PR & Influencer

I’M IN LOVE WITH THOSE PSYCHOS

Buio. Un po’ di attesa. Tanti Mormorii. E bum! All’improvviso appare un enorme cuore elettronico pulsante a ritmo sempre più battuto fino ad esplodere in una bomba di luce e suoni. Sono loro a troneggiare sul palco di sabato 22 luglio al Postepay Sound Festival di Padova, gli adrenalinici Kasabian. Uno spettacolo per occhi e orecchie, tra giochi di luci e sound sperimentali su onde rock, psichedeliche e indie. La band capitanata da Sergio Pizzorno, genovese di origini ma nato a Londra e carburata dalla voce di Tom Meighan, ha appena rilasciato il sesto album, “For Crying Out Loud” a cui è subito seguita la tourneé mondiale. Anche se promuovono il nuovo album, sta di fatto che nei loro concerti non possono mancare le canzoni-simbolo che li hanno consacrati nell’olimpo delle star internazionali come  “Goodbye kiss”, Eez-Eh, LSF (Lost Souls Forever) e Cliub Foot e così è stato anche alla data di Padova.

La performance di sabato è lo specchio dell’eclettica  verve dei Kasabian, pura energia che travolge il pubblico, non senza le simpatiche interazioni in “italiano maccheronico” di Pizzorno. E infatti è proprio l’amore per l’Italia a trasudare sin dall’inizio attraverso la voce  potente di Pavarotti che canta “Nessun Dorma” di Puccini che funge da intro al concerto. Ma non è l’unico artista ad essere omaggiato,  il loro pensiero artistico vola anche ai Daft Punk grazie a un perfetto mash-up con la pietra miliare “Around The World”.  Assistere ai live dei Kasabian supera di gran lunga il semplice ascolto del disco, è un Caronte che ti traghetta sulle note dell’adrenalina alla volta di un viaggio psichedelico fatto di elettroshock musicali, esempio eclatante le interpretazioni di “Bless This Acid House” o della romantica “You’re in Love with a Psycho”. Più che perdersi in aggettivazioni o altre descrizioni, a questo punto ha più senso trasmettere le esatte coordinate sonore per poter rivivere questo elettrizzante trip Kasabiano, ecco quindi la signora Scaletta:

Ill Ray (The King) Underdog, Eez-Eh, Shoot the Runner Days are forgotten, You’re in Love With a Psycho, Man of simple pleasures, La Fee Verte, Bumblebeee, I.D., Club Foot,, Re‐Wired, Treaz, Empire, Bless This Acid House, Stevie, Put Your Life on It, L.S.F. (Lost Souls Forever), Goodbye kiss, Comeback Kid, Vlad the Impaler, Fire.

Avatar
Amo l'Arte in tutte le sue declinazioni e follie. Cuore bassanese e castellana d'adozione, rincorro mostre, musei e gallerie sparsi nel mondo che poi recensisco su Storie di Eccellenza. Come artista visiva mi firmo Ketra da quando ho preso in mano la china per poi traghettarmi verso altri media più sperimentali. Agatha Christie, Bauhaus e Siouxsie&The Banshees i miei compagni di viaggio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *