PR & Influencer

EXTRA-BRUT PROSECCO SUPERIORE E RECANTINA GIUSTI PORTA STORIA E PAESAGGIO DEL MONTELLO AL VINITALY

Padiglione 8 – Stand D2

 

Al Vinitaly farà il suo debutto la versione Extra Brut dell’Asolo Prosecco Superiore DOCG firmato Giusti Wine, una delle aziende vitivinicole più rappresentative di Asolo e del Montello, grazie agli importanti investimenti di valorizzazione del territorio e del suo patrimonio naturalistico, storico e architettonico, voluti dal fondatore, Ermenegildo Giusti.

 

L’Asolo Prosecco Superiore DOCG Extra Brut è il vino più rappresentativo tra le bollicine di questo territorio collinare della provincia di Treviso, in Veneto: è stata, infatti, la prima denominazione nel panorama del prosecco a definire la tipologia Extra Brut nelle bottiglie prodotte con la DOCG. D’altra parte, il terreno delle colline di Asolo e del Montello, a una trentina di chilometri da Treviso e a una sessantina da Venezia, è naturalmente predisposto a vini con buona struttura; l’altitudine, le forti escursioni termiche e la ricchezza minerale dei terreni si esprimono al meglio in un prosecco dal tenore zuccherino mediamente basso (l’Extra Brut di Giusti Wine ha un residuo zuccherino intorno ai 3gr/lt).

 

Questo territorio rivela molte sorprese tra i vitigni a bacca rossa, come la Recantina, antica varietà autoctona presente esclusivamente nella zona dei Colli Asolani, a rischio estinzione, che Giusti, assieme ad altre aziende del territorio, ha recuperato e ora valorizza attraverso i vini proposti. In fiera, sarà possibile conoscere l’Augusto Recantina DOC Montello, prodotto in purezza da uve Recantina, e il blend Antonio IGT Rosso del Veneto. I visitatori potranno anche degustare l’Umberto I Rosso del Veneto IGT, da sempre vino icona della cantina, affinato in barrique per 24-30 mesi, e uno degli ultimi nati, il delicato e fresco Giusti Rosé Spumante Brut, il cui blend unisce le uve Pinot Nero e Chardonnay alla Recantina.

 

La Giusti Wine è una proprietà di Ermenegildo Giusti, imprenditore canadese originario dell’area, che nel 2000 ha deciso di valorizzare il territorio di Asolo e del Montello, vocato ai vini di qualità sin dall’epoca della Serenissima Repubblica di Venezia tanto che veniva tassato maggiormente rispetto agli altri. Partito da soli due ettari di vigneto, ha sviluppato con passione il progetto arrivando oggi a oltre 70 ettari vitati, distribuiti in 10 tenute e circa 100 complessivi di proprietà, e avviando progetti importanti di promozione del territorio, come l’enoturismo, il recupero dell’antica Abbazia di Sant’Eustachio (1062), dove nel XVI secolo Monsignor Della Casa scrisse Il Galateo, e la prossima realizzazione di una avveniristica ed ecosostenibile cantina ipogea. www.giustiwine.com

 

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *