PR & Influencer

Accademia dello Spiedo e Fondaco del Gusto inaugurano la 16° edizione del corso per “menarosti”

con una lectio magistralis di Danilo Gasparini sui significati storici e sociali dello spiedo
Lunedì 17 ottobre alle 19 a Villa Brandolini di Solighetto

 

Al via la 16ma edizione dei corsi per “menarosti” che l’Accademia dello Spiedo d’Alta Marca propone dal 2009 e che ha già formato oltre 250 nuovi esperti di regole (sancite da un apposito disciplinare) e piccoli-grandi segreti che concorrono alla perfetta realizzazione di quella che in Alta Marca è ben più di una ricetta. E per sottolineare che lo spiedo non si tratta solo una pietanza o una tecnica di cottura, la prima lezione sarà parzialmente aperta al pubblico e la terrà Danilo Gasparini, storico dell’Agricoltura e dell’Alimentazione presso l’Università di Padova nonché co-fondatore e primo presidente dell’Accademia stessa: “Sognando la carne…. Alle radici dello Spiedo” è il titolo della Lectio Magistralis che consentirà di mettere a fuoco dal punto di vista storico e sociale, oltre che gastronomico, i tanti significato dello Spiedo d’Alta Marca, prodotto agroalimentare tradizionale riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole.

L’appuntamento, promosso in collaborazione con il Fondaco del Gusto dell’Alta Marca Trevigiana, è fissato per lunedì 17 ottobre alle ore 19 a Villa Brandolini di Solighetto: alla prima parte vi potranno partecipare tutti gli interessati a conoscere la rilevanza di questo autentico rito collettivo che oltre alla succulenza delle carni esalta la condivisione, la socialità, l’ospitalità. Ma anche l’attesa, il confronto e la partecipazione: “ingredienti” che vanno ben oltre la tavola e che sono tutt’altro che marginali nella caotica società odierna.

La 16° edizione del corso per “menarosti” (il secondo dopo la ripresa seguita a due anni di inattività a causa della pandemia) proseguirà poi con una seconda parte dedicata solo agli iscritti il 17 ottobre, quindi con altri due appuntamenti teorici (24 e 31) e la prova pratica del 5 novembre, con cottura collettiva dello spiedo degli “allievi” assistiti dai “menarosti sapienti” e docenti, e cena finale con degustazione e consegna degli attestati. E poiché il corso ha rapidamente raggiunto il massimo di iscritti (una ventina) e numerosi sono già in lista d’attesa, un prossimo corso sarà programmato a breve, presumibilmente nei primi mesi del 2023.

 

L’Accademia dello Spiedo d’Alta Marca è nata nel 2009 per favorire lo studio della storia e dell’evoluzione tecnica, la ricerca culturale e la promozione dello spiedo inteso come tradizione gastronomica e sociale attraverso corsi, convegni, seminari, pubblicazioni e relazioni con altre culture, nazionali e internazionali, al fine di valorizzare l’intero territorio.

Il Fondaco del Gusto nasce nel 2022 per costruire un bacino di conoscenze utili ed approfondimenti sugli aspetti culturali, storici, geografici e sul patrimonio gastronomico di tutta l’Alta Marca trevigiana e del Quartier del Piave, anche ponendolo in confronto con altre culture gastronomiche.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *