PR & Influencer

LO SVILUPPO DEL TALENTO.

Sabato 4 maggio 2024, alle ore 17, la Fondazione Collegio Artistico Venturoli ospita la presentazione del catalogo della mostra Lo sviluppo del talento (Casa Editrice Persiani, 2024), che vedrà un dialogo tra il curatore Dante Mazza e la storica dell’arte Isabella Stancari.

La mostra collettiva – visitabile negli spazi della Fondazione fino al 15 giugno – riunisce opere eseguite nel corso dell’Ottocento dagli artisti bolognesi Cesare Bacchi, Ettore Buttazzoni, Filippo Buriani, Luigi Busi, Cleto Capri, Raffaele Faccioli, Ermenegildo Giorgi, Giovanni Masotti, Giuseppe Romagnoli e Luigi Serra, durante il loro periodo di residenza presso il Collegio Venturoli, e rientra all’interno della più ampia rassegna espositiva La pittura a Bologna nel lungo Ottocento | 1796 – 1915, promossa da Settore Musei Civici Bologna | Museo civico del Risorgimento, a cura di Roberto Martorelli e Isabella Stancari.

Il Collegio Venturoli nasce nel dicembre 1825 grazie al lascito dell’architetto Angelo Venturoli (1749-1821), prendendo sede in un palazzo del XVII secolo a pochi passi dall’Accademia di Belle Arti di Bologna, e nel 1826 inizia ad accogliere e assistere giovani bolognesi inclini alle arti che, a causa del loro stato sociale, non avrebbero potuto intraprendere studi artistici. Fino al 1929, l’istituto si configura come un vero e proprio istituto d’arte, in cui era possibile ricevere gratuitamente – dai 12 fino ai 20 anni – vitto, alloggio e insegnamenti artistici, oltre a una profonda cultura umanistica e scientifica, una formazione a tutto tondo che comprendeva l’esercizio ginnico e lo studio delle lingue.

Tra i 63 artisti che nel corso dell’Ottocento si sono formati all’interno del Collegio, per la mostra Lo sviluppo del talento ne sono stati selezionati 10 che in catalogo sono descritti dalle schede di Elisa Baldini, Francesca Sinigaglia e Isabella Stancari. Il saggio iniziale del curatore Dante Mazza traccia un breve bilancio dei quasi due secoli di storia dell’Istituto, mentre Melissa La Maida descrive “una giornata con gli studenti del Collegio Venturoli“. Francesca Serra, già borsista sul finire degli anni Novanta, illustra la sua sua tesi, suggerendo alcuni brani tratti dai diari dei giovani artisti. L’architetto Angelo Venturoli è ricordato con una serie di disegni, mentre Cesare Brizio e Michele Evangelisti illustrano la collezione di 615 tasselli di marmi policromi, raccolti dall’Architetto nell’arco della sua vita. Il volume si compone di 174 pagine riccamente illustrate dalle foto di Roberto Martorelli, Simone Nocetti e Vincenzo Simone, accompagnate da didascalie che indicano l’età anagrafica di esecuzione di ogni dipinto: è possibile quindi seguire come suggerisce il titolo, lo sviluppo del talento dei singoli artisti.

Il pubblico che presenzierà alla presentazione del volume potrà usufruire contestualmente dell’accesso gratuito alla mostra.

Lo sviluppo del talento

Cesare Bacchi, Ettore Buttazzoni, Filippo Buriani, Luigi Busi, Cleto Capri, Raffaele Faccioli, Ermenegildo Giorgi, Giovanni Masotti, Giuseppe Romagnoli e Luigi Serra

Fondazione Collegio Artistico Venturoli

Via Centotrecento 4, Bologna
22 marzo – 15 giugno 2024

Orari di visita: sabato 14-19; da lunedì a venerdì su appuntamento

Biglietto: intero € 5 | ridotto € 3 (presentando il biglietto di ingresso a una delle altre mostre della rassegna La pittura a Bologna nel lungo Ottocento | 1796 – 1915)

Informazioni e prenotazioni: info@fondazionecollegioventuroli.org

Sito web: www.fondazionecollegioventuroli.org

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *