PR & Influencer

Il reality “La Sfida” di Bike Channel (Sky) sulle colline del Prosecco Superiore, sette puntate tra turismo sportivo e territorio

L’obbiettivo è quello di raggiungere giorno per giorno per primi la meta finale, contando solo sulle proprie forze e su quelle della propria squadra.
Si chiama “La Sfida” ed è il primo reality incentrato sulle due ruote a pedali targato Bike Channel (http://www.bikechannel.it), il canale televisivo interamente dedicato al mondo del ciclismo in tutte le sue discipline, in onda in esclusiva su Sky al canale 214.
Una vetrina internazionale che nelle prossime settimane interesserà da vicino anche l’Alta Marca trevigiana e le strade del Quartier del Piave.
A fare da cornice alla nuova edizione del programma, che giunge quest’anno alla quarta stagione, infatti, saranno proprio le colline del Prosecco Superiore di Conegliano e Valdobbiadene Docg già candidate a diventare patrimonio dell’umanità Unesco.
Strade in continuo saliscendi che da anni ospitano con enorme successo arrivi di tappa e suggestivi passaggi del Giro d’Italia, insieme a numerosissime e prestigiose granfondo.
Merito dell’impegno congiunto dell’amministrazione comunale di Valdobbiadene guidata dal sindaco Luciano Fregonese e dell’imprenditore valdobbiadenese Gianantonio Tramet, capace, dopo l’arrivo di tappa del Giro 2009, di coordinare un nuovo progetto sostenuto anche dal Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg (http://www.prosecco.it/it/).
“La soddisfazione per questa iniziativa – spiega l’assessore al turismo e sport del Comune di Valdobbiadene coinvolto nell’organizzazione, Tommaso Razzolini – è tanta. A Valdobbiadene, ma in qualità di consigliere provinciale con delega allo sport posso estendere la considerazione a tutta la Provincia trevigiana, c’è un prodotto importante, che piace, quale il Prosecco Superiore, le cui colline sono candidate patrimonio Unesco, c’è un’ottima qualità nella ristorazione, grazie ai vari prodotti tipici locali, e nell’ospitalità delle strutture ricettive”.
Un set unico che oltre a parlare di ciclismo punterà a valorizzare le eccellenze paesaggistiche ed enogastronomiche del territorio del Prosecco Superiore tra storia e cultura: dalle colline di Conegliano e Valdobbiadene al bellunese passando attraverso la Vallata del Soligo, dal Montello ai colli asolani, senza dimenticare il fiume Piave e il monte Grappa nel Centenario della Grande Guerra.
“L’abbinamento con lo sport – chiude Razzolini – in questo caso il ciclismo, è quindi molto importante perchè permette di vivere il territorio attraverso più chiavi di lettura. Questo è il valore aggiunto che ha convinto anche la commissione che la scorsa settimana era qui da noi per valutare la candidatura a Comunità europea dello sport. Se poi a dare forza a questa sinergia è un’emittente come Sky che trasmetterà il reality sia in Italia che in Gran Bretagna, il sorriso per quanto riguarda la promozione del territorio è più che splendente”.
Il ciak è previsto a partire dal prossimo 30 settembre e le riprese continueranno fino al 5 ottobre per poi essere trasmesse in sette diverse puntate su Bike Channel. Tre team composti da cinque cicloamatori ciascuno, scelti dopo una lunga selezione tra le numerosissime candidature arrivate via web, si batteranno puntata dopo puntata in diverse competizioni Sarà il gioco di squadra, la bravura di ciascuno dei componenti, i consigli dei Coach, la capacità di affrontare percorsi e di collaborare come un vero team, a determinare la vittoria finale.

Ma ad aver già vinto, intanto, sembra proprio essere il territorio del Prosecco Superiore.
Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *