PR & Influencer

VASCON 30^ FESTA D’ESTATE, STORIA DI UN SUCCESSO

Un vero e proprio soffio di buona musica, di positività, di festa, di allegria, di qualità ha spento in maniera straordinaria le 30 candeline della FESTA D’ESTATE di Vascon , una vera e propria certezza in tema di festival estivi che da trent’anni regala a migliaia di spettatori concerti unici e indimenticabili ad ingresso gratuito .

Il Gruppo Ricreativo Culturale 86 , pensatore e organizzatore del festival , ha per la prima volta dato una svolta significativa a questo festa, dimezzando i giorni ma concentrando in maniera eccellente la varietà delle proposte artistiche nelle cinque serate di questa edizione: 16 proposte diverse tra live sul main stage, dj set e set acustici in orario aperitivo.

Siamo partiti con il Blues, genere che ha da sempre contraddistinto la festa grazie ai numerosi artisti e band ospitate in questi anni, provenienti da tutto il mondo; al giovane e talentuoso Matteo Sansonetto l’onore di aprire questa edizione accompagnato poi dal trio esplosivo capitanato da Aldo Betto e da quella che era la “vecchia Bell Blues Band” con la straordinaria voce blues americana di Habaka K.F.J.

La seconda serata ha avuto sicuramente quella che si può definire “esplosione di festa” grazie agli incontenibili, su e giù dal palco, Rumatera! Un vero e proprio live graffiante, carico di energia e accompagnato a gran voce dalle centinaia di fans saltellanti fronte palco nonostante il caldo torrido! Grande merito va anche a Roger Ramone che con il suo dj set al calar del sole ha saputo mantenere costante la temperatura festosa!

Venerdi poi serata a dir poco storica vista la straordinaria affluenza anche da fuori regione per il live dei Planet Funk. ( In tantissimi nei giorni precedenti  continuavano a chiederci se era una cover band o se realmente fossero loro / Vascon in 30 anni non ha mai proposto cover band , ad eccezione di alcuni progetti-tributo a Pink Floyd , Bob Dylan, Beatles , Lucio Battisti) . Another sunrise cantata ben due volte da Alex Uhlmann e Who said interpretata in maniera incontenibile da Dan Black hanno letteralmente scatenato l’intera piazza di Vascon. Un live descritto da tutti come spettacolare, sia dal pubblico che dagli stessi Planet funk che sui social hanno sinteticamente scritto “EMOZIONE PURA, GRAZIE VASCON”!!!

Dall’emozione pura siamo passati ad emozioni uniche, imperdibili e indescrivibili di sabato con una serata che ha lasciato sicuramente il segno nella storia della Festa d’Estate ma anche nel cuore e nella mente di tutti coloro che hanno deciso di esserci e di viverla a pieno dall’inizio alla fine. Noi l’abbiamo descritto come un poker rock di marca, quattro eccellenze musicali trevigiane, 4 realtà che in questi anni hanno contribuito a dare tono al valore della musica proposta a Vascon. E così ecco che Giorgio Barbarotta ci ha regalato più di un’oncia di felicità grazie alla sua emozionante esibizione, Ricky Bizzarro e i suoi Radiofiera ci hanno riportato indietro nel tempo con “STEA”, l’immenso Tolo Marton ha addirittura musicato e composto un inno alle “NOTTI A VASCON “ e poi loro… non più Estra ma solo per Vascon, ancora una volta, lo sono stati!

E’ stata una emozione unica, indescrivibile, come tornare a casa senza mai averne avuta una dice Giulio Casale. Grande chiusura Domenica con la stepitosa voce di Durga McBroom che con i Wit Matrix ci ha deliziato con storici pezzi dei Pink Floyd.

Rimarranno sicuramente impressi tutti gli applausi, spesso anche prolungati, i sorrisi e le lacrime di gioia di numerosi fans soprattutto nella serata di sabato, le magliette sudate ma cariche di energia dopo i live dei rumatera e planet funk, insomma grazie di cuore a tutti quelli che da sempre continuano a credere in questa festa, anche a chi l’ha appena scoperta, grazie a tutti gli artisti per l’assoluta professionalità e simpatia, a tutti i volontari che hanno saputo ricoprire in maniera eccelsa tutti i fronti, ai volontari sulle strade e sui parcheggi, a Vascon tutta. Grazie veramente di cuore a tutti noi del Gruppo 86 che abbiamo saputo celebrare in maniera straordinaria questi 30 anni di storia e musica con una vera e propria FESTA…

I limiti esistono solo nell’anima di chi è a corto di sogni… e il sogno a Vascon continua ad essere realtà !!!

Aspettando il 2018 ci vediamo intanto a settembre , dal 14 al 18 , per la VENTESIMA edizione del festival CO I PIE’ DESCALSI !!!

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *