PR & Influencer

Anniversari Canoviani. I bandi: tesi di laurea da premio e il bozzetto di una medaglia commemorativa

Una tesi di laurea da premio e il bozzetto di una medaglia per i 200 anni della morte di Canova. Sono le due nuove iniziative promosse dal Museo Gypsotheca Antonio Canova e dall’Opera Dotazione del Tempio di
Possagno.

La borsa per la tesi di laurea è l’oggetto di uno dei bandi che i due Enti propongono per il duecentesimo anniversario della morte dell’artista. Questo primo bando di concorso è diretto a laureati che abbiano trattato nella propria tesi di laurea temi e argomenti su Antonio Canova e il suo patrimonio scultoreo. Per valorizzare le celebrazioni legate all’anniversario dei 200 anni dalla morte del grande scultore Antonio Canova le due Fondazioni e l’Amministrazione comunale di Possagno hanno istituito una commissione ed annunciano una borsa di studio di 3000 euro lordi.

Tra i requisiti è richiesta una votazione di laurea minima di 108/110: ai concorrenti si chiede una tesi di laurea di secondo livello o tesi di dottorato o tesi di specializzazione, discussa nel periodo dal 1° gennaio 2017 al 31 gennaio 2022. La scadenza del concorso è fissata per il 31 gennaio 2022 e per tutte le formalità si rimanda ai bandi.

Un aspetto motivazionale aggiunto sta nel fatto che le tesi di laurea entreranno a far parte del patrimonio di Fondazione Canova onlus e Opera Dotazione del Tempio, per essere messe a disposizione degli utenti a beneficio degli studi e della ricerca.

Inoltre, Museo Gypsotheca Antonio Canova e l’Opera Dotazione del Tempio di Possagno propongono anche una nuova iniziativa, con un secondo bando mirato a progettare il bozzetto per una medaglia celebrativa dei 200 anni della morte dello scultore. Una medaglia di questo genere fu coniata già nel 1922 per ricordare il centenario: fu opera dell’incisore e scultore Aurelio Mistruzzi.

Un secolo dopo il progetto viene riproposto, con un premio al vincitore di 3000 euro. Al concorso sono ammessi professionisti di qualsiasi nazionalità, senza limiti di età, in forma singola e anche in gruppo. Anche in questo caso la documentazione ricevuta dai partecipanti al concorso resterà patrimonio degli organismi canoviani.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *