PR & Influencer

Prosecco Dogc, l’assemblea ribalta la decisione del Cda. Vince Nardi, perdono i ribelli

Nota stampa: sintesi delle decisioni assunte dall’Assemblea Generale dei Soci del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG.

Solighetto, 10 settembre 2020. – L’Assemblea Generale del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG si è riunita nel pomeriggio di giovedì 10 settembre 2020 presso il Teatro Careni di Pieve di Soligo su convocazione del Collegio dei Sindaci ed ha concluso i propri lavori poco dopo le 20:00.

Il Presidente del Consorzio Innocente Nardi ha aperto i lavori dell’Assemblea alla presenza di 107 Soci e con 25.989 voti presenti rispetto ai 31.463 aventi diritto, ovvero pari a oltre l’80% e quindi il Presidente ha potuto dichiarare l’Assemblea legittimamente costituita già in prima convocazione ed atta a deliberare.

Il Presidente ha evidenziato come la larga partecipazione dimostri la forte volontà e motivazione dei Soci ad essere presenti nei luoghi della discussione e del civile confronto ogni qual volta sia in gioco il futuro della Denominazione e che la storia insegna che è grazie a questa attitudine dell’intera comunità ad essere attiva e partecipe che Conegliano Valdobbiadene è diventato un fenomeno all’attenzione del mondo intero.

E’ quindi intervenuto il presidente dei Sindaci Adriano Lorenzon, che ha significato le ragioni e la legittimità della convocazione dell’Assemblea, sovrana al momento in cui vengono prese decisioni in Consiglio di Amministrazione sul governo del Consorzio che possono risultare contrarie allo Statuto e alle consuetudini, nonché rilevando che il Consiglio di Amministrazione opera su preciso mandato dell’Assemblea.

Successivamente, su proposta dei soci, l’Assemblea è stata chiamata a deliberare la richiesta al Consiglio di Amministrazione di annullare le delibere assunte il 1 settembre 2020 e, quindi, di ritornare all’assetto precedente in termini di composizione delle rappresentanze in Consiglio, oltre a ripristinare la lista delle candidature originale proposta dalla Commissione elettorale.

L’Assemblea ha approvato tale proposta con 17.134 voti a favore verso 3.694 voti contrari e 5.161 astenuti.

Si conferma così il desiderio di continuità della maggioranza dei Soci riuniti in Assemblea. Negli ultimi nove anni i risultati raggiunti sono stati molti positivi ed evidentemente i Soci non vedono validi motivi per cambiare le regole fin qui seguite e che hanno permesso di raggiungerli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *