PR & Influencer

Castelfranco Jazz Festival dal 5 al 9 luglio a Castelfranco Veneto

Dopo il positivo avvio di Summertime, il cartellone di concerti estivi che ha inaugurato al ripartenza delle attività musicali post Covid nel giardino di Villa Barbarella, il Conservatorio Agostino Steffani conferma anche il Castelfranco Jazz Festival, appuntamento ormai tradizionale dell’estate con la direzione artistica di Gianluca Carollo. “Reagiamo alla paura con la cura del benessere del territorio-spiega Stefano Canazza, direttore del Conservatorio di musica Agostino Steffani – distanziamento, presidi di sicurezza e giusti spazi per godere di esperienza musicali ed emozioni. E per far ripartire l’economia della musica, uno dei settori più danneggiati dalla pandemia”.

“Ritornare a godere della musica in presenza – dichiara Stefano Marcon, Presidente della Provincia di Treviso – è segno tangibile di un ritorno alla normalità tanto attesa e che potrà essere mantenuta con comportamenti di responsabilità da parte di tutti”.

 

Giunto alla VII edizione, il Castelfranco Jazz Festival vedrà a Castelfranco dal 5 al 9 luglio 2021 alcuni nomi di punta del jazz italiano ma soprattutto una importante interazione tra studenti, docenti e professionisti.

 

Interventi

Stefano Marcon, Presidente Amministrazione Provinciale Treviso

Stefano Canazza, Direttore Conservatorio Agostino Steffani

Gianluca Carollo, Direttore artistico Castelfranco Jazz Festival

 

Si parte lunedì 5 luglio,nell’Arena del Teatro Accademico, con Enrico Pieranunzi Trio. Pieranunzi apre il festival insieme a Luca Bulgarelli, contrabbasso e Mauro Beggio, batteria. Nell’abbondantissima discografia di Enrico Pieranunzi il trio occupa certamente un posto di grande rilievo. Molti suoi CD con trii americani, europei ed italiani sono ormai veri e propri classici del genere.  Il trio con Luca Bulgarelli e Mauro Beggio è, da molti anni, quello con cui il pianista italiano si presenta più spesso ai pubblici dei concerti nazionali e internazionali. Una formazione in cui l’interplay fra i tre componenti e un repertorio sempre variegato, che spazia dagli originali del pianista a standard rivisitati con molta originalità, garantiscono un altissimo grado di spettacolare comunicativa.  Martedì 6 luglio il grande pianista sarà in Conservatorio per una masterclass.

Mercoledì 7 luglio alle 21 nel Giardino di Villa Barbarella  è di scena lo Steffani Jazz Students. Giulio Jesi, sax Giuditta Franco, voce Nicola Guidolin, pianoforte
Alberto Gatti, contrabbasso Alessandro Barbieri, batteria Michele tedesco, tromba
Jacopo Novello, chitarra Lorenzo tonon, pianoforte Raffaele Scalon, contrabbasso
Thomas Zausa, batteria si esibiranno in un programma di standard jazz.  Giovedì 8 luglio il festival vede la presenza di Fausto Beccalossi (fisarmonica) e Roberto Taufic (chitarra). Nato nell’Honduras nel 1966, di origine palestinese da parte di madre, si trasferisce con la famiglia in Brasile all’età di cinque anni. A 15 anni partecipa a diversi festival in varie formazioni di musica popolare brasiliana e chôro suonando la chitarra classica e il cavaquinho, e dai 17 anni lavora come turnista nella sua città. Nel 1990 approda in Italia e inizia a collaborare con diversi artisti. Nel 1994 parte per una tournée in Brasile accompagnando la cantante Elza Soares insieme al sassofonista Giancarlo Maurino. Nel 1995 torna in Italia e si trasferisce in Piemonte pubblicando con il gruppo Latin Touch “De cabo a rabo” (1996), Cd con special guest il violoncellista brasiliano Jaques Morelembaum. Negli anni a seguire collabora nel live o in studio con artisti di varie estrazioni musicali come Barbara Casini, Ivan Lins, Guinga, Gabriele Mirabassi, Maria Pia de Vito, Chico Buarque de Holanda, Rita Marcotulli, Enrico Rava, Franco Ambrosetti, Rosario Bonaccorso, Randy Brecker, Fabrizio Bosso, Rosario Bonaccorso, Gianmaria Testa, Marco Tamburini, Michele Rabbia, Javier Girotto, Renato D’aiello, Flavio Boltro, Miroslav Vitous, Rino Vernizzi, Gianni Coscia, Patrizia Laquidara, Meg.  Anche Roberto Taufic sarà protagonista di un matserclass l’8 e il 9 luglio in Conservatorio. Venerdì 9 luglio il festival si conclude con il concerto dello Steffani Jazz Teachers, il gruppo dei docenti di dipartimento all’Arena del Teatro Accademico. Francesca Bertazzo (voce), Gianluca Craollo (tromba), Bruno Cesselli (pianoforte), Marc Abrams (contrabbasso) e Luca Colussi (batteria) chiudono la VII edizione dle Castelfranco Jazz Festival.

Parallelamente ai concerti, continuano le Jam session all’Osteria Maniscalco con gli studenti del Conservatorio per tutte le serate del festival, dal 5 al 9 luglio alle 22,30.

 

 

 

 

INGRESSO GRATUITO, REGOLAMENTATO E PREVIA PRENOTAZIONE.

L’ingresso per i posti prenotati sarà consentito dalle ore 20.00 alle ore 20.30. Una volta esauriti i posti a sedere non sarà più consentito l’ingresso a nuovi spettatori. L’accesso sarà regolamentato, con possibile rilevazione della temperatura corporea. Sia per l’ingresso che per l’uscita, si prega di seguire attentamente le indicazioni fornite dalla segnaletica e dal personale predisposto. Tutti gli spettatori dovranno essere muniti di mascherina da indossare quando previsto. In caso di pioggia i concerti verranno annullati. Le modalità di accesso potranno cambiare in riferimento ad eventuali sopraggiunti nuovi decreti e nuove ordinanze relative all’emergenza sanitaria in corso. Si prega pertanto il pubblico di controllare gli aggiornamenti che verranno pubblicati sul sito e le pagine social del Conservatorio.   Per la prenotazione degli ingressi si prega di scrivere al seguente indirizzo mail: estate2021@steffani.it o telefonare al 338.7588404(09.00 – 12.00 / 15.00 – 19.30)entro le 13.00 del giorno precedente il concerto.

Dopo il positivo avvio di Summertime, il cartellone di concerti estivi che ha inaugurato al ripartenza delle attività musicali post Covid nel giardino di Villa Barbarella, il Conservatorio Agostino Steffani conferma anche il Castelfranco Jazz Festival, appuntamento ormai tradizionale dell’estate con la direzione artistica di Gianluca Carollo. “Reagiamo alla paura con la cura del benessere del territorio-spiega Stefano Canazza, direttore del Conservatorio di musica Agostino Steffani – distanziamento, presidi di sicurezza e giusti spazi per godere di esperienza musicali ed emozioni. E per far ripartire l’economia della musica, uno dei settori più danneggiati dalla pandemia”.

“Ritornare a godere della musica in presenza – dichiara Stefano Marcon, Presidente della Provincia di Treviso – è segno tangibile di un ritorno alla normalità tanto attesa e che potrà essere mantenuta con comportamenti di responsabilità da parte di tutti”.

 

Giunto alla VII edizione, il Castelfranco Jazz Festival vedrà a Castelfranco dal 5 al 9 luglio 2021 alcuni nomi di punta del jazz italiano ma soprattutto una importante interazione tra studenti, docenti e professionisti.

 

Interventi

Stefano Marcon, Presidente Amministrazione Provinciale Treviso

Stefano Canazza, Direttore Conservatorio Agostino Steffani

Gianluca Carollo, Direttore artistico Castelfranco Jazz Festival

 

Si parte lunedì 5 luglio,nell’Arena del Teatro Accademico, con Enrico Pieranunzi Trio. Pieranunzi apre il festival insieme a Luca Bulgarelli, contrabbasso e Mauro Beggio, batteria. Nell’abbondantissima discografia di Enrico Pieranunzi il trio occupa certamente un posto di grande rilievo. Molti suoi CD con trii americani, europei ed italiani sono ormai veri e propri classici del genere.  Il trio con Luca Bulgarelli e Mauro Beggio è, da molti anni, quello con cui il pianista italiano si presenta più spesso ai pubblici dei concerti nazionali e internazionali. Una formazione in cui l’interplay fra i tre componenti e un repertorio sempre variegato, che spazia dagli originali del pianista a standard rivisitati con molta originalità, garantiscono un altissimo grado di spettacolare comunicativa.  Martedì 6 luglio il grande pianista sarà in Conservatorio per una masterclass.

Mercoledì 7 luglio alle 21 nel Giardino di Villa Barbarella  è di scena lo Steffani Jazz Students. Giulio Jesi, sax Giuditta Franco, voce Nicola Guidolin, pianoforte
Alberto Gatti, contrabbasso Alessandro Barbieri, batteria Michele tedesco, tromba
Jacopo Novello, chitarra Lorenzo tonon, pianoforte Raffaele Scalon, contrabbasso
Thomas Zausa, batteria si esibiranno in un programma di standard jazz.  Giovedì 8 luglio il festival vede la presenza di Fausto Beccalossi (fisarmonica) e Roberto Taufic (chitarra). Nato nell’Honduras nel 1966, di origine palestinese da parte di madre, si trasferisce con la famiglia in Brasile all’età di cinque anni. A 15 anni partecipa a diversi festival in varie formazioni di musica popolare brasiliana e chôro suonando la chitarra classica e il cavaquinho, e dai 17 anni lavora come turnista nella sua città. Nel 1990 approda in Italia e inizia a collaborare con diversi artisti. Nel 1994 parte per una tournée in Brasile accompagnando la cantante Elza Soares insieme al sassofonista Giancarlo Maurino. Nel 1995 torna in Italia e si trasferisce in Piemonte pubblicando con il gruppo Latin Touch “De cabo a rabo” (1996), Cd con special guest il violoncellista brasiliano Jaques Morelembaum. Negli anni a seguire collabora nel live o in studio con artisti di varie estrazioni musicali come Barbara Casini, Ivan Lins, Guinga, Gabriele Mirabassi, Maria Pia de Vito, Chico Buarque de Holanda, Rita Marcotulli, Enrico Rava, Franco Ambrosetti, Rosario Bonaccorso, Randy Brecker, Fabrizio Bosso, Rosario Bonaccorso, Gianmaria Testa, Marco Tamburini, Michele Rabbia, Javier Girotto, Renato D’aiello, Flavio Boltro, Miroslav Vitous, Rino Vernizzi, Gianni Coscia, Patrizia Laquidara, Meg.  Anche Roberto Taufic sarà protagonista di un matserclass l’8 e il 9 luglio in Conservatorio. Venerdì 9 luglio il festival si conclude con il concerto dello Steffani Jazz Teachers, il gruppo dei docenti di dipartimento all’Arena del Teatro Accademico. Francesca Bertazzo (voce), Gianluca Craollo (tromba), Bruno Cesselli (pianoforte), Marc Abrams (contrabbasso) e Luca Colussi (batteria) chiudono la VII edizione dle Castelfranco Jazz Festival.

Parallelamente ai concerti, continuano le Jam session all’Osteria Maniscalco con gli studenti del Conservatorio per tutte le serate del festival, dal 5 al 9 luglio alle 22,30.

 

 

 

 

INGRESSO GRATUITO, REGOLAMENTATO E PREVIA PRENOTAZIONE.

L’ingresso per i posti prenotati sarà consentito dalle ore 20.00 alle ore 20.30. Una volta esauriti i posti a sedere non sarà più consentito l’ingresso a nuovi spettatori. L’accesso sarà regolamentato, con possibile rilevazione della temperatura corporea. Sia per l’ingresso che per l’uscita, si prega di seguire attentamente le indicazioni fornite dalla segnaletica e dal personale predisposto. Tutti gli spettatori dovranno essere muniti di mascherina da indossare quando previsto. In caso di pioggia i concerti verranno annullati. Le modalità di accesso potranno cambiare in riferimento ad eventuali sopraggiunti nuovi decreti e nuove ordinanze relative all’emergenza sanitaria in corso. Si prega pertanto il pubblico di controllare gli aggiornamenti che verranno pubblicati sul sito e le pagine social del Conservatorio.   Per la prenotazione degli ingressi si prega di scrivere al seguente indirizzo mail: estate2021@steffani.it o telefonare al 338.7588404(09.00 – 12.00 / 15.00 – 19.30)entro le 13.00 del giorno precedente il concerto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *