PR & Influencer

Venerdì sera Paolo Crepet apre “VENERDI’ in FAMIGLIA”: un ciclo di sei incontri gratuiti rivolti alle famiglie

Il Comune di Montebelluna, in collaborazione con la Fondazione Ispirazione, inaugura una stagione di incontri rivolti alle famiglie e ai genitori che vogliono approfondire le tematiche educative.

Un’iniziava che prende il nome di “VENERDI’ in FAMIGLIA -Idee e proposte per affrontare al meglio il difficile mestiere di genitori2, coordinata dall’assessorato alle politiche familiari di Montebelluna, e che mette in campo risorse umane ed economiche considerevoli, per fornire una proposta di altissimo livello formativo.

Si avvicenderanno nei vari incontri ad ingresso gratuito professionisti di chiara fama (psicologi, psichiatri, psicoterapeuti, sociologi) nazionale.

 

Il progetto composto da sei incontri, uno al mese, va ad affrontare alcune delle problematiche più comuni che si possono incontrate nel tentativo di essere dei buoni genitori, attenti e partecipi della crescita dei figli. A partire quindi da dei temi specifici si parlerà di relazioni all’interno della famiglia ma anche di come la famiglia sia una piccola cellula che si confronta ogni giorno con la società che la circonda.

Ad aprire questa stagione sarà venerdì 22 novembre alle 20.30 presso l’Aula Magna dell’Istituto d’Istruzione

Superiore “Einaudi” di Montebelluna con Paolo Crepet che affronterà il tema “Educare i figli al futuro”.

Ogni incontro sarà aperto al dibattito con il pubblico.

La prenotazione è obbligatoria sul sito www.eventbrite.it

 

Interviene il sindaco, Marzio Favero“Il tema di quest’anno è quello della figura genitoriale così come si può sviluppare in una società come la nostra che si è trasformata. Oggi quando si parla di politiche familiari bisogna partire dal presupposto che la famiglia si è cambiata: da patriarcale ad americana negli anni ‘60/’70; quindi, negli anni ‘80-’90 la mobilità sociale hanno fatto sì che i figli siano andati a risiedere distante: sono aumentati i single, le separazioni, si sono diffuse nuove forme di unione e quindi la formula di un tempo non è più attuale per cui genitori possono non conoscere i codici familiari adeguati e le sfide sono diverse. Per riflettere su questi temi in maniera critica e costruttiva, abbiamo messo a punto una serie di incontri di altissimo profilo con professionisti di competenza acclarata”.

 

Continua l’assessore alle politiche familiari, Claudio Borgia: “Ringrazio Fondazione Ispirazione perché ci hanno permesso di portare a Montebelluna nomi importanti e professionisti del territorio per cercare id parlare di un tema delicato come quello di diventare ed essere genitori al tempo d’oggi. L’obiettivo è quello di intercettare le famiglie del territorio montebellunese che necessitano di nuovi strumenti educativi e formativi”.

 

 

Tutti gli incontri partono da alcune considerazioni sull’evoluzione del ruolo dei genitori. I genitori di oggi, infatti, si muovono con consapevolezza e desiderio nel loro ruolo ma è indubbio che si scontrino con la paura di non riuscire ad essere sufficientemente vicini ai loro figli.

E d’altra parte in un mondo dove la velocità e la prestazione fanno da padroni, dove tutto sembra facilmente accessibile, è difficile gestire le informazioni, orientarsi correttamente, sapere quali sono i segnali da cogliere e da affrontare nei vari momenti della crescita dei figli.

Ogni età è un mistero, da neonati perché spesso ci trovano impreparati di fronte alla rivoluzione che porta con sé l’arrivo di una nuova creatura, e a seguire in ogni cambiamento, durante la crescita.

Con la scuola materna il bambino impara ad avere fiducia verso un nuovo ambiente, più aperto e plurale rispetto alla famiglia. Ma anche i genitori si trovano ad esprimere quella fiducia, affrontando serenamente il passaggio.

E poi vengono le elementari, le medie, le superiori, l’adolescenza, l’università, il lavoro….

Quello che è certo è che si rimane genitori per sempre, e che ci vogliono molti anni perché finisca lo status di figlio.

In ogni fase gli uni e gli altri si devono riconfrontare, cambiando i paradigmi precedentemente messi in campo: non siamo sempre gli stessi genitori, né siamo sempre gli stessi figli.

 

 

Aggiunge la presidente della Fondazione Ispirazione, Caterina Biz: “La cultura non si ferma all’erudizione ma va oltre, ed apre al pensiero. Ringrazio l’amministrazione comunale di Monebelluna che continua ad investire sulla cultura e lo fa anche attraverso iniziative come queste rese possibilità grazie alla partnership tra il Comune e la Fondazione Ispirazione”.

 

Conclude della Fondazione Ispirazione Rossella Florean: “Tutti gli incontri sviluppano il tema della genitorialità ma ognuno sarà dedicato ad un’età evolutiva diversa così da raggiungere il target genitoriale completo. L’obiettivo era quello di confezionare un programma il più versatile possibile, coprendo tutte le fasi evolutive”.

 

 

Altri incontri

 

6 DICEMBRE 2019 ORE 20.30

CESARE GUERRESCHI

DIPENDENZE E NUOVE DIPENDENZE. COME ACCORGERSENE E COME AFFRONTARE IL PROBLEMA.

Teatro Binotto di Montebelluna

 

31 GENNAIO 2020 ORE 20.30

ALBERTO PELLAI

NON DI SOLO PANE! ACCOMPAGNARE LA CRESCITA EMOTIVA DEI FIGLI.

Auditorium Bachelet

 

21 FEBBRAIO 2020 ORE 20.30

LUCIA BORANGA

GENITORI E ADOLESCENZA: CHI È MIO FIGLIO?

Auditorium della Biblioteca comunale di Montebelluna

 

6 MARZO 2020 ORE 20.30

UMBERTO GALIMBERTI

I MILLENIALS, UNA GENERAZIONE PERDUTA O UNA NUOVA APERTURA VERSO IL FUTURO.

Auditorium della Biblioteca comunale di Montebelluna

 

17 APRILE 2020 ORE 20.30

RITA BRESSAN

BAMBINI ALLA SCUOLA PRIMARIA. CRESCERE SERENI TRA ASPIRAZIONI, COMPETENZE E MODELLI.

Auditorium della Biblioteca comunale

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *