PR & Influencer

Intervista a Salvatore Christian Parlacino, CEO di SpedireAdesso.com, su trend fatturato e novità Brexit

Lo sguardo di Salvatore Christian Parlacino è quello del siciliano DOC, orgoglioso di esserlo e innamorato perso della Sicilia. La sua storia non è molto diversa da quella di tanti ragazzi del Sud costretti a emigrare per trovare lavoro. Ma con una grande differenza: lui è tornato con una precisa intenzione, far sì che altri giovani trovino la loro dimensione in Sicilia, senza cedere alla tentazione di andarsene per sempre.

Classe 1977, nato in provincia di Catania, non è certamente un nativo digitale ma ha fatto del web e della tecnologia la sua ragione di vita. Non a caso è diventato il CEO di SpedireAdesso.com, azienda leader nel settore delle spedizioni online, con sede a Raddusa e composta da un team quasi interamente locale.

Salvatore, qual è stato il percorso che ti ha portato a creare un sito specializzato in spedizioni online?

Per rintracciare le origini di questa mia passione, bisogna andare indietro negli anni, quando da giovane studente di Ingegneria Meccanica decisi di abbandonare gli studi per seguire la mia vera passione: l’informatica. Grazie alla mia audacia, presentai un progetto imprenditoriale legato all’assistenza di personal computer e software, che venne finanziato dai Fondi Europei, i quali mi permisero di aprire un negozio nel mio paese.

Il primo contatto con il mondo delle spedizioni lo ebbi negli anni in cui ho vissuto a Castel Piano Terme (BO), per seguire mia moglie che a quel tempo insegnava lì. Per qualche tempo lavorai presso una MailBoxesEtc, dove intuii che il web poteva aiutare molte persone, tra cui i mie conterranei, a spedire pacchi sfruttando la rete internet.

Insomma, la congiunzione di queste diverse esperienze ha dato vita nel 2015 a SpedireAdesso.com.

Quali sono i vantaggi di affidarsi a SpedireAdesso.com?

SpedireAdesso.com offre a tutti la possibilità di pianificare una spedizione in maniera semplice, veloce e conveniente. Se un tempo era necessario andare all’ufficio postale o presso la sede del corriere espresso, con noi è possibile spedire documenti, oggetti o interi pallet in qualsiasi parte d’Italia e d’Europa, in una manciata di minuti e da un semplice computer.

Oltre all’estrema facilità, c’è da considerare che tutto ciò avviene nella massima sicurezza, grazie a un sistema di pagamento protetto e alla possibilità di controllare in ogni istante lo stato di una spedizione.

Il 2020 di SpedireAdesso.com ha registrato un fatturato di circa 1,5 milioni di euro e un incremento dell’87% rispetto al 2019. Niente male, considerando che questo è stato l’anno in cui è scoppiata la pandemia da Covid-19…

Molte persone, specialmente nelle prime settimane di lockdown in cui non si potevano muovere da casa, hanno scoperto le enormi potenzialità del web tra cui la possibilità di spedire pacchi online, senza la necessità di andare alle Poste Italiane o presso le filiali dei corrieri espresso. Non a caso, è stato proprio in questo periodo che molti nuovi clienti ci hanno scoperto e continuano ad affidarsi a noi per le loro spedizioni.

Il periodo della pandemia non è stato certamente semplice per il team di SpedireAdesso.com, come per tutte le altre aziende italiane. Tutti i nostri collaboratori hanno dovuto lavorare per lunghi periodi in smart working, seguendo scrupolosamente tutte le norme di sicurezza. Nonostante ciò, abbiamo sempre messo al primo posto l’assistenza ai clienti, assumendo dei nuovi collaboratori.

A proposito di difficoltà, con l’entrata in vigore degli accordi sulla Brexit la Gran Bretagna non è più un Paese membro dell’Unione Europea, e ciò impone nuove regolamentazioni per spedire un pacco da e verso l’UK. Come sta affrontando questa nuova sfida SpedireAdesso.com?

Per prima cosa abbiamo potenziato il reparto di assistenza ai clienti. Ad oggi forniamo informazioni e garantiamo un efficiente servizio di assistenza telefonica, via chat e su Whatsapp, oltre che su tutti i social in cui SpedireAdesso.com è presente.

Oltre a ciò, il team ricerca e sviluppo ha ideato un form specifico per chi ha bisogno di spedire un pacco verso la Gran Bretagna.

In particolare, tra i documenti richiesti alla dogana c’è la fattura pro forma, nella quale devono essere indicati i codici TARIC relativi agli oggetti spediti, nonché il valore delle merci.

Grazie al nuovo form si possono selezionare le tipologie di prodotti e le quantità, in maniera tale che la fattura pro forma viene automaticamente compilata con i codici TARIC corretti. Come se non bastasse, tramite questo form è possibile allegare anche gli altri documenti necessari, tra cui il codice fiscale e il documento di identità.

Infine, il team di SpedireAdesso.com fornisce tutte le informazioni necessarie per confezionare il pacco e far sì che non si paghi inutilmente i dazi. Già, perché tra le novità più importanti della Brexit c’è il fatto che in alcuni casi sono previsti i dazi doganali!

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *