PR & Influencer

La storia della vita di Leo Messi: inizi e cambiamenti

Leo Messi nasce a Rosario il 24 giugno 1987. Cresce calcisticamente nelle giovanili del Grandoli (1992-1995), per poi passare al Central Cordoba e poi al Newell’s Old Boys (dal 1995 al 2000). Successivamente completa il trasferimento nella cantera del Barcellona dove ” militerà dal 2000 al 2004. Classe, talento allo stato puro e sinistro fatato: Messi dimostra fin da subito il suo strapotere qualitativo, tanto da spingere i Blaugrana a congedare Ronaldinho affidando all’argentino la prestigiosa maglia numero 10. Una mossa azzeccata, la quale scriverà la parola storia sia per il Barcellona, sia per il panorama calcistico mondiale. 485 presenze con i catalani suggellate da 444 gol: numeri da capogiro, quasi surreali.

Palmares da paura: 6 Palloni d’Oro, 10 campionati spagnoli, 8 super coppe di Spagna, 6 coppe di Spagna, 4 Champions League, 3 Supercoppa Uefa, 3 Coppe del Mondo per club. Numeri pazzeschi, indescrivibili, i quali resteranno scritti per sempre nella storia del calcio mondiale. In molti hanno descritto Messi come il calciatore più forte della storia del calcio, appellativo decisamente appropriato, soprattutto per lo spettacolo offerto dall’argentino in questi ultimi 15 anni.

Messi-Barcellona, aria d’addio: ora spunta il Manchester City. Occhio anche all’Inter

Come noto, Messi, negli ultimi giorni, avrebbe confermato la sua volontà di lasciare il Barcellona dopo 16 anni. Un matrimonio con i blaugrana decisamente in crisi e ormai agli sgoccioli. La “Pulce“, come appreso nelle scorse ore, non si è presentato al ritiro dei catalani, confermando, di fatto, il suo imminente addio. Occhio anche alle conferme sul fronte scommesse online, le quali avvallano, in maniera decisa, la cessione del numero 10 argentino con quote decisamente al ribasso.

Quindi, quale sarà il futuro di Messi? Il Manchester City resta decisamente in vantaggio sulla corsa al 6 volte pallone d’oro. Come confermato dalla stampa inglese, Guardiola sarebbe pronto a convincere il giocatore a dire sì, riabbracciando la “Pulce” dopo le gioie trascorse insieme al Barcellona. Clausola rescissoria da capogiro, anche se l’argentino sarebbe pronto ad appellarsi a una clausola contrattuale che gli permetterebbe di svincolarsi dai blaugrana a costo zero. Ipotesi decisamente remota: ecco perchè il Manchester City, per convincere il Barcellona, dovrà presentare un’offerta decisamente faraonica. Detto questo, massima attenzione anche al PSG e all’Inter, con il club nerazzurro pronto a spingere il piede sull’acceleratore in caso di segnali di apertura da parte dell’attuale numero 10 dei catalani. Il club francese, invece, potrebbe chiamarsi fuori in maniera definitiva già nel corso dei prossimi giorni.

L’eterna sfida con Cristiano Ronaldo e la fine di un ciclo con la maglia blaugrana

Come accennato, il palmares di Messi parla chiaro: 6 Palloni d’Oro e record su record conquistati in maglia blaugrana. Dopo la sonora sconfitta per 8-2 contro il Bayern Monaco in Champions League, la “Pulce” avrebbe partorito l’idea di lasciare il Barcellona per la fine di un ciclo e per la voglia di confrontarsi con una nuova sfida. Come sappiamo, il talento argentino ha vissuto un’intera carriera “battibeccando” colpo su colpo con Cristiano Ronaldo. 11 palloni d’oro in due e 9 Champions League totali: per 15 anni abbiamo assistito a una lotta tra due autentici fuoriclasse, i quali, numeri alla mano,  segneranno per sempre la storia del calcio mondiale. Ora cresce l’attesa per il futuro di Messi, con il Manchester City di Pep Guardiola in netto vantaggio sulla concorrenza per aggiudicarsi il fuoriclasse argentino.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *