PR & Influencer

Halloween Loolapaloosa: perché è un appuntamento imperdibile

 

Halloween è una festa che viene celebrata in sempre più nazioni e coinvolge adulti e bambini. L’Italia si è avvicinata sempre di più a questo evento grazie ai film e le serie TV a tema girati in America, dove la tradizione per questa festa è importante. Mentre le feste dei defunti e dei santi sono legate alla Chiesa, l’evento delle streghe del 31 Ottobre ha radici diverse. Ad oggi Halloween si festeggia facendo “dolcetto e scherzetto” o travestendosi a tema, partecipando ad un evento come Halloween Loolapaloosa di We Love Milano, ma all’epoca tutto ciò non esisteva. Questa festa nasce nell’Europa pre cristiana e nelle tradizioni celtiche, in cui il 31 ottobre segnava la fine dell’estate e la festività di Samhain (nome che indica la fine dei raccolti e l’inizio della stagione più difficile, l’inverno). Si dice che durante questa notte, i morti tornassero sulla terra assieme a mostri, streghe e fantasmi. C’è chi considera Halloween una festa legata a Satana, attribuendo alla data del 31 Ottobre un nuovo inizio del nuovo anno per le streghe.

Il party di Halloween Loolapaloosa

Travestimenti, scherzi e decorazioni horror: tutto ciò si può trovare nell’evento di Halloween Loolapaloosa a Milano, per festeggiare la notte più paurosa dell’anno. In questo party che ha luogo in un club esclusivo nel centro delle città, si può fare un aperitivo in cui tramite una spesa fissa si può accedere all’open bar e al buffet, che dura fino alle 23. Da quest’ora fino alle 5 del mattino si svolgerà la festa vera e propria, se si prenota online si possono avere due drink in omaggio con il biglietto. Il locale si trova nel cuore della città di Milano ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, quindi possiamo lasciare l’auto a casa e tornare la mattina dopo, che è un giorno non lavorativo. Per accedere all’evento basta consultare il sito e acquistare i biglietti prima che esauriscano. La fine dell’estate può essere vissuta con sconforto e tristezza soprattutto dai più giovani, ma anche in autunno ci si può divertire e partecipare ad eventi esclusivi.

Cosa sapere sulla festa di Halloween

Anche se tutti conosciamo questa festa per via delle zucche, delle streghe e degli zombie, potrebbe essere utile avere qualche informazione più specifica sull’origine di Halloween. Le tradizioni, sia quelle celtiche che quelle britanniche, si sono sviluppate soprattutto negli Stati Uniti, in cui si è verificata una crescita commerciale, trasformando il carattere macabro della festa in qualcosa di più ludico, adatto anche ai bambini. Le maschere, ad esempio, non sono accessori casuali: i celti le utilizzavano per i loro travestimenti, per spaventare gli spiriti responsabili dei periodi di siccità. Attraverso la maschera si nascondevano, sperando di essere lasciati in pace. Ogni anno vediamo dei nuovi travestimenti, ma tra le maschere più popolari c’è sempre quella di Michael Myers.

 

Halloween è la festa di “trick or treat” ovvero “dolcetto o scherzetto”, che ha un’origine medievale, in cui le persone andavano a fare l’elemosina di casa in casa nella notte che separava il giorno dei santi da quello dei morti. Oggi questa tradizione viene svolta il 31 Ottobre: i bambini si travestono e bussano di porta in porta, racimolando dei dolcetti. Se qualcuno si rifiuta di dare un dolcetto, gli verrà fatto uno scherzo pauroso. La festività di Halloween cade in autunno e per questo ci sono alcuni alimenti e bevande legati ad essa. La zucca, ad esempio, è il cibo di stagione e viene utilizzata come simbolo. Durante il periodo di Halloween, bambini e adulti si divertono ad intagliare la zucca, creando una faccia sorridente. Questa tradizione risale alla metà dell’800 e prende spunto dal personaggio Jack-o’-lantern

La leggenda narra che Jack, un fabbro ubriacone, incontrò il diavolo in un bar irlandese. Il diavolo voleva prendere la sua anima, ma l’uomo lo convinse a trasformarsi in una moneta in cambio di un’ultima bevuta. Dopo 10 anni, il diavolo tornò e fecero un patto, scambiando la libertà del diavolo per la libertà di Jack dalla dannazione eterna. Questo vuol dire che non c’era né paradiso né inferno, l’uomo gira ancora senza pace cercando un rifugio. La storia viene ancora utilizzata nei film, nelle serie TV a tema Halloween.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *