PR & Influencer

RECORD DI ISCRIZIONI PER I QUATTRO WEBINAR ONLINE DI BUSSOLE. UN CICLO DI INCONTRI PER GLI STUDENTI DEGLI ISTITUTI DI SECONDO GRADO SULL’ORIENTAMENTO POST-DIPLOMA, A PARTIRE DAI DATI E DALL’ESPERIENZA

Molto positivo il bilancio di Bussole, il ciclo di webinar di orientamento organizzato – a partire dai dati e dall’esperienza – dal Rotary Club di Portogruaro, che ha trovato l’appoggio del Distretto Rotary 2060 (coordinatore delle attività dei 91 Club Rotary del Triveneto) e dal Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea di Bologna, con lo scopo di guidare gli studenti delle classi quarte e quinte degli istituti di secondo grado a rispondere in modo consapevole all’annosa domanda: studio o lavoro dopo il diploma?. “L’importante è fare qualcosa” è stata la risposta offerta dai quattro webinar per non rischiare di entrare nel limbo dei NEET (Not in Education, Employment or Training), giovani tra i 15 e i 29 anni che non lavorano, non studiano e non frequentano corsi di formazione. L’Italia, con il 23,4% di NEET, è molto distante dalla media europea ferma al 12,9% (fonte elaborazioni AlmaLaurea sui dati Eurostat, anno di riferimento 2018). E se è vero che “essere NEET è uno spreco del potenziale giovanile”, secondo Eurofound, è utile per gli studenti comprendere come meglio individuare il corso di laurea adatto alle proprie attitudini e propensioni.

Dopo il successo delle prime due edizioni nei licei di Portogruaro, l’edizione online 2020 di Bussole ha ampliato la platea dei webinar, sviluppati con la competenza dei ricercatori del Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea. Sono stati infatti 1.807 gli studenti registrati, di cui oltre la metà frequenta il quinto anno, mentre il 48% circa il quarto anno. L’88,8% proviene da una scuola del Veneto, il 10,0% del Friuli, l’1,2% del Trentino Alto-Adige; le province più rappresentate sono state Venezia (38,5%), Vicenza (35,0%) e Udine (9,0%).

I corsi di laurea più appetibili nel mercato del lavoro, le sedi universitarie e in generale numerosi parametri utili a effettuare la scelta universitaria sono stati i focus degli incontri, durante i quali gli studenti hanno ricevuto anche una formazione in merito alla consultazione delle banche dati di AlmaLaurea, utile a comprendere quale percorso universitario meglio si adatta alle caratteristiche di ciascuno.

I webinar sono iniziati martedì 24 novembre con una panoramica sull’offerta formativa e sugli strumenti utili a raccogliere tutte le informazioni necessarie per scegliere il proprio corso di laurea e la sede universitaria. Sono proseguiti poi con una panoramica nell’ambito dei corsi di laurea in ambito scientifico (1 dicembre), in ambito umanistico (2 dicembre) e in quello sociale (3 dicembre): sono stati forniti tutti gli elementi che è opportuno considerare nella scelta universitaria, dal contesto in cui operano le diverse sedi universitarie alla disponibilità di borse di studio fino all’opportunità di contatti con l’estero, inclusa l’importanza delle competenze trasversali e le valutazioni degli studenti che hanno appena concluso il percorso di studi nei diversi ambiti e Atenei.

I risultati raccolti sono stati incoraggianti: circa 9 studenti su 10 sono certi di proseguire gli studi dopo il diploma. Ma se prima dei webinar il 64,5% non aveva consapevolezza sulla scelta da fare, dopo il 71,8% dichiara di essersi schiarito le idee.

Il 93,9%, inoltre, afferma di aver acquisito notizie utili alla scelta, di cui non era a conoscenza: dalle informazioni sulle Università e sulle professioni alle borse di studio e ai test di ingresso, dalla domanda di lavoro delle imprese alla remunerazione. Il 93,0% degli studenti, infine, consiglierebbe a un amico di partecipare ai webinar di Orientamento targati Rotary e AlmaLaurea.

Il Rotary International, la prima organizzazione mondiale di club impegnati nel servizio, opera sul territorio triveneto tramite il Distretto 2060 che comprende tre Regioni (Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige/Sud Tirolo): 13 province, 91 club, oltre 4.500 soci.

Governatore del Distretto 2060 per l’annata 2020-2021 è Diego Vianello, veneziano.

I Rotary Club, seguendo la loro filosofia «Servire al di sopra di ogni interesse», sono impegnati a ideare, sviluppare e sostenere progetti di pubblica utilità anzitutto attraverso la professionalità dei loro Soci.

I campi di intervento del Rotary sono: sanità, cultura, disabilità, sostegno alle piccole imprese, ambiente e territorio, sempre con una particolare attenzione ai giovani e alla loro formazione.

AlmaLaurea è un Consorzio Interuniversitario fondato nel 1994 che a oggi rappresenta 76 Atenei e circa il 90% di coloro che ogni anno si laureano in Italia. Il Consorzio è sostenuto dal contributo del Ministero dell’Università e della Ricerca e dagli Atenei aderenti. Il suo Ufficio di Statistica è dal 2015 membro del Sistan, il Sistema Statistico Nazionale.

Il Consorzio realizza ogni anno due Indagini censuarie sul Profilo e sulla Condizione occupazionale dei laureati a 1, 3 e 5 anni dal conseguimento del titolo, restituendo agli Atenei aderenti, al Ministero, all’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) basi documentarie attendibili per favorire i processi di programmazione, monitoraggio e valutazione delle decisioni assunte dalle Università. Il Consorzio vuole essere anche un punto di riferimento per i diplomati e per i laureati di ogni grado, ai quali AlmaLaurea offre servizi, informazioni e occasioni di confronto tra pari, per valorizzare il loro percorso formativo e facilitare l’inserimento nel mondo del lavoro.

Il Consorzio raccoglie e rende disponibili online i CV dei laureati (oggi quasi 3.100.000) e affianca gli Atenei consorziati nelle attività di job placement attraverso una piattaforma web per l’intermediazione.

Favorisce, inoltre, l’incontro tra offerta e domanda di lavoro qualificato tramite la società interamente controllata AlmaLaurea srl, Agenzia Per il Lavoro (APL) che opera principalmente nell’intermediazione e nella ricerca e selezione del personale, progettando ed erogando servizi – rivolti a imprese, enti e professionisti – concepiti e offerti nell’interesse primario dei laureati e in sinergia con gli Atenei e con le Istituzioni pubbliche competenti.

Il Consorzio internazionalizza i propri servizi, le competenze, le attività di ricerca in prospettiva globale, collaborando con Paesi europei – in linea con la Strategia di Lisbona – ed extra europei.

Dall’esperienza di AlmaLaurea è nata l’associazione di scuole AlmaDiploma, per creare un collegamento tra la scuola secondaria superiore, l’università e il mondo del lavoro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *