PR & Influencer

ASOLO, TREVISO: SE LE CONDIZIONI METEO SARANNO FAVOREVOLI, LUNEDÌ 11 NOVEMBRE SCATTA IL “ROCCA DAY”ASOLO, TREVISO: SE LE CONDIZIONI METEO SARANNO FAVOREVOLI, LUNEDÌ 11 NOVEMBRE SCATTA IL “ROCCA DAY”

In caso di bel tempo alle 9.00 inizierà il sorvolo dell’elicottero che posizionerà la scala in acciaio corten all’interno del monumento simbolo del borgo: si tratta di un intervento eccezionale, il secondo di questo tipo in Italia. Con il montaggio della scala terminano i lavori di risistemazione e tra circa due mesi la Rocca tornerà accessibile ai visitatori.

 

Sabato si avrà la conferma definitiva di data e orario: in caso di via libera, per la mattinata di lunedì sarà prevista la temporanea chiusura delle strade sottostanti la rotta aerea.

 

Sembra essere finalmente arrivato il giorno lungamente atteso dagli asolani e non solo, un giorno così speciale da meritare l’appellativo di “Rocca Day”: se le condizioni meteo saranno favorevoli, lunedì 11 novembre alle 9.00 inizieranno le operazioni di trasporto, deposito e montaggio della scala in acciaio corten nella Rocca di Asolo, simbolo della città che è stato oggetto di un lungo restauro, iniziato nel marzo scorso (il tutto durerà circa un’ora).

 

L’evento è eccezionale per almeno due motivi. Da un lato perché il trasporto della scala con elicottero rappresenta il secondo intervento di questo genere in Italia: i componenti saranno prelevati a Pagnano d’Asolo e scaricati sul Monte Ricco, all’interno del celebre monumento, dove si procederà al montaggio e al posizionamento nella cortina sud dopo la biglietteria. Dall’altro lato, con il montaggio della scala – che sostituisce quella in legno non più agibile e consentirà di ammirare l’imponenza della Rocca da un punto di vista rialzato e dunque privilegiato – si concludono i lavori di restauro del simbolo di Asolo, che tra un paio di mesi potrà riaprire ai visitatori.

 

Il progetto di restauro è stato seguito dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’Area Metropolitana di Venezia e le province di Belluno, Padova e Treviso in collaborazione con l’Ufficio lavori pubblici del Comune di Asolo ed è stato completamente finanziato con il contributo di 300 mila euro del Mibac – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Il restauro – spiega Mauro Migliorini, sindaco del Comune di Asolorestituisce ai visitatori l’immenso fascino di questo luogo assolato e ventoso, isolato ma al tempo stesso dominatore della cittadina, che dalla sommità del cammino di ronda offre panorami da lasciare stupefatti. La Rocca è infatti sicuramente l’osservatorio privilegiato per assaporare i cento orizzonti di Asolo.

Con un ulteriore contributo di 200 mila euro, sempre finanziati dal Mibac, realizzeremo poi la nuova biglietteria, l’infopoint, i servizi igienici, e si provvederà alla sistemazione parte percorso interno. Infine sarà progettata per l’illuminazione del perimetro esterno e di parte della cinta muraria, grazie all’opera gratuita di uno studio di architettura e a sponsorizzazioni che copriranno parte delle spese”.

 

Un’operazione eccezionale come quella in programma di lunedì (la conferma definitiva si avrà sabato sera, dopo un ultimo monitoraggio delle condizioni meteo; se negative si slitterà ai giorni seguenti) potrà recare qualche disagio alla viabilità, pertanto è bene tener presente che vi saranno alcune temporanee chiusure tra le 9.00 e le 10.00: in particolare verranno bloccati la provinciale SP6 a Pagnano dal ponte al distributore e nel tratto in direzione Monfumo, il Sentiero escursionistico degli Ezzelini in direzione Casonetto, un tratto di via Foresto di Pagnano, un tratto di via Riformati e la salita pedonale alla Rocca.

 

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *