PR & Influencer

Raccoglieremo dal territorio più di 1.100.000 bottiglie di plastica

Wekiwi, società che fornisce energia verde a più di 40.000 clienti in Italia, ha siglato un importante accordo per ritirare dall’ambiente 25 tonnellate di plastica, equivalenti a più di 1.100.000 bottiglie di plastica. Si tratta di un’azione coerente con gli obiettivi della società: Wekiwi è infatti una “B Corp”, ovvero una società che persegue, oltre agli obiettivi economici, anche obiettivi di sostenibilità ambientale.

L’accordo è stato stipulato con Plasticbank, società canadese che si occupa della raccolta della plastica dispersa nell’ambiente, grazie a 4300 collaboratori locali in Brasile, Haiti, Indonesia e Filippine.

Il progetto prevede infatti di pagare le comunità del luogo per la pulizia del territorio, evitando, per esempio, che la plastica vada a finire nei mari o nei fiumi. In questo modo le comunità locali ottengono un’indennità per l’attività svolta a tutela dell’ambiente, con un impatto positivo sia sul territorio che sull’economia locale. Conclusa l’attività di raccolta, sarà PlasticBank a certificare quando saranno state raccolte le 25 tonnellate di plastica.

Ci siamo detti che fornire energia verde non era più sufficiente, visto che si tratta sostanzialmente di un incentivo economico ai produttori di impianti a energia rinnovabile, ma nulla più. Abbiamo quindi deciso di muoverci anche sul fronte della plastica dispersa nell’ambiente, una vera e propria piaga per l’ecosistema. Con questo intervento agiremo quindi alla radice del problema, nei luoghi in cui la plastica è gestita nella maniera peggiore. Siamo certi che la nostra iniziativa avrà un impatto positivo sul territorio, coerentemente con il nostro status di BCorp” ci dice Massimo Bello, CEO di Wekiwi.

 

Maggiori informazioni su Wekiwi:

Wekiwi ha un fatturato di circa 30 milioni di euro e 30 dipendenti. La società è parte del Gruppo Tremagi ed è il primo fornitore “totalmente online” di energia in Italia. Tutti i prodotti offerti da Wekiwi si basano sul concetto di “carica”, una prepagata che i clienti possono utilizzare per decidere anticipatamente quanto spendere per luce e gas. Così facendo, i privati e le aziende hanno la possibilità di tenere sotto controllo i propri consumi, con un risparmio economico e un beneficio per l’ambiente.

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *