PR & Influencer

Commento Astoria sul Vinitaly saltato

Paolo e Giorgio Polegato di Astoria Wines: “La mancanza di Vinitaly è un evento certamente penalizzante per noi produttori, ma obiettivamente non c’erano le condizioni per poterlo fare; non ci sarebbero stati gli operatori stranieri, ed anche tra gli italiani la presenza sarebbe stata minima. In questi mesi a livello di nuovi accordi commerciali la situazione è rimasta praticamente ferma: gli importatori sono rimasti alla finestra, sia per i vari lockdown e le chiusure degli esercizi commerciali in tanti Paesi, che per l’obiettiva difficoltà di instaurare nuovi rapporti senza potersi vedere, senza venire a visitare l’azienda ecc.. Qualcosa si è mosso solo nella GDO, in quanto unico canale di sbocco disponibile. Possiamo considerare una fortuna il fatto di aver avuto una novità importante come il Prosecco Rosé DOC, che è riuscita comunque a muovere il mercato.” Per Astoria il Vinitaly era anche occasione per promuovere eventi come la sponsorizzazione del Giro d’Italia: “Vinitaly era anche un’occasione di visibilità importante grazie alla concentrazione dei media, pur essendo B2B consentiva di parlare anche al consumatore finale; quest’anno abbiamo inevitabilmente dirottato il budget su canali diversi, a cominciare da un rafforzamento dei social network.”

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *