PR & Influencer

TREVISO, DOMENICA DI CORSA PER 1.800 RUNNERS 

 

Inizia il conto alla rovescia per la mezza maratona organizzata dall’ex azzurro Salvatore Bettiol. Al via atleti da 18 nazioni e 17 regioni italiane. Nel cast, oltre al keniano Nyarundi, vincitore dell’ultima Stramilano, il gambiano Ousman Jaiteh, arrivato in Italia da profugo nel 2015. Si assegna il 2° Trofeo “Cristian Tonellato” Percorso tra centro storico e Restera, toccando anche Carbonera e Silea. Partenza alle 9.30 da viale Bartolomeo d’Alviano. Corre pure il sindaco Mario Conte 

 

Treviso, 7 ottobre 2022 – Il gambiano Ousman Jaiteh è arrivato in Italia, da profugo, alla fine del 2015. Si è lasciato alle spalle una realtà di violenza e povertà, attraversando il Mediterraneo su un barcone per cercare una vita migliore. Dopo lo sbarco a Lampedusa, è stato accolto in Trentino, dove risiede tuttora, perfettamente integrato. Non è un atleta professionista (lavora come carpentiere), ma il suo talento per la corsa, appena abbozzato in Gambia, è esploso in Italia, dove Jaiteh ha vinto diverse gare. Ha un personale di 1h05’27” sulla mezza maratona (Cittadella 2018) e nel 2019 è giunto nono alla Maratona di Milano. Sarà anche lui al via della Mezza di Treviso – CentroMarca Banca, gara sulla classica distanza della mezza maratona (21,097 km) che scatterà alle 9.30 di domenica 9 ottobre da viale Bartolomeo d’Alviano, ai piedi delle Mura cittadine. Jaiteh, tesserato per il Trentino Running Team, punterà al podio in una gara che vivrà sulla sfida fra tre keniani del team austriaco Run2gether. Spicca Dickson Simba Nyakundi, 27 anni, accreditato di un record personale di 1h01’15” (Piacenza, 8 maggio 2022). E’ il vincitore dell’ultima Stramilano ed è annunciato in grande forma. Da seguire poi i connazionali Philimon Kipkorir Maritim (1h00’29” di personale, stabilito nel 2018 a Krems), vincitore della mezza di Wachau, il 25 settembre, in 1h00’32”, e Simon Mwangi, sceso a 1h02’17” il 18 settembre a Udine. In chiave italiana, il ritorno del siepista ponzanese Stefano Ghenda (Trevisatletica), secondo nel 2021. Ai vincitori (uomo e donna) della Mezza di Treviso – CentroMarca Banca andrà il  Trofeo “Cristian Tonellato”, speciale riconoscimento dedicato al ricordo di un amico e collaboratore della Mezza di Treviso, scomparso improvvisamente all’inizio del 2021, lasciando un grande vuoto.

I NUMERI – Le adesioni alla Mezza di Treviso – CentroMarca Banca, che quest’anno tornerà a proporre due gare (mezza maratona e 10 km), hanno raggiunto quota 1.800. Molto alta, come già in passato, la quota di partecipanti femminili: il 29%. Gli atleti arriveranno da 17 regioni (mancano solo Calabria, Molise e Umbria) e 55 province d’Italia. I trevigiani iscritti sono oltre 800. A partire dal sindaco Mario Conte, che correrà la mezza maratona con il pettorale n. 1. Diciotto le nazioni rappresentate al via: registrate iscrizioni anche da Stati Uniti, Canada e Brasile. Numeri significativi alla luce del particolare sovraffollamento del calendario autunnale, che nella stessa domenica prevede anche il campionato italiano di mezza maratona a Pisa.

 

IL PERCORSO – Il percorso della Mezza di Treviso sarà quasi identico a quello delle ultime quattro edizioni (2017, 2018, 2019 e 2021), con partenza e arrivo posizionati sullo stesso punto, in Viale Bartolomeo d’Alviano. Oltre a Treviso, il tracciato interesserà anche i territori comunali di Carbonera e Silea.  Dopo la partenza, la mezza maratona percorrerà viale Frà Giocondo e viale Burchiellati. Gli atleti usciranno dal perimetro del centro storico, imboccando Varco Manzoni. Da lì, percorrendo viale Vittorio Veneto, la gara si dirigerà verso SantArtemio, passerà accanto al Parco dello Storga (senza però entrare nel giardino della Provincia di Treviso), entrando prima nel territorio comunale di Carbonera e poi in quello di Silea. Il ritorno verso Treviso avverrà lungo le rive del Sile, percorrendo la Restera, sino al Ponte della Gobba. Gli ultimi chilometri saranno nel cuore della città: dalle riviere gli atleti si dirigeranno verso Piazza dei Signori, percorreranno via Calmaggiore e passeranno accanto al Duomo. Poi il gran finale. Dopo aver imboccato via Canova, il percorso si dirigerà in via Frà Giocondo e da lì arriverà in viale Bartolomeo dAlviano. Il rettilineo d’arrivo, lungo circa 400 metri, sarà ai piedi delle mura, una sorta di tribuna naturale che accompagnerà i concorrenti sino al traguardo. Sarà un percorso sull’acqua, con il Sile ad accompagnare una larga parte del tracciato, e tra le bellezze storiche ed artistiche di Treviso. La partenza delle mezza maratona, prevista alle 9.30, sarà anticipata da quella della prova sui 10 km, fissata alle 9.10.

IL VILLAGE – Buste tecniche e pacchi gara saranno distribuiti sulle Mura (Bastione San Marco) sabato 8 ottobredalle 10 alle 19, e domenica 9 ottobredalle 7 alle 8.30.

LA STORIA – Ideata dall’ex campione azzurro Salvatore Bettiol (due partecipazioni olimpiche con il culmine del quinto posto di Barcellona 1992; secondo alla maratona di New York nel 1988 e di Londra nel 1990), la Mezza di Treviso ha debuttato il 12 ottobre 2014 con il nome di Treviso Half Marathon. Dopo l’annullamento dell’edizione 2020 a causa della pandemia, la Mezza di Treviso è tornata al via nel 2021, portando al traguardo circa 1300 atleti. Si è così confermata tra le più partecipate gare venete ed è entrata nella “top ten” delle mezze maratone italiane con il più alto numero di classificati. I record della Mezza di Treviso appartengono al keniano Paul Kariuki Mwangi che nel 2016 ha corso in 1h01’25”, migliorando il primato della gara stabilito l’anno precedente da Daniele Meucci, e alla keniana Hellen Jepkurgat, prima nel 2014 in 1h13’40”. La prossima edizione è l’ottava. Appuntamento a domenica 9 ottobre. Spettacolo garantito.

Grazie di correre con noi: Diadora (sponsor tecnico), CentroMarca Banca (title sponsor), San Benedetto, Crich, Algoritma, Costruzioni Bordignon, Negro Automobili by Ceccato. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *