PR & Influencer

Enrico Granafei, jazzista con armonica e chitarra Ritorna al Laguna Libre la musica dal vivo all’aperto, aspettando Venezia Jazz Festival Fall edition

Riparte la musica dal vivo al Laguna Libre di Venezia, con le cene-concerto all’aperto sulla Fondamenta di Cannaregio, organizzate in collaborazione con Veneto Jazz. Nei venerdì di agosto e settembre, è infatti ricco il programma che vede in scena diverse anime della scena jazzistica, in attesa della nuova edizione di Venezia Jazz Festival Fall edition.

Venerdì 27 agosto (dalle ore 19.30) il locale ospita la singolare performance di Enrico Granafei, artista italiano da anni residente a New York. Enrico Granafei è “il primo jazzista al mondo ad aver suonato la chitarra e l’armonica allo stesso tempo” (La Repubblica, 2004). L’artista infatti utilizza un’armonica cromatica modificata da Vern Smith, genialissimo inventore californiano,  che gli permette di eseguire  i semitoni  premendo l’imboccatura mobile con le labbra invece che spingendo il pulsante con il dito.

Enrico Granafei nasce come chitarrista classico diplomandosi al conservatorio dell’Aquila nel 1976. Dopo aver scoperto il jazz attraverso l’armonica cromatica , strumento complesso e misconosciuto, si trasferisce a New York dove si laurea alla Manhattan School of Music conseguendo un “Masters degree” in Jazz come unico studente del grande Toots Thielemans, nonché unico armonicista nella storia della “Manhattan”  ad avere conseguito un titolo di studio presso la prestigiosa istituzione newyorchese. Come jazzista Granafei ha avuto occasione di suonare e incidere con musicisti come Paquito d’ Rivera, Claudio Roditi, Ted Curson ( che lo inviterà al festival di Pori in Finlandia), Eddie Gomez, Marc Johnson, Richie Cole, Eliot Zigmund, Adam Nussbaum, Fred Hersch, Joe Diorio, Cameron Brown, John Riley, Vic Juris, Nnena Freelon, Billy Hart, Don Sebeski  e altri ancora. Da alcuni anni si esibisce in solo con il rivoluzionario strumento inventato da Vern Smith che gli permette di suonare, primo fra i musicisti jazz, l’armonica cromatica e la chitarra allo stesso tempo.

I prossimi appuntamenti in programma: venerdì 3 settembre Rêve Malika con Malika Fé (voce), Lello Gnesutta (basso elettrico) e Dario Zennaro (chitarra); venerdì 10 settembre David Boato Three  con David Boato (tromba), Mark Abrams (contrabasso), Adam Pache (batteria); venerdì 17 settembre la collective jam di Combo Suonda. L’evento di venerdì 24 settembre è in via di definizione.

Il concerto è accompagnato dalla deliziosa cucina dello chef Bamba Barry. Per le norme Covid sarà possibile fruire del concerto solo al tavolo in accompagnamento alla cena a menu fisso con arrivo prima delle 20.30. Posti limitati. È prevista una maggiorazione sulla cena. Inizio cena ore 19.30.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *