cantautrice Erica Boschiero che presenterà la canzone inedita “Senza confini” scritta dai bambini delle scuole della Carnia e musicata da lei. Alle 19.00 al Teatro dei Rinnovati ci si metterà in cammino per un “Ritorno ad Aleppo, viaggio e nell’odio e nella passione” con Valentina Karakhanian, fondatrice del progetto Talenti Armeni, che riunisce in Italia le più brillanti professionalità armene, e Ivan “Grozny” Compasso, fotoreporter padovano da sempre alla ricerca di mondi, volti e storie oscurate in giro per il mondo.

E’ stato invece annullato l’appuntamento “La parola… che si fa carne” previsto con la poetessa Patrizia Valduga a Casa Duse alle 18.00.

La scena durante la prima serata, alle 21.00 al Teatro dei Rinnovati, sarà invece di Svevo Moltrusio e Federico Iarlori, autori della celebre e fortunata webserie Ritals, che con ironia racconta cosa significhi essere italiani a Parigi; ad introdurre la serata ci sarà Andrea D’Addio, giornalista fondatore di Berlino Magazine e con numerose collaborazioni con testate nazionali e internazionali.

Tutti gli appuntamenti sono ad ingresso libero e gratuito; la sola attività a pagamento sono le visite guidate ad Asolo “Sulle tracce dei viaggiatori” a cura di BellAsolo sabato 30 alle 18.00 (euro 8,00 a persona, prenotazione a info@bellasolo.it o al numero 0423 565478).

Il Festival del Viaggiatore è sostenuto da Segafredo Zanetti Spa (main sponsor), Acqua Dolomia, Cassa di Risparmio del Veneto, Gruppo Ascopiave, SediAsolo, Confartigianato Asolo e Montebelluna, Studio Legale Fabris & Associati, Carron Spa.

 Per informazioni: www.festivaldelviaggiatore.com

Amo l'Arte in tutte le sue declinazioni e follie. Cuore bassanese e castellana d'adozione, rincorro mostre, musei e gallerie sparsi nel mondo che poi recensisco su Storie di Eccellenza. Come artista visiva mi firmo Ketra da quando ho preso in mano la china per poi traghettarmi verso altri media più sperimentali. Agatha Christie, Bauhaus e Siouxsie&The Banshees i miei compagni di viaggio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *