PR & Influencer

“Il Tiramisù – Dolce di Treviso”: apertura ai mercati esteri e nuove ricette per il dolce italiano più amato al mondo

Nato nel 2020 come progetto imprenditoriale e di valorizzazione turistica e culturale della Marca Trevigiana a livello internazionale, “Il Tiramisù – Dolce di Treviso” ha saputo raggiungere i primi, importanti traguardi anche in un anno così complicato come quello appena trascorso.
La pandemia non ha infatti fermato la crescita dell’azienda che, se nel periodo immediatamente successivo all’apertura era già stata in grado di costruire una rete distributiva in numerosi locali e ristoranti della Provincia, ha poi raccolto numerose richieste di fornitura da Paesi quali Svizzera, Svezia, Austria e Francia.
Il merito di questo successo va sicuramente al perfezionamento della tecnologia del freddo, che consente al dolce di mantenersi come appena fatto anche se consegnato a lunga distanza.
Ma è soprattutto grazie alla genuinità e alla qualità della crema e degli altri ingredienti che “Il Tiramisù – Dolce di Treviso” ha saputo conquistare anche il palato dei ristoratori d’Oltralpe.
Un’etichetta cortissima, pochi e semplici ingredienti selezionati, assenza di conservanti e aromi artificiali e l’assoluta fedeltà all’autentica ricetta “della nonna” sono infatti le caratteristiche della crema, elemento caratterizzante del Tiramisù. Una ricetta unica, codificata dall’Accademia del Tiramisù, a base di savoiardi, caffè espresso, mascarpone, uova e zucchero.
Una preparazione che richiede abilità, dosaggi precisi e ingredienti freschissimi, dai quali dipende la bontà del risultato finale e che costituisce la vera differenza tra la preparazione originale e le infinite imitazioni.
Nelle prossime settimane, l’azienda trevigiana di Elisa Menuzzo e Alberto Curtolo lancerà sul mercato importanti novità: in primis, una linea interamente certificata “Gluten Free”, per andare incontro alle sempre più numerose richieste di prodotti adatti a chi soffre di celiachia e intolleranza al glutine.
Sono inoltre in fase di studio nuove, golose varianti del dolce, il cui elemento distintivo resterà sempre la crema preparata con la ricetta tradizionale. Tra queste, il gusto Nocciola, amato da grandi e piccini, e l’Amaretto, versione del Tiramisù già ampiamente consolidata nelle cucine domestiche e in pasticceria, nella quale gli amaretti sostituiscono i savoiardi.
Tutti i formati de “Il Tiramisù – Dolce di Treviso”, dal vasetto alla fettina, dalla “vantiera” alla sac à poche con la crema, sono in vendita presso la “Cremeria”, lo spaccio aziendale in Via Brondi 16/E a Quinto di Treviso, dove si trova anche il laboratorio di produzione.
Sono in corso, nel frattempo, i lavori di ristrutturazione dello storico palazzo in Via Barberia, nel pieno centro storico di Treviso, che diventerà una vera e propria vetrina de “Il Tiramisù-Dolce di Treviso”: non solo punto vendita, ma vero e proprio luogo simbolo della storia e della cultura del Tiramisù, nel cuore della città che lo ha visto nascere.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *