PR & Influencer

Val Rendena: alla scoperta della perla del Trentino

Per chi ama la natura e la vita salutare, ecco una meta da non perdere assolutamente

L’estate 2020 da un mese circa ha bussato decisa alla nostra porta per ricordarci che è tempo di vacanze, meglio se italiane. Decidere di scoprire in prima persona il territorio del Belpaese non è solo una scelta di puro cuore ma un’autentica esigenza per chi, dopo mesi di duro lavoro, ha voglia di rilassarsi, di rimirare paesaggi incantati e di riempire la propria pancia godendo dei piatti più buoni della tradizione. E cosa c’è di meglio se non lo Stivale tricolore per soddisfare tali esigenze? Niente come è ovvio! In particolare esiste un luogo della Regione Autonoma Trentino Alto Adige, vero e proprio paradiso del benessere, talmente bello da poter essere ritratto quale soggetto di una tela ispirata alla pittura paesaggistica dei primi dell’ottocento. Di quale locus amoenus stiamo parlando? Della Val Rendena. Questa valle, come suggerisce il nome stesso, si estende dal paesino di Verdesina fino ai 1650 metri di Campo Carlo Magno ed ospita al suo interno le montagne più incredibili che ci siano, patrimonio Unesco dal 2009, distese verdeggianti, chiese dal sapore medioevale e non solo. Siete curiosi di sapere cosa altro è pronta a riservarvi questa perla del Trentino? Allora non perdete i prossimi paragrafi.

Dai laghi incontaminati ai sapori della buona cucina

Laghi incontaminati, cascate mozzafiato, percorsi ciclo-pedonali infiniti, sentieri immersi nella natura più selvaggia e ovviamente i migliori sapori tipici dell’ottima cucina trentina: ecco cosa è ancora in grado di offrirvi la bellissima Val Rendena racchiusa fra l’Adamello e il Gruppo del Brenta. Per gli amanti della vita salubre che non possono mai dire di no al riposo e all’esercizio fisico, gli stessi per intendersi che in qualsiasi contesto non riescono a stare a proprio agio senza consumare o un frullato verde, o un toast all’avocado oppure ricchi cibi contenti vitamine, questo territorio incastonato tra le vette più spettacolari è l’ideale per non perdere il “vizio” di stare bene con loro stessi e con gli altri. Avete ragione, ce ne eravamo quasi scordati: è la seconda volta che vi parliamo di alimenti, quali vere e proprie primizie, ma non vi abbiamo ancora detto nulla in proposito, dunque facciamo subito ammenda. Recandovi in Val Rendena non dimenticate di provare la prelibatissima carne salada, il più tenero speck affumicato, i gustosi canederli conditi con burro e salvia, gli squisiti Spätzle arricchiti con panna e speck e ovviamente tutti i tipi di polenta tra cui quella fatta con la farina di Storo. E per quanto riguarda i luoghi da visitare? Di questo non ci siamo affatto dimenticati.

Cascate Nardis, cascate di Vallesinella e i Cinque Laghi: alcune destinazioni irrinunciabili

La perla del Trentino è senza dubbio terra di destinazioni irrinunciabili. Tra le nostre preferite, selezionate apposta per voi, ci sono quelle comprensive di laghi e cascate. Esatto, l’acqua è il trait d’union che collega tra loro mete che siamo certi saranno da voi apprezzate. Partiamo dalle cascate Nardis di Carisolo, paesino a pochi minuti dalla più conosciuta città di Pinzolo. Situate in una valle laterale della Val Rendena (Val di Genova), si formano dal ghiacciaio della Presanella e si gettano da una quota di 921 metri. Un salto nel vuoto pazzesco che merita di essere immortalato o meglio ancora di divenire la foto copertina di un social network quale può essere Facebook. Spostandoci a Madonna di Campiglio, una delle località sciistiche più rinomate d’Italia, possiamo incontrare le cascate di Vallesinella che si suddividono in alte, di mezzo e basse. Le più spettacolari – fidatevi perché ci siamo stati più e più volte – sono quelle mediane, raggiungibili seguendo l’apposito sentiero indicato. Non da ultimo, ecco i Cinque Laghi e il suo giro della durata di una giornata intera che permette di imbattersi nei seguenti specchi d’acqua: Lago Ritort, Lago Serodoli, Lago Gelato, Lago Alto e Lago delle Malghette. Vi consigliamo di allenare le gambe prima di intraprendere questa passeggiata faticosa ma assolutamente degna di essere affrontata. L’estate 2020 come detto è già arrivata, dunque per voi amanti della natura, della vita salubre e della buona cucina la meta da raggiungere in questo caldo luglio-agosto è una e una sola: Val Rendena, Trentino Alto Adige.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *