PR & Influencer

MOSTRA DOCUMENTARIA ed ESCURSIONE SUI LUOGHI DELLA GRANDE GUERRA

Il Museo Casa Giorgione ospita da martedì 7 agosto una mostra documentaria realizzata dalla Regione Veneto e curata dal Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità dell’Università di Padova. Curatore della raccolta e dell’esposizione è il dott. Francesco Ferrarese dello stesso Ateneo.

Questa mattina in sala Consiliare la presentazione da parte dell’assessore alla Cultura, Franco Pivotti, del direttore del Museo, Matteo Melchiorre e dei vertici del Gruppo Alpini di Castelfranco con le parole del responsabile del settore Cultura e Scuola, Antonio Polito.
Il percorso espositivo propone 30 pannelli di grandi dimensioni contenenti mappe e carte militari italiane, austroungariche, francesi e inglesi. Tali rappresentazioni cartografiche si incentrano sul fronte veneto della Grande Guerra nel periodo compreso tra la disfatta di Caporetto (ottobre 1917) e l’entrata delle truppe italiane a Vittorio Veneto (novembre 1918). Con il supporto di testi didascalici, riproduzioni fotografiche e altri materiali documentari, le mappe esposte condurranno il visitatore attraverso il paesaggio di guerra.
In considerazione del ruolo strategico che Castelfranco Veneto e il suo territorio hanno ricoperto nello scenario del grande conflitto, la mostra potrà essere indubbiamente di stimolo per cogliere visivamente e con grande immediatezza la delicata posizione della nostra Città all’interno delle complesse dinamiche militari.
Nell’ambito delle celebrazioni centenarie della Grande Guerra, Mappe in guerra intende tuttavia valorizzare lo strumento cartografico quale fonte per comprendere non solo l’aspetto tattico – strategico delle operazioni militari ma anche le modalità con cui, in tempo di guerra, per descrivere un territorio vario, complesso e conteso, veniva elaborata l’informazione spaziale.
La mostra rimarrà aperta al Museo Casa Giorgione di Castelfranco Veneto dal 7 al 26 agosto 2018 con i consueti orari e sarà visitabile al costo del solo biglietto d’ingresso al museo, senza sovrapprezzo.
L’inaugurazione, alla presenza e con un intervento del curatore dott. Ferrarese, avverrà martedì 7 agosto 2018 alle ore 19.00 al piano nobile del Museo Casa Giorgione. Per l’occasione l’ingresso sarà gratuito. Seguirà buffet.
Lo stesso 7 agosto, a preludio dell’inaugurazione della mostra Mappe in guerra, il Comune di Castelfranco Veneto e il Gruppo Alpini Castelfranco Veneto hanno organizzato un’escursione guidata sui luoghi della Grande Guerra nel Basso Piave e lungo il litorale, zone calde e cruciali durante la Guerra ma meno celebrate e meno note rispetto ad altri scenari militari dell’area veneta. L’iniziativa ha riscosso immediato gradimento raggiungendo, a brevissimo giro, il tetto massimo di iscritti.
Al termine della presentazione, l’assessore Pivotti ha introdotto il nuovo direttore del Museo, Biblioteca ed Archivio di Castelfranco Veneto, il dott. Matteo Melchiorre al suo primo incontro con la stampa e dopo una breve personale introduzione, ha risposto alle domande dei presenti.

DICHIARAZIONI
ASSESSORE ALLA CULTURA, FRANCO PIVOTTI – «Abbiamo aderito ad ospitare questa mostra realizzata dalla Regione perché vogliamo valorizzarla nonostante il periodo di agosto. Se ne parla poco ma grande importanza hanno avuto durante il conflitto gli strumenti cartografici soprattutto per l’artiglieria. A supporto di questa mostra abbiamo organizzato un’escursione sui luoghi della Grande Guerra coinvolgendo l’Associazione Alpini che è stata come sempre di grande aiuto e mettendo a disposizione un pullman da 54 posti gratuito. L’iniziativa ha avuto un grande successo perché in poco tempo son stati occupati tutti i posti (oltre ad una lista di attesa di circa 30 persone ndr)».
ANA CASTELFRANCO, ANTONIO POLITO – «Il programma della giornata è stato proposto alle scuole già da un paio d’anni ed è stato da stimolo anche per il recupero di alcuni luoghi. Ci siamo orientati al basso Piave non solo perché molte carte della mostra riportano questi luoghi, magari poco conosciuti rispetto al Montello e al Grappa, ma anche perché ci sono risvolti particolari come a Zenzon del Piave dove ci sono stati i 40 giorni dell’ardito di Castelfranco, Angelo Tonietto o le zone dove è stato ferito Ernest Hemingway».

MATERIALI
– Video in HD con immagini di copertura e dichiarazioni Assessore https://goo.gl/yghJKA (216 mb)

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *