PR & Influencer

Ecco Summertime, la stagione di concerti del Conservatorio Agostino Steffani

Si ricomincia dal vivo. In sicurezza, nel giardino di Villa Barbarella. Dopo la ripresa delle lezioni l’8 giugno, il Conservatorio Agostino Steffani vara la prima stagione dal vivo in epoca post Covid. “Un cartellone che abbiamo voluto fortemente- commenta Stefano Canazza, direttore del Conservatorio Steffani- per riportare normalità e bellezza in città durante l’estate”. Il luogo è quantomai adatto per godere un’esperienza musicale in sicurezza. “Il giardino di villa Barbarella garantisce infatti il distanziamento sociale e la possibilità di ascoltare la musica in un ambiente sicuro”.

Al concerto si accederà con mascherina e il Conservatorio si riserva la possibilità di misurare la temperatura corporea con il termoscanner. L’ingresso è regolamentato dalla prenotazione on line (prenotando a estate2020@steffani.it) con corsie d’accesso e di uscita diverse. Per il resto si tratterà di una fruizione normale dell’esperienza musicale. In caso di maltempo, tuttavia, i concerti non si terranno al chiuso e saranno cancellati.

LA MUSICA

La stagione apre mercoledì 24 giugno alle 21 con il Trio d’archi composto da Stefano Pagliari (violino), Mario Paladin (viola) e Francesco Galligioni (violoncello). In programma trii di Wolfgang Amadeus Mozart e Ludwig van Beethoven. Over the rainbow, viaggio nel tempo tra il jazz e la canzone è il titolo proposto per il concerto di domenica 28 giugno (ore 21), con un programma crossover che spazia da Monteverdi al soul e vede in scena Chiara Luppi (voce), Gianluca Carollo (tromba) e Luca Garro (pianoforte). Liana Maeran (voce) e il duo di fisarmoniche composto da Ivano Battiston e Ivano Paterno darà vita all’evento proposto mercoledì 1 luglio con musiche di Satie, Poulenc, Piazzolla e dello stesso Battiston. Il 15 luglio il Mac Saxophone quartet festeggia i 10 anni di musica con un evento speciale che sarà dedicato ai medici e ai sanitari dell’ospedale di San Giacomo di Castelfranco Veneto. Una serata che vuole mettere al centro il grande cuore della sanità castellana e vedrà la presenta di Francesco Benazzi, direttore generale dell’Usl 2. Chiude il cartellone, mercoledì 22 luglio un tributo a Mina e a Lucio Battisti a cura di Movie trio. Il complesso capitanato da Fabiano Maniero, docente di tromba al Conservatorio Steffani e già protagonista dell’emozionante concerto della rinascita alla casa di riposo Domenico Sartor propone alcuni dei successi più belli della canzone italiana con Alessandro Modenese (chitarra) Erika De Lorenzi (voce) e Laura Pirri (voce ospite).

La stagione è realizzata con il supporto del Comune di Castelfranco Veneto, della Camera di Commercio di Treviso e di Belluno e dell’associazione DentroCentro. 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *