PR & Influencer

Luca Bombassei Presidente e Franca Coin Presidente Onorario di Venice Foundation

Franca Coin, Presidente sin dalla sua costituzione nel 1996, è stata acclamata all’unanimità Presidente Onorario dall’Assemblea dei Soci di Venice Foundation riuniti oggi, sabato 12 settembre, a Palazzo Franchetti, sede dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti che Venice Foundation ringrazia per l’ospitalità.

Approvato il Bilancio 2019 che registra una piccola perdita ampiamente coperta dal fondo di riserva. Approvato anche il Bilancio di previsione del 2020 con un impegno di spesa per 170.000 euro.

Rinnovate per naturale scadenza del mandato le cariche sociali per il prossimo triennio. Nel Collegio dei Revisori riconfermati Giovanni Alliata di Montereale, Riccardo Avanzi e Graziano Visentin.

Il Consiglio di Amministrazione, anch’esso riconfermato, ha nominato Luca Bombassei Presidente di Venice Foundation. L’architetto con radici veneziane e che in laguna ha casa da molti anni sarà affiancato nel suo nuovo ruolo dai Consiglieri Giacomo Cavallucci, Katia Da Ros, Hélène de Prittwitz Zaleski, Ferigo Foscari, Roberto Spada, Guido Venturini, Matteo Zoppas e dalla nuova Consigliera Chiara Rusconi.

Il nuovo corso di Venice Foundation, consapevole della propria storia, si proietta in maniera dinamica verso il compimento del quarto di secolo mettendo in campo forze e idee nuove, sempre in continuità con il progetto fondativo di Franca Coin.

____________________________________________________________

Un brindisi a debita distanza all’ora di pranzo nel giardino di Palazzo Franchetti per Franca Coin che i Soci di Venice Foundation, riuniti nell’Assemblea Annuale, hanno unanimemente nominato Presidente Onorario oggi, sabato 12 settembre 2020.
Un riconoscimento più che dovuto per i suoi 24 anni dedicati con passione, determinazione e lungimiranza alla guida di Venice Foundation. Sempre da Presidente, instancabilmente fin dal primo giorno.

Franca ha una storia, una straordinaria gamma di progetti tutti brillantemente portati a termine – anche quelli che sembravano impossibili – e tutti realizzati attraverso modalità diverse frutto della sua innata fantasia e spiccata creatività.

Le idee di Franca, a prima vista forse bizzarre, col tempo hanno invece fatto scuola e sono diventate storia a Venezia, in Italia e nel mondo. L’estro e la genialità non traggano però in inganno, Franca Coin ha anche contemporaneamente gestito con oculatezza il patrimonio di oltre sette milioni di euro che ha saputo raccogliere negli anni e lascia un fondo di dotazione quanto mai prezioso in un periodo difficile come questo.

Il ciclo degli affreschi della Villa di Zianigo di Giandomenico Tiepolo, le dorature del soffitto della Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, la cupola della Creazione in Basilica di San Marco, l’atelier di Palazzo Fortuny con i suoi modellini di teatro e i dipinti parietali, le cinque sale dedicate a Canova al Museo Correr e l’intera Ala Palladiana alle Gallerie dell’Accademia sono solo i più noti tra i tantissimi restauri finanziati a cui si affiancano le attività musicali e didattiche, le mostre, le acquisizioni, le promozioni culturali.

“Il Mondo Novo di Giandomenico Tiepolo – parte dei sessantatre affreschi provenienti da casa Tiepolo a Zianigo e conservati a Ca’ Rezzonico dal 1936 – è la prima opera che Venice Foundation ha restaurato alla fine degli anni novanta” – afferma Franca Coin – “andatelo a vedere, è l’emblema della contemporaneità. È lo sguardo fiducioso che guarda dritto verso il futuro. È il nostro emblema da cui trarre esempio e ispirazione”.

Questa è l’eredità che raccoglie Luca Bombassei che con Franca Coin condivide le ragioni e le motivazioni fondanti della Venice Foundation e che da qui, con il nuovo Consiglio Direttivo, si proietta in maniera dinamica verso il compimento del quarto di secolo mettendo in campo forze e idee nuove, sempre in continuità con il progetto fondativo di Franca Coin.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *