PR & Influencer

The show must pop corn. Stati Generali dello Spettacolo in Veneto IL 6 e 7 dicembre a Padova

Due giorni di Stati Generali della cultura e delle arti in Veneto, durante una pandemia che non sembra voler finire e che ha messo in difficoltà il settore e non poco. Un settore però che si ritrova, si confronta e mette in campo tutti gli strumenti, le iniziative e le specificità che lo caratterizzano, di fronte alle istituzioni e agli addetti ai lavori. Proprio per ripartire, rinascere, magari con una marcia in più, e con un contenitore di pop corn in mano.

Il 6 e il 7 Dicembre presso il Cinema Porto Astra a Padova va in scena, nel vero senso della parola,  il Festival “The show must pop-corn”, gli Stati Generali dello spettacolo organizzato da Irecoop Veneto, ente strumentale di Confcooperative Veneto.

“Saranno due giorni di riflessioni e spunti sul futuro, strategie di crescita e condivisione di buone pratiche in risposta alla pandemia – queste le parole di Paola Spinuso Vice direttore di Irecoop Veneto- Al centro dell’attenzione non solo le difficoltà del settore, ma soprattutto i progetti per il futuro, la nascita di nuovi soggetti e idee, la formazione degli addetti ai lavori, gli strumenti disponibili per favorire il settore e quelli da mettere in campo, lavorando in sinergia”

 

A onorare la due giorni della loro presenza ci saranno gli assessori veneti Cristiano Corazzari alla cultura, l’assessore all’istruzione e alla formazione e al lavoro, Elena Donazzan, assieme a Santo Romano, Direttore dell’Area Politiche economiche, capitale umano e programmazione comunitaria della Regione del Veneto, che raccoglieranno bisogni e aspettative del settore per la prossima programmazione.

 

Importante la presenza anche dell’Ateneo Patavino con la partecipazione della professoressa Monica Fedeli, Prorettrice con delega alla terza missione e relazioni con il territorio Università degli Studi di Padova.

 

Non mancheranno i punti di vista esterni al Veneto quali per esempio la testimonianza della Fondazione Apulia Film Commission, nata con l’obiettivo di attrarre in Regione la maggior numero di produzioni audiovisive nazionali ed internazionali, di sviluppare la filiera industriale dell’audiovisivo o ancora il senso del programma europeo di sostegno ai settori culturali e creativi Europa Creativa, con la presenza della Responsabile dell’Ufficio media a  Torino.

 

Quanto ai protagonisti sul campo, Irecoop Veneto, che da anni si occupa di sviluppare le competenze del settore dello spettacolo riprodotto e dal vivo, ha raccolto in questo festival diversi player strategici tra i quali il Direttore della neonata Veneto Film Commission Jacopo Chessa e Maria Giuseppina Troccoli, Dirigente del Ministero della Cultura.

 

Oltre all’ambito del cinema saranno presenti anche Irene Bongiovanni, in rappresentanza del settore della Cultura di Confcooperative Nazionale ed alcune esperienze venete di rilievo, tra le quali in particolare la street art con Carlo Silvestrin, Co-Curatore della Biennale di Street Art e Ri Ciak –cinema di comunità a partire da un vecchio cinema di quartiere.

Notevole l’esperienza presentata dall’assessore alla cultura di Schio – Barbara Corzato – da anni in prima linea nella tutela e nel sostegno delle varie iniziative culturali del territorio scledense.

Tra i vari focus la cultura veneta tour court e lo spettacolo dal vivo e riprodotto, la capacità di rigenerarsi di e intraprendere nuove strategie di engagement dell’intrattenimento, con tanto di talk relativo al settore cinematografico.

 

“Abbiamo accolto con entusiasmo l’invito fattoci da Irecoop Veneto, CNA Audiovisivi e AGIGI di collaborare all’organizzazione di una giornata di approfondimento su due temi di cruciale importanza per l’audiovisivo: lo sviluppo e la formazione” queste le parole di Jacopo Chessa Ceo di Veneto Film Commission – “Con un parterre di primissimo piano, questo evento vuole essere al contempo un momento di riflessione e un laboratorio per futuri progetti da mettere in piedi in Veneto.”

 

“Ringraziamo gli assessori Elena Donazzan e Cristiano Corazzari – – commentano Federico Massa Rappresentante AGICI per il Nord Est e Marco Caberlotto Presidente di CNA Cinema e Audiovisivo Veneto –   insieme soprattutto alla Veneto Film Commission, con il suo presidente Luigi Bacialli e il suo direttore Jacopo Chessa, per la proficua collaborazione di queste settimane che sfocia in questo evento aperto al pubblico, che ha una particolare valenza per la crescita di tutta l’industria audiovisiva e cinematografica nel nostro territori. Ricordiamo infatti che la nostra richiesta alla Regione Veneto e alla Veneto Film Commission del 21 settembre scorso per istituire un fondo per lo sviluppo di progetti audiovisivi in Veneto è stata sottoscritta da oltre un centinaio di autori, registi, produttori e tecnici del settore cinema e audiovisivo operanti in Veneto. Ecco perché intendiamo proseguire in questo percorso di raccolta di idee, senza polemiche sterili ma promuovendo proposte che possano far crescere le imprese del settore e l’indotto, ascoltando le best practices dalle altre regioni e gli esempi di successo che queste hanno contribuito a realizzare. Non è un caso che il nostro impegno sia ora proprio su questi due fronti: per un fondo di sviluppo che rafforzi i progetti veneti di qualità e per azioni concrete a supporto della formazione di tecnici e professionisti.C‘è tanto spazio per crescere e creare ricchezza nella nostra regione, le nostre associazioni ci sono”.

 

Gli Stati Generali della Cultura e dello Spettacolo del Veneto, oltre ai confronti e al dibattito, proporrà anche momenti di intrattenimento come quello del 7 dicembre al mattino con le narrazioni del Teatro Frida o ancora in chiusura, sempre il 7 dicembre, la performance di Dedalofurioso Teatro.

Le due giorni sarà aperta al pubblico, previa iscrizione online a questo sito: www.theshowmustpopcorn.it

E’ obbligatorio il super green pass.

 

L’iniziativa è stata promossa e finanziata dalla Regione del Veneto e dal Fondo Sociale Europeo con DGR n. 818 del 23 giugno 2020 “Laboratorio Veneto. Strumenti per il settore  ”nell’ambito del progetto “RipARTIamo le nuove esperienze di spettacolo in Veneto” a firma di Irecoop Veneto.

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *