PR & Influencer

SABATO TRINITY AWARD CEREMONY PER 120 STUDENTI DI MUSICA DI VENEZIA

Centoventi musicisti in erba, una cerimonia dal sapore londinese e un concerto d’elite. Sta dentro questi elementi la Trinity Award Cerimony. L’evento, molto atteso, si terrà il 18 gennaio presso l’aula magna dell’Ateneo Veneto, a Venezia, in Campo San Fantin: è la cerimonia di consegna di attestati e diplomi rilasciati dal Trinity College di Londra dall’ente certificatore veneziano, l’Accademia musicale Giuseppe Verdi. Durante la cerimonia si esibiranno alcuni degli studenti che hanno sostenuto l’esame per i “grade” più alti o il diploma: l’evento inizia alle ore 16 ed è aperto al pubblico.

Presenzierà Laura Rossi che consegnerà i diplomi per l’ente londinese dalla storia lunga 130 anni e diffuso in sessanta nazioni a livello mondiale. L’accademia musicale Giuseppe Verdi di Venezia, da tre anni centro d’esame, vanta un numero sempre crescente di studenti che iniziano questo percorso di attestazione dei loro studi musicali: alla cerimonia di quest’anno verranno infatti consegnati ben 120 attestati, un piccolo record.

 

Il percorso Trinity è un percorso di approfondimento dello studio dello strumento musicale, in linea con l’EQF europeo, che permette agli allievi di progredire attraverso step e programmi certificati, che arrivano sino al diploma. Ogni “grade” è riconosciuto allo stesso modo in tutta Europa e nel mondo. “I nostri docenti ritengono che questo percorso sia indispensabile affinché la preparazione dei propri studenti sia completa”, spiegano dall’Accademia Verdi. “L’ottimo livello di preparazione di questo centro è testimoniato dall’altissimo numero di voti eccellenti”.

A luglio, uno dei risultati di cui vanno più orgogliosi: due degli studenti preparati dall’Accademia sono stati premiati con il London Exibition Award, prestigioso riconoscimento dato ai migliori candidati che si sono distinti con il loro esame nel mondo: Massimo Caggiula e Chiara Delaini. Inoltre, da poco un’altra studentessa, Veronica Palmarin, è diventata testimonial sull’importanza delle certificazioni per i ragazzi italiani.

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *