PR & Influencer

COMPIE 10 ANNI LA FONDAZIONE CA’ FOSCARI. BILANCIO DA 11 MILIONI E CRESCITA DEL 50% DEL VOLUME DELLE ATTIVITA’

La Fondazione Università Ca’ Foscari Venezia compie dieci anni e festeggia con numeri in continua crescita.

L’ente strumentale di Ca’ Foscari, che persegue la sua mission nell’ambito della terza missione dell’Università attraverso programmi integrati di formazione corporate ed executive, ricerca e trasferimento tecnologico e public engagement, ha chiuso il bilancio di esercizio 2019 consolidando una crescita nel triennio di circa il 50% del volume delle attività, attestandosi a circa Euro 11 milioni, con un margine della gestione cresciuto del 17% rispetto al 2018. Fondazione conta ad oggi un organico, tra personale dipendente e collaboratori, di 103 unità.

Fondazione eroga progetti ed attività per 6 milioni di euro a soggetti privati (istituzioni, imprese e individui), riceve erogazioni liberali e sponsorizzazioni per oltre 1 milione di euro, contribuiti da enti pubblici per circa 800 mila euro, oltre alle risorse di Ateneo per euro 2,3 milioni a copertura delle attività commissionate, generando una produttività del valore investito pari a 2,6 volte.

Il Rettore di Ca’ Foscari, e Presidente della Fondazione, Michele Bugliesi: «In un decennio la Fondazione del nostro Ateneo ha saputo ritagliarsi un ruolo di primo piano nel territorio produttivo regionale quale partner di importanti progetti di trasferimento tecnologico e public engagement. Oggi la Fondazione di Ca’ Foscari costituisce un sistema complementare all’Università nella gestione di progetti complessi. Il suo approccio integrato e interdisciplinare coinvolge in un’unica offerta le competenze e i servizi delle diverse strutture, centri e dipartimenti dell’Ateneo».

Il Consigliere Delegato Tommaso Santini«La Fondazione svolge un’intensa attività di sviluppo del network di relazioni con il territorio in stretta sinergia con l’Ateneo, proponendo a imprese e istituzioni partnership strategiche e servizi custom costruiti sul patrimonio di conoscenze ed esperienze dell’Ateneo. Sono partecipanti istituzionali stabili di Fondazione Unicredit, Fondazione di Venezia, Camera di Commercio Venezia Rovigo e Delta Lagunare, GAM Sgr Spa e dal 2020 Eni Rewind».

Ecco le principali attività di Fondazione Università Ca’ Foscari Venezia:

–        80 progetti di trasferimento tecnologico che coinvolgono oltre 4700 soggetti per il 64% si tratta di imprese (di cui il 45% grandi imprese e il 55% PMI). Nel corso dell’ultimo triennio la Fondazione ha maturato una competenza distintiva nella gestione di progetti di ricerca e trasferimento tecnologico negli ambiti dei modelli di valutazione di sostenibilità economica, sociale e ambientale per importanti aziende tra le quali ENI Rewind, SAIPEM, SNAM, Pilkingthon, Veritas.

–        Challenge School, la scuola di alta formazione dell’Ateneo, con sede operativa presso il Parco Scientifico e Tecnologico VEGA, ha erogato nel 2019 28 master di I e II livello oltre a 165 corsi di formazione continua per aziende ed enti pubblici, anche attraverso partnership strategiche con LVHM, Volkswagen, Utilitalia e Gambero Rosso. È stato recentemente avviato un piano strategico di riorganizzazione dell’offerta che prevede, nell’ambito della certificazione internazionale EQUIS, la suddivisione in quattro “School of”: Environment, Humanities, Government e Management all’interno della quale è in corso di sviluppo la “School of Hospitality” in collaborazione con Cassa Depositi e Prestiti, TH Resort Group e altri partner privati ed istituzionali. La Challenge School di Ca’ Foscari ha avviato in queste settimane il progetto Learning Factory per le aziende, incontri online di formazione gratuiti, che hanno già raccolto 1400 partecipanti.

–        Nell’ambito del Public Engagement la Fondazione nel 2019 ha gestito oltre 200 iniziative tra grandi eventi (Strategy Innovation Forum, Incroci di Civiltà, Art Night, Veneto night), un centinaio di convegni anche internazionali ed eventi di musica, teatro, cinema, letteratura e sport che hanno visto la partecipazione di oltre 53 mila persone.

–        Dal 2017 l’Ateneo, attraverso la Fondazione ha avviato in stretta collaborazione con il Distretto Veneziano della Ricerca il progetto Science Gallery Venice, il nodo italiano del Global Science Gallery Network – la rete mondiale delle gallerie universitarie dedicate alla promozione del dialogo tra scienza ed arte con l’obiettivo di coinvolgere attivamente la società attraverso esperienze culturali ed emotive uniche – ad elevato impatto d’innovazione che si caratterizza per un focus improntato alle digital humanities, alla sostenibilità, e al business. A breve partiranno i lavori di costruzione della sede della Science Gallery Venice presso la Tesa numero 4 di San Basilio, su un immobile dato in concessione dall’Autorità Portuale di Venezia all’Università.

In particolare, la Camera di Commercio di Venezia e Rovigo ha finanziato e promosso nel 2019 il progetto “PID – Punto Impresa Digitale” nell’ambito del programma governativo Impresa 4.0 e Digital Transformation per le PMI che mira ad accompagnare le imprese del territorio verso la trasformazione digitale attraverso formazione, mentoring e iniziative di open innovation. Sono state accompagnate alla trasformazione digitale 78 imprese del territorio, supportate da borsisti e ricercatori dell’area di management e informatica dell’Ateneo, da rappresentanti del sistema camerale, da Digital Specialist e ambasciatori del digitale. Il programma si è concluso con un evento tenutosi presso l’M9 a cui hanno partecipato 20 speaker di rilievo sui temi della digital transformation e la partecipazione di più di 200 professionisti ed imprenditori.

L’esperienza pluriennale maturata nella promozione di iniziative e servizi, sviluppata con un approccio strutturato ed integrato, e la costante attenzione dedicata agli stakeholder contribuiscono alla diffusione del brand Ca’ Foscari verso il territorio e le comunità anche attraverso Ca’ Foscari Alumni – l’associazione degli ex-studenti dell’Università e di Challenge School vanta un network costituito da oltre 100.000 persone ed è presente in 85 paesi del mondo per promuovere l’identità dei laureati e dei detentori di master cafoscarini e l’awareness di Ateneo – e lo Strategy Innovation Hub, una community di oltre 250 tra imprenditori e manager che, assieme al mondo accademico, sviluppano progetti di innovazione strategica, eventi formativi, conferenze e workshop generando un impatto non solo nelle loro imprese ma su tutto il tessuto industriale e imprenditoriale del territorio, per affrontare le sfide poste dal cambiamento in atto nel contesto ambientale, economico e sociale.

Sono partner e sponsor dello Strategy Innovation Hub Electrolux, Banca Intesa San Paolo, KPMG, Cisco, Sharp, Man at Work, Foscarini, Sharp, Arper, Axians, Valdesign.

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *