PR & Influencer

DOMANI, ZUCCA DAY CON CAMPAGNA AMICA COLDIRETTI: DAL CIBO AGLI INTAGLI FINO ALLA LINEA BENESSERE IVA AL 4% PER QUELLA DI HALLOWEEN

28 ottobre 2022 – Delica, Marina e Violina ma c’è anche la zucca del benessere, la luffa da cui si estrae una spugna vegetale adatta alla cura del corpo. Al “zucca day” organizzato nei mercati di Campagna Amica è possibile scoprire tutte le varietà e i segreti della regina dell’inverno, dalla padella all’intaglio fino alla bellezza e all’arredo. L’iniziativa è di Coldiretti che durante il fine settimana, già da domani, organizza degustazioni, esposizioni, lezioni dedicate all’ortaggio più grande del mondo che è diventato il simbolo della notte delle streghe che dal Nord America ha contagiato anche l’Europa. Tra i banchi dei produttori spazio ai consigli per prepararsi ad Halloween con l’esposizione di mostruose sculture ma anche ai consigli dell’agrichef per cucinarle al meglio in padella e si potranno degustare ricette a base di zucca. Focus sulla biodiversità, show cooking e per i bambini laboratori didattici e omaggi gustosi. Quest’anno nonostante gli effetti del clima – spiega Coldiretti –  la produzione media complessiva è di poco superiore agli 80 mila quintali di zucche, destinate ad essere consumate tra l’autunno e l’inverno e, in minima parte, anche come elemento decorativo. Quanto al prezzo, mentre un mese fa le quotazioni erano decisamente più basse, oggi il costo al dettaglio è in media di circa 1,50 euro al chilo per la varietà delica e di 1,10 cent al chilo per la violina, anche se le quotazioni possono subire oscillazioni in base alla qualità e alla tipologia della zucca, ma anche alla maggiore richiesta di questi giorni. Vero è che al produttore resta circa la metà, fra i 60 e i 80 centesimi al chilo. Poi ci sono i punti vendita che applicano delle particolari promozioni, mentre il prezzo può salire anche di parecchio per le zucche decorate, che però hanno un mercato limitato a poche settimane”. Una buona notizia arriva sul fronte fiscale, con la conferma da parte dell’Agenzia delle Entrate dell’Iva ridotta al 4% per le zucche di Halloween, ma solo per quelle che si possono utilizzare in cucina da mangiare oltre che per intagliare le classiche facce da paura della notte delle streghe. L’Agenzia delle Entrate alla domanda sul regime tributario da applicare all’ortaggio simbolo di Halloween ha chiarito – precisa la Coldiretti – che le zucche commestibili, benché utilizzabili anche per scopi ornamentali, tra cui quelle di Halloween e quelle ornamentali di altri tipo, come la cucurbita maxima o la cucurbita lagenaria  sono soggette ad aliquota Iva ridotta del 4%, come previsto nell’ambito della Tabella A, Parte II, allegata al Decreto IVA per “ortaggi e piante mangerecce, esclusi i tartufi, freschi, refrigerati, presentati immersi in acqua salata, solforata o addizionata di altre sostanze atte ad assicurarne temporaneamente la conservazione, ma non specialmente preparati per il consumo immediato; disseccati, disidratati o evaporati, anche tagliati in pezzi o in fette”. Invece – conclude la Coldiretti – alle zucche ornamentali non commestibili o addirittura tossiche viene applicata l’aliquota ordinaria del 22%.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *