PR & Influencer

Fausto Delle Chiaie, l’appello solidale del mondo dell’arte

L’artista è molto popolare sia in Italia che all’estero soprattutto per il suo personalissimo museo in Piazza Augusto Imperatore a Roma dove, da oltre 30 anni, realizza ed espone giornalmente le sue creazioni in costante dialogo con il luogo e con i visitatori.

Dopo aver frequentato la Scuola Libera del Nudo di Roma, si dedica, a partire dall’inizio degli anni Settanta, alla realizzazione delle prime opere. Il suo percorso artistico viene inizialmente contaminato dagli influssi della pop art, dell’arte informale e dell’arte povera.

Nel 1986 elabora il “Manifesto Infrazionista” nel quale spiega come l’infrazione consista nella collocazione di opere in musei o altri siti d’arte e dal successivo rapido allontanamento dell’autore dal luogo.

Espone nel tempo in diverse località italiane e all’estero. In particolare in Belgio, dove vive per un periodo, e in Irlanda.

Prima di scegliere Piazza Augusto Imperatore, dalla fine degli anni Ottanta, come sede stabile del suo “Museo all’aperto” sempre nella capitale espone al Pincio, all’interno della Galleria Sciarra, in Piazza Borghese e presso Ponte Sant’Angelo.

Nel 2010 su iniziativa dell’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma la casa editrice Electa pubblica un libro sull’artista, con la presentazione di Achille Bonito Oliva, dal titolo: L’arte? Rubbish!, a cura di Giuseppe Casetti e Federico Centoni.

Nel 2011 è presente con le sue opere alla 54esima Biennale di Venezia nel Padiglione Spagnolo all’interno del progetto curatoriale dell’artista Cesare Pietroiusti, ospite del più ampio intervento espositivo dell’artista internazionale Dora Garcia. Nel 2020 ha inaugurato una mostra personale ” Lì per Lì” ( tutt’ora in essere) presso il Museo Archeologico Nazionale di Portogruaro curata da Boris Brollo e Alessandro Maganza sostenuta dall’Asvo, azienda  della nettezza urbana. L’artista, oggi 77enne, vive in una condizione di grave difficoltà economica, di salute e abitativa che ne impedisce il dignitoso proseguimento della vita. Ha sempre vissuto della sua arte onorando con ironica genialità il Paese e la città di Roma in particolare.

Per questo si propone  all’attenzione della Presidenza del Consiglio dei Ministri la richiesta di attivazione della Legge Bacchelli (legge n. 440/85) in favore dell’artista Fausto Delle Chiaie. Raccogliendo al link sottostante le possibili firme dei lettori. Ringraziando.

Boris Brollo

 

https://www.change.org/p/mario-draghi-legge-bacchelli-per-l-artista-fausto-delle-chiaie-6c4cd7be-671a-4a6f-a91c-b75dfbe2d74b

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *