PR & Influencer

Spedire un pacco durante la pandemia, è possibile?

In questo periodo di forti limitazioni agli spostamenti, e quindi agli acquisti di presenza, le vendite online hanno registrato un vero e proprio boom. Gli utenti, non potendosi recare personalmente nei negozi, si sono affidati alla rete sia per beni di prima necessità che per quelli di svago.

Oltre alla spesa online indispensabile per tutti, infatti, molti lavoratori si sono attrezzati per lo smart working acquistando online sedie ergonomiche e supporti per pc, gli sportivi hanno ripiegato sull’home fitness comprando pesi, panche e tapis roulant e i genitori sono ricorsi agli acquisti online di giocattoli per i propri figli, complice il Natale e altre festività in mezzo.

In tempo di pandemia, lo shopping online si è rivelato anche la soluzione per accorciare le distanze. Sono in molti, infatti, ad aver sfruttato i servizi di spedizione per inviare regali e beni necessari ad amici e parenti lontani.

Ciò ha dato una forte scossa alla logistica. Compagnie di spedizioni e corrieri si sono dovuti organizzare nel migliore dei modi per far fronte alla crescente richiesta e supportare quanti non avevano dimestichezza con tali servizi.

A tal proposito segnaliamo la guida Spedire pacco in Italia di Yellohu, portale specializzato in spedizioni nazionali e internazionali che durante questo periodo hanno offerto assistenza continua agli utenti.

Gli stessi servizi di logistica, infatti, hanno dovuto adeguarsi per rispondere in maniera efficiente alle nuove esigenze dettate dal mercato. Sono state riviste le modalità di spedizione per riuscire a coprire ogni tipo di situazione senza mettere a rischio la consegna del pacco.

Una conseguenza della pandemia è stato lo spostamento del traffico maggiore di pacchi dalle aziende che facevano B2B, ovvero consegne a imprese e negozi, alle consegne a domicilio. È aumentato senza dubbio il traffico tra privati, basti pensare a tutti i regali che sono stati inviati durante il periodo natalizio.

Per fortuna la digitalizzazione delle etichette da applicare sui pacchi e l’utilizzo di barcode ha soppiantato la scrittura a mano degli indirizzi, evitando non pochi smarrimenti di merce. Il metodo digitale consente infatti la tracciabilità online e mostra in ogni momento a che punto si trova la propria spedizione.

Sono state disposte anche misure sanitarie per tutelare sia i corrieri che coloro che ricevono o spediscono il pacco. In alcuni casi le spedizioni possono essere recapitate senza obbligo di firma, permettendo di mantenere così la distanza di sicurezza. Al momento della consegna invece è obbligatorio l’uso della mascherina sia da parte del corriere che del ricevente.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *