PR & Influencer

NUOVA EXIT PER GLI INVESTITORI DI CROWDFUNDME: L’EMITTENTE BLOOVERY ACQUISITA DAL GRUPPO FLOWERTECH INTERNAZIONALE COLVIN

 

La società è cresciuta grazie all’Equity Crowdfunding, divenendo un target strategico per M&A. Plusvalenza per gli investitori del portale, leader per il rendimento delle imprese

 

Milano, 11 maggio 2022 – Salgono a 10 le Exit realizzate da emittenti dall’unica piattaforma di Crowdinvesting (Equity Crowdfunding, Real Estate Crowdfunding e Private Debt) quotata a Piazza Affari. Questa settimana è stata infatti annunciata l’acquisizione della piattaforma digitale per la vendita di fiori e piante con sede a Milano, da parte di Colvin, gruppo di Barcellona focalizzato sulle tecnologie per l’industria della floricoltura.

Tramite CrowdFundMe, Bloovery ha raccolto oltre 64.000 euro nel 2017 da 31 soci, che al termine delle procedure per l’acquisizione monetizzeranno i propri investimenti realizzando una plusvalenza (attualmente non è possibile rendere noto il valore preciso per questioni di riservatezza). A cui bisogna aggiungere i benefici fiscali (detrazioni al 30% sulla somma investita) di cui gli stessi hanno goduto, grazie allo status di startup innovativa dell’emittente.

I fondi raccolti tramite Equity Crowdfunding – una cifra comunque significativa nel 2017 quanto il mercato era ancora agli albori – si sono rivelati fondamentali per sostenere le fasi iniziali di crescita di Bloovery, che ha incrementato il proprio business fino a diventare il target del gruppo spagnolo Colvin. Quest’ultimo ha infatti trovato nell’emittente di CrowdFundMe – portale scelto sempre più da startup e PMI innovative che voglio espandere il business – un obiettivo strategico per consolidarsi sul mercato italiano, ampliando un ecosistema digitale che connette coltivatori, grossisti, fioristi e clienti.

E questo caso di successo conferma la rigorosa modalità di selezione del portale, che punta a individuare emittenti nell’ottica di generare valore nel medio-lungo termine per gli investitori. Inoltre, dimostra come questa asset class sia sempre più importante per gli investitori retail e istituzionali che vogliono diversificare il portafoglio.

“Siamo molto soddisfatti dell’Exit di Bloovery – dichiara Tommaso Baldissera Pacchetti, Ceo di CrowdFundMe – Questo è un altro caso concreto della doppia missione della nostra società: da un lato aiutare le imprese innovative a raccogliere capitali e crescere, dall’altro permettere agli investitori di ottenere un ritorno economico. Un tema ora più che mai importante, perché con gli attuali livelli d’inflazione lasciare i soldi sul conto corrente comporta un’erosione impressionante del loro valore. L’Equity Crowdfunding e CrowdFundMe hanno dimostrato ancora una volta di essere strumenti fondamentali per investire con profitto.”

La crescita delle emittenti del portale è messa nero su bianco dall’Equity Crowdfunding Index, ovvero il Nav (Net Asset Value) elaborato dall’Osservatorio del Politecnico di Milano sulle aziende che hanno chiuso raccolte di successo. Secondo i dati più aggiornati dell’ateneo milanese (febbraio 2022), CrowdFundMe registra un risultato superiore alla media nazionale: 242 contro 171.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *