PR & Influencer

#aTavolaConNoi – Il Conegliano Valdobbiadene Prosecco DOCG sostiene la ristorazione

Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore lancia la campagna #atavolaconnoi dai suoi profili digitali per sostenere la ristorazione e tutto il settore dei consumi fuori casa. L’invito per tutti i consumatori è scegliere il proprio locale preferito, enoteca, ristorante o altro e ordinare una cena o aperitivo, a casa o “in presenza”, quando possibile, accompagnati da un calice di Conegliano Valdobbiadene.

Il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG è un vino dalle note fruttate e florali e dalla spiccata freschezza, caratteristiche che lo hanno reso celebre nel mondo e amato da moltissimi consumatori. La sua origine in un territorio naturalmente vocato alla viticoltura e la sapienza che viticoltori ed enologi hanno accumulato nei secoli, lo hanno portato a distinguersi nell’intero mondo Prosecco assicurandolo al vertice di un’ideale piramide qualitativa. Oggi è un prodotto il cui valore è riconosciuto dai consumatori di tutte le latitudini.

La versatilità del Conegliano Valdobbiadene permetterà a ognuno di scegliere la tipologia che preferisce e in cui meglio si riconosce, dall’Extra Brut e il Brut tipologie che interpretano perfettamente il territorio, all’ Extra Dry, il più versatile anche a tutto pasto, fino alle  Rive, le selezioni prodotte da uve coltivate sui pendii più impervi ed eroici, e al sublime Cartizze, vertice qualitativo e della produzione che sembra creato per i momenti più romantici, perfetto con dolci o dessert, come per esempio i frollini realizzati nel laboratorio di pasticceria della Scuola Professionale DIEFFE di Valdobbiadene e abbinati alle bottiglie cadeaux del Consorzio.

Il Consorzio di Tutela, che nel corso del 2020 ha supportato la ristorazione attraverso attività di comunicazione che ne promuovessero qualità e valore, oggi invita tutti i consumatori a un’azione concreta e che segni veramente il momento di ripresa per un settore così duramente colpito nel corso dell’ultimo anno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *