PR & Influencer

LA SFIDA GLOBALE DELLA SALUTE: COVID E NON SOLO NOCINI, CRISANTI, PASINELLI E RAVERA APRONO IL FESTIVAL DEL FUTURO DIGITAL EDITION

«La sfida globale della salute»: è questo il tema che apre la seconda edizione del Festival del Futuro, la prima interamente digitale. E certo non poteva essere diversamente, nell’anno segnato dalla pandemia del Covid-19. Organizzato in collaborazione con Università di Verona e Humanitas, il panel ha per protagonisti Pier Francesco Nocini, Rettore dell’Università di Verona, che presenterà la tavola rotonda, Francesca Pasinelli, Direttore generale di Telethon, Luciano Ravera, CEO di Humanitas, e Andrea Crisanti, Ordinario di Microbiologia e Microbiologia Clinica all’Università degli Studi di Padova.

 

L’appuntamento è per giovedì 19 novembre alle ore 11.30 con una diretta web che sarà trasmessa in streaming sui siti del Festival del Futuro dei quotidiani L’Arena, Il Giornale di Vicenza e Bresciaoggi, delle tv TeleArena e TeleMantova e di Radio Verona, oltre che sulle rispettive pagine Facebook.

 

Salute al centro anche venerdì 20 novembre: alle 14 terrà un keynote speech la chirurga Grazia Pertile, Direttore dell’Oculistica dell’IRCCS Sacro Cuore Don Calabria di Negrar (Verona) e parte dell’équipe per la realizzazione della retina artificiale fotovoltaica tutta “made in Italy”.

 

«La risposta alla pandemia è una sfida che le società occidentali non erano preparate ad affrontare. L’emergenza ci impone di dotarci di strumenti di programmazione di lungo periodo per arrivare preparati alle prossime grandi sfide della salute di domani» afferma Enrico Sassoon, direttore di Harvard Business Review e promotore del Festival del Futuro insieme a Luigi Consiglio, presidente di Gea e di Eccellenze d’Impresa, e Matteo Montan, amministratore delegato del Gruppo editoriale Athesis.

 

Secondo il rapporto del 2019 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, almeno la metà dei 7,3 miliardi di persone nel mondo non gode ancora di una copertura completa dei servizi sanitari essenziali. Ogni anno oltre 100 milioni di persone nel mondo cadono in uno stato di estrema povertà tale da non permettergli di fronteggiare le spese sanitarie personali. Nei Paesi più ricchi – in Europa, America del Nord e Asia – ogni anno il 12% della popolazione destina il 10% del budget familiare per spese sanitarie personali, non coperte quindi da assistenza sanitaria universale.

L’obiettivo dell’OMS è di garantire la copertura sanitaria essenziale a tutta la popolazione mondiale entro il 2030, e di estenderla ad almeno un miliardo di persone in più entro il 2023.

I dati si riferiscono al periodo precedente l’inizio della pandemia da Covid-19 che sta mettendo a dura prova i sistemi sanitari di tutto il pianeta, alle prese con la seconda ondata di contagio. In questi giorni il numero di casi confermati ha superato i 50 milioni, con almeno 1,2 milioni di vittime confermate.

 

 

I relatori

 

Pier Francesco Nocini è dal 2019 Magnifico Rettore dell’Università degli studi di Verona. Laureato all’università di Pavia nel 1981, chirurgo al policlinico universitario di Verona dal 1983, è Professore ordinario dell’Ateneo veronese dal 1997. Dal 2001 è Direttore della UOC Chirurgia Maxillo Facciale e Odontoiatria AOUI di Verona.

Ha ricevuto numerosi finanziamenti nazionali ed internazionali per progetti di ricerca applicata alla chirurgia maxillo facciale e odontoiatria e ha ottenuto numerosi e prestigiosi riconoscimenti per le sue attività di ricerca con attività traslazionale sull’umano, in particolare per l’ideazione di tre innovative tecniche chirurgiche e di un device chirurgico. Visiting professor in prestigiose Università nazionali e internazionali. Relatore ad oltre 160 congressi scientifici nazionali e internazionali. Autore di oltre 500 pubblicazioni di cui 186 indicizzate in Pubmed.

 

Francesca Pasinelli nel 2007 ha assunto l’incarico di consigliere di amministrazione di Telethon e da settembre 2009 è direttore generale di Telethon. Laureata in Farmacia all’Università di Parma, si è specializzata in Farmacologia all’Università di Milano. Dopo aver ricoperto per 15 anni posizioni manageriali in aziende e multinazionali farmaceutiche nel 1997 ha deciso di passare al non profit, accettando la direzione scientifica di Fondazione Telethon. Qui ha rivisitato il processo di assegnazione dei fondi, importando – per la prima volta in Italia – i sistemi di valutazione della ricerca accreditati a livello internazionale. Nel 1999 ha sviluppato il Progetto Carriere Telethon, finalizzato al rientro in Italia di ricercatori.

 

Luciano Ravera è Amministratore Delegato dell’IRCCS Istituto Clinico Humanitas dal 2009. È entrato a far parte del Gruppo Humanitas nel 1994. Membro del Consiglio di Amministrazione di Humanitas dal 2006, ha ricoperto la carica di Direttore Generale di Humanitas Gavazzeni (BG) dal 1999 al 2002, Direttore Generale dell’IRCCS Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (MI) dal 2002 al 2005. Dal 2005 al 2009 ha ricoperto la carica di Amministratore Delegato di Humanitas Mater Domini (Castellanza – VA) e Direttore della Pianificazione Strategica e Sviluppo aziendale del Gruppo Humanitas Spa. In precedenza ha lavorato per Barclays Bank e Booz Allen & Hamilton. Luciano Ravera si è laureato cum laude in Economia e Commercio presso l’Università Bocconi di Milano e ha conseguito il Master in Business Administration presso la Harvard Business School.

 

Andrea Crisanti, laureato in Italia all’Università La Sapienza di Roma in Medicina e Chirurgia, ha ricoperto il ruolo di borsista post-dottorato presso il Center for Molecular Biology (ZMBH) dell’Università di Heidelberg. Nel 1994 è diventato docente di parassitologia molecolare presso l’Imperial College di Londra, per poi diventarne professore ordinario nel 2000. Professore ordinario di microbiologia all’Università di Padova, è anche direttore del Centro di genomica funzionale dell’Università di Perugia e presidente del gruppo scientifico del programma Marie Curie dell’Unione Europea. È noto soprattutto per la ricerca e lo sviluppo di zanzare geneticamente modificate, con l’obiettivo di interferire con il loro tasso riproduttivo e la capacità di trasmettere malattie infettive come la malaria. Durante la pandemia di COVID-19 in Italia, Crisanti ha condotto uno studio sui cittadini di Vo’ e scoperto che la maggior parte delle persone infette erano portatori asintomatici, ma in grado di diffondere il virus SARS-CoV-2. Nella primavera del 2020 è stato nominato dalla Regione Veneto consulente tecnico. È stato tra i primi a rilevare la contagiosità degli infetti asintomatici e a far effettuare i tamponi su di essi.

 

Grazia Pertile è Direttore dell’Oculistica dell’IRCCS Sacro Cuore Don Calabria di Negrar (Verona). Originaria di Asiago (Vicenza), dopo aver conseguito la specializzazione all’Università di Maastricht ha lavorato dal 1999 al 2003 presso il Middelheim Hospital di Anversa (Belgio). Chirurgo di fama internazionale, fa parte dell’équipe per la realizzazione della retina artificiale fotovoltaica tutta “made in Italy”. Ha promosso diverse iniziative di collaborazione con alcuni centri di ricerca fondamentali (University Eye Center, Tubingen, Germania; Divisione di Neuroscienze, Istituto Scientifico San Raffaele Milano, Italia; Università Ludwig Maximillians, Monaco, Germania; New York Medical College, Valhalla, New York, Usa).

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *