PR & Influencer

BONUS E VOUCHER VACANZA IN REGALO AI DIPENDENTI , ORANGE1 PENSA ANCHE AL COMPARTO TURISTICO IN DIFFICOLTA’

Il welfare aziendale, in tempi di Covid, passa anche dalla scelta fatta da Orange1, società leader in Europa nella progettazione e produzione di motori elettrici con sede principale a Montebello Vicentino. 
Un bonus di 150 euro e un voucher da sfruttare in una struttura alberghiera per una vacanza donati a tutti i 500 dipendenti.

Il mese di dicembre, anche in azienda, è tradizionalmente un momento di condivisione e incontro, con lo scambio di auguri e regali.

L’emergenza sanitaria ha travolto questa consuetudine ma non è venuto meno lo spirito natalizio.

Alla Orange1 hanno deciso di dare un senso anche a questa difficile situazione.

Al welfare aziendale si associa dunque un altro nobile obiettivo: l’idea è quella di dare una mano a uno dei comparti più colpiti dal Coronavirus ovvero il turismo.

Il presidente di Orange1 Armando Donazzan accompagnato da Nicole Donazzan, responsabile Marketing del gruppo e rappresentante della terza generazione della famiglia, hanno consegnato ai collaboratori un bonus di 150 euro e un “voucher vacanza” che potrà essere utilizzato in una delle strutture alberghiere di Mira Hotels & Resort, importante catena con cui è stato siglato un accordo.

Gli alberghi sono distribuiti su tutto il territorio italiano e l’operazione è stata naturalmente pensata per quando l’emergenza sanitaria cesserà.

Intanto però si contribuisce a dare una boccata d’ossigeno al settore che sta subendo maggiormente il blocco degli spostamenti.

“È un Natale particolare – afferma il presidente di Orange1 Armando Donazzan – volevamo dare un segnale in primis ai nostri collaboratori che hanno vissuto un anno duro senza però mai mollare e poi c’era la volontà di aiutare chi sta vivendo un momento di estrema difficoltà, abbiamo unito i due aspetti. L’Italia è un paese meraviglioso e penso che la prospettiva di una vacanza, quando l’emergenza finirà, possa essere un bel dono da trovare sotto l’albero”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *