PR & Influencer

Se la farina …

La farina costituisce uno degli ingredienti più utilizzati per la preparazione degli alimenti, Molino Cosma da quattro generazione si occupa della produzione di questo prezioso alimento.

Continui investimenti, hanno permesso all’azienda di diventare una realtà produttiva di rilievo nel panorama nazionale, distinguendosi per flessibilità e innovazione dei prodotti, con una costante presenza in tutti i comparti di utilizzo, dalla Grande Distribuzione, all’artigiano panificatore, all’industria di seconda trasformazione, fino al segmento horeca.

Molino Cosma, azienda padovana, guarda al futuro rendendo la propria produzione sempre più sostenibile, sia dal punto di vista ecologico che di rapporto con la clientela.

L’approvvigionamento avviene in larga parte attraverso ferrovia, un impianto di pannelli solari rende autosufficiente l’intero reparto di confezionamento e stoccaggio dei prodotti finiti. Sempre più consistente è la produzione di farine biologiche ottenute con grani selezionati italiani.

I clienti possono fluire di servizi di consulenza e affiancamento nella progettazione e sviluppo di nuovi prodotti, attraverso un laboratorio di nuova costruzione e personale dedicato.

Attraverso il laboratorio si è sviluppata una vera e propria Accademy, con corsi di formazione strutturati, e possibilità di creare momenti di formazioni con le scuole professionali del settore.

Diffondere una corretta informazione su come viene prodotta la farina, e sul suo impiego professionale in modo da poter valorizzare le eccellenze del territorio, diffondere professionalità tra gli operatori del settore, questa è la missione che l’Azienda si è posta, e che sta trovando risposte positive.

Tra le ultime novità la collaborazione con l’associazione Verace Pizza Napoletana, un ente questo nato nel 1984: i vecchi maestri napoletani, visto il dilagare delle catene di fast food, decisero di costituire un’associazione, con tanto di disciplinare e regolamento attuativo, per difendere e valorizzare la pizza, prodotto e lavorata secondo le antiche tradizioni ed usanze napoletane.

Un’importante collaborazione è stata avviata anche con il Cfp di Lancenigo, con i docenti di panificazione e pasticceria, l’azienda ha messo a diposizione spazi e mezzi per una collaborazione a tutto campo di scambio professionale.

In questa direzione va anche l’iniziativa di Molini Porte Aperte, in collaborazione con l’associazione di categoria, che vede quest’anno la sua seconda edizione. Aprire le porte del molino e far vedere i processi produttivi, come si realizzano le nostre farine ha suscitato un grande interesse sul pubblico che l’anno passato ha aderito numeroso all’iniziativa, quasi trecento presenze in una giornata. Vedere realizzare i prodotti che il pubblico può trovare allo scaffale del proprio supermercato costituisce un’iniziativa di trasparenza . Iniziative come questa ci consentono di contrastare il dilagare di informazioni false a riguardo della produzione e utilizzo delle farine, spesso tendenziose e senza fondamenti scientifici.

Oggi in azienda sono presenti oltre ai quattro fratelli titolari, Marta, Rosanna, Paola e Piero, una ventina di collaboratori, lo stabilimento si estende su un’area di 35.000 metri quadrati, con oltre 6.0000 tonnellate di prodotti annui viene coperto l’intero territorio nazionale, e si guarda all’estero con attenzione, in particolare ai paesi nord europei.

 

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *