PR & Influencer

Alle strette, per un debito da 60.000 euro? A 22 anni lanciano la loro società (e lo ripagano in 9 mesi)

 

Alessandro Monego, CEO di Mokka Studios: “I nostri colleghi universitari, che lavorano per società prestigiose, hanno difficoltà, purtroppo, anche a pagare l’affitto. Essere imprenditori? Una scelta di vita, l’unica per poter realizzare i nostri sogni”

 

Milano, Settembre 2022 – Giovani, disoccupati e perennemente sul divano? Probabilmente una questione di cultura, considerato che, solo in Italia, sono attualmente scoperte più di 30.000 posizioni da software developer, solo per citare la categoria più ricercata. Oltre a questo, c’è chi, sfruttando questa opportunità di mercato, decide di aprire un’azienda, prendendosi un ulteriore rischio. Certo, non una scelta diffusa, considerato che alle nostre latitudini rischiare porta con sé, quasi sempre, una qualche accezione negativa.

In questo contesto si inserisce però Mokka Studios, società fondata da due ventenni (Alessandro Monego e Victor Mita) con l’obiettivo iniziale di sviluppare videogiochi, sfruttando la realtà aumentata. Trovati i fondi, i due founders vengono però lasciati col cerino in mano, con 60.000 euro di debiti e senza i 300.000 euro che gli erano stati promessi da un investitore. Decidono quindi di cominciare a sviluppare software conto terzi, avendo la necessità di saldare i debiti con i fornitori, con cui avevano preso accordi. Il risultato? Due anni dopo, contano 400.000 euro di fatturato e 25 collaboratori. Ovviamente, sono riusciti nella piccola-grande impresa di pagare i debiti.

“La nostra è stata una scelta di vita, fare gli imprenditori è l’unico modo che immaginiamo per realizzare i nostri sogni. La nostra ambizione ci ha portato ad affrontare le nostre paure, oltre che i nostri momenti di difficoltà, che viviamo quotidianamente” ci dice Alessandro Monego, CEO di Mokka Studios. “Tutti i nostri project manager sono under30. L’obiettivo? Fare in modo che i nostri coetanei possano imparare il mestiere, direttamente dagli sviluppatori o dai professionisti su cui hanno responsabilità, apprendendo da loro le competenze tecniche necessarie. Lavoriamo con una sorta di metodologia a piramide rovesciata, con l’unico obiettivo di dare un’opportunità ai giovani neolaureati che, con questo modello, apprendono meglio e più in fretta” conclude Monego.

Ma di cosa si occupa Mokka Studios, nei particolari? Mokka studios sviluppa software, fornendo soluzioni complete e chiavi in mano, occupandosi  della valutazione dell’idea, del design e, ovviamente, dello sviluppo software vero e proprio.

Maggiori informazioni su Mokka Studios:

La società, costituita a fine 2020 ma attiva dall’Agosto 2021, nel corso del 2021 ha fatturato circa 70.000 euro. Per il 2022, Mokka attende un fatturato da oltre 400.000 euro, grazie all’apporto di oltre 25 risorse, che si prevede diventeranno 40, entro la fine del 2023. Oltre a questo, Mokka è una delle poche società, in Italia, che si occupa dello sviluppo di prodotti IT in Intelligenza Artificiale, Blockchain e Realtà Aumentata.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *