PR & Influencer

Alla ricerca del Carattere d’annata.

Con la tradizionale due giorni di degustazione, che fotografa la situazione reale e analitica del Conegliano Valdobbiadene Docg, si apre l’attività autunnale della Confraternita.

Un appuntamento importante ed atteso per enologi, tecnici, consumatori, operatori commerciali e della ristorazione; un evento entrato a far parte delle tradizionali attività della Confraternita di Valdobbiadene. Torna la due giorni dedicata alla ricerca del Carattere d’annata del Conegliano Valdobbiadene DOCG. La degustazione, che si terrà mercoledì 26 e giovedì 27 ottobre prossimi, è una vera e propria indagine gustativa e analitica sulle caratteristiche dell’annata dei prodotti spumantistici nella versione extra dry.

“Come sempre si tratta di individuare – afferma il Gran Maestro Enrico Bortolomiol –, tramite una degustazione alla cieca su un campione di bottiglie della Denominazione fornite da aziende locali rappresentative dal punto di vista territoriale e produttivo, i caratteri organolettici e chimico-fisici della produzione annuale. Una verifica seria e puntuale anche in riferimento all’andamento meteo-climatico. Un impegno che la Confraternita di Valdobbiadene si assume da diversi anni, con grande senso di responsabilità, per analizzare lo status quo e per fotografare la realtà enologica locale, anche dal punto di vista dei residui fitosanitari”.

L’obiettivo ultimo è infatti quello di costituire una banca dati sull’andamento delle varie annate produttive e sui relativi parametri, capace di monitorare informazioni e offrire dati qualitativi: “E’ importante – aggiunge Bortolomiol –, sia per la reputazione del mondo produttivi sia per la tranquillità del consumatore, constatare che anno dopo anno non viene mai riscontrata nei vini alcuna contaminazione da pesticidi. Il prodotto insomma è sano, oltre che di qualità, e in linea con la nostra filosofia che ci impone di rispettare l’ambiente che ci circonda salvaguardandone la salubrità”.

Nelle due serate saranno coinvolti una cinquantina tra enologi, estimatori e consumatori. Con il 2022 si chiude un percorso di ricerca del Carattere d’annata iniziato cinque anni fa e che porterà alla produzione e pubblicazione di un documento ufficiale, in cui saranno contenuti gli elementi specifici delle annate produttive prese in esame; una mole di informazioni preziose, anche sul piano aromatico, che rappresentano un inedito ‘tesoretto’ per il territorio ed una interessante fonte di dati di studio per quanti vorranno condurre ricerche analitiche e trasversali. La banca dati sin qui raccolta dimostra la forte connessione tra enologia e vitivinicoltura, tra territorio e prodotto, tra Colline UNESCO e Conegliano Valdobbiadene DOCG.

I prossimi appuntamenti d’autunno: venerdì 11 novembre, concerto di San Martino con l’esibizione dell’Orchestra Giovanile Prometeo, presso l’antica chiesa di San Gregorio, diretta dal maestro Michele Lot, e venerdì 18 novembre Convegno tecnico sulle problematiche della flavescenza dorata, presso Villa dei Cedri, al termine del quale verrà consegnata la borsa di studio della Fondazione Valdobbiadene Spumante ad un laureato in Scienze e Tecnologie Viticole ed Enologiche.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *