PR & Influencer

La classe più movimentata, premiato il progetto riesino

Il giorno 2 dicembre dalle 9 alle 17.30 presso l’Auditorium della Provincia si è il tenuto il primo Convegno sugli Stati Generali della Promozione della Salute in provincia di Treviso. L’evento si è posto come obiettivo la sensibilizzazione della comunità in tema di promozione della salute attraverso presentazioni di relatori di valenza nazionale e internazionale, come Don Nutbeam, professore all’Università di Sidneye una delle più importanti voci in materia di health literacy, Juergen Pelikan, docente di sociologia all’Università di Vienna e la professoressa Patrizia Lemma, studiosa di vari fenomeni impattanti sullo stato di salute all’università di Torino.

La provincia di Treviso si è rivelata essere un terreno fertile in materia di promozione della salute, ricco di proficue esperienze. Nella seconda parte della giornata, infatti, sono stati premiati progetti attivati sul territorio che hanno visto la collaborazione tra più Enti. Tra più di un centinaio di progetti presentati al Dipartimento, di cui settanta selezionati e sintetizzati in altrettanti poster, il Concorso “La classe più movimentata”, ideato e attivato dal Comune di Riese Pio X già nel 2017, è stato selezionato e premiato dall’Azienda ULSS 2 come uno dei migliori progetti di promozione della salute della Marca. Il Concorso ha ricevuto, da una apposita Commissione Valutatrice dell’ ULSS 2, il riconoscimento di Progetto di Qualità per il valido lavoro intersettoriale coinvolgente l’Amministrazione Comunale, l’Istituto Comprensivo e i Genitori.

Quest’anno il Concorso si è arricchito con la chiusura delle strade di accesso ai plessi delle scuole primarie del Comune per una settimana nel mese di ottobre, durante la quale l’accesso ai plessi è avvenuto unicamente a piedi poichè è stato interdetto il traffico agli autoveicoli.

Con l’occasione il Concorso ha visto una collaborazione ancora più stretta tra l’Amministrazione comunale, i Comitati dei Genitori e l’Istituto scolastico; infatti il progetto è entrato più concretamente nelle aule scolastiche dove i bambini, già nei primi giorni di scuola dell’anno, hanno realizzato moltissimi disegni sul tema dell’educazione ambientale e hanno ideato degli slogan sull’importanza del movimento quale fattore esercitante un’azione positiva sul benessere psicofisico dell’individuo.

L’obiettivo a lungo termine è che questo progetto diventi una sana abitudine e una buona pratica per tutti, che riesca ad oltrepassare i confini comunali ed essere così riprodotto in altri contesti, grazie ai bassi costi richiesti, all’elevata sostenibilità ambientale, alla tenacia e all’entusiasmo dei bambini, piccoli grandi cittadini in grado di far cambiare prospettiva anche agli adulti e indicare loro la strada verso il futuro.

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *