PR & Influencer

Turismo: alla Fiera FREE di Monaco, l’offerta trevigiana sorprende gli operatori con importanti novità

Con orgoglio, il Presidente del Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso – Gianni Garatti – quest’oggi ha presentato alla stampa ed agli operatori bavaresi le proposte dell’offerta turistica trevigiana per 2018.

Lo ha fatto nel corso della tradizionale conferenza stampa (15^ edizione) alla Fiera FREE, la più importante fiera B2C (business to consumer) della Baviera e del sud della Germania (la seconda, per importanza, dopo la ITB di Berlino).

I temi dominanti della conferenza stampa (come sempre numerosa la partecipazione di operatori e giornalisti) sono stati: l’enoturismo, con la Primavera del Prosecco e le nuove proposte della nuova rete d’imprese Prosecco Hills (la cui presentazione è stata fatta da Floriano Zambon, Assessore del Comune di Conegliano) ed il cicloturismo, con la prima uscita della Rete Cycling in the Venice Garden e la promozione della ciclovia Monaco Venezia. Una proposta, quello della Munchen Venezia, quest’anno caratterizzata dalla presenza degli amministratori locali dei Comuni di: Vittorio Veneto (con il vicesindaco Alessandro Turchetto), Conegliano (con l’assessore Floriano Zambon), Ponzano Veneto (con l’assessore Mario Sanson), Villorba (con le assessore Silvia Barbisan e Eleonora Rosso) e Monastier di Treviso (con la consulente Elena Michielin). Presenti anche i rappresentanti della Pro Loco di Camalò (con il Presidente Gianni Zanatta ed il Consigliere Francesco Borsato) che hanno presentato l’offerta di intrattenimento per i turisti della ciclovia Munchen Venezia (che passa anche nel territorio comunale di Povegliano e nella frazione proprio di Camalò) legata alla 42^ Mostra dei Vini in programma dal 5 al 22 aprile pv.

Ma spazio è stato dato anche ad altre eccellenze del turismo trevigiano: dal golf all’Opera in Piazza di Oderzo; dal Giorgione di Castelfranco Veneto alle Ville Palladiane, da Asolo e l’Arte di Antonio Canova alle proposte delle grandi Mostre di Marco Goldin a Treviso e Ferrari Wolf a Conegliano.

Presenze queste che, grazie ai rispettivi interventi, hanno permesso di far conoscere ai giornalisti peculiarità anche di realtà turisticamente ai più sconosciute ma caratterizzate da preziose peculiarità e valori artistico culturali di grande rilievo.

“E’ questo, ha sottolineato Garatti, lo stile che da sempre ci contraddistingue e che contraddistinguerà, grazie anche all’importante rapporto con la Camera di Commercio di Treviso – Belluno, anche la Fondazione di Partecipazione Marca Treviso: unire tutti i territori trevigiani per fare grande – grazie alla Regione ed alla OGD – l’offerta di tutta la Marca”. Una realtà, quella dei turisti tedeschi, che si concretizza in circa 150 mila notti dormite all’anno, in costante crescita dal 1997 ad oggi, ha aggiunto il Direttore di Marca Treviso Alessandro Martini.

“Con le missioni a Berlino e Monaco, ha ribadito Garatti, si vuole dare coerenza anche all’importanza del sistema aeroportuale Venezia e Treviso che, anno dopo anno, accresce la visitabilità del nostro territorio ed apre a nuovi turisti nuove opportunità per scoprire, vedere e conoscere la nostra terra”.

E che Monaco di Baviera sia una tappa importante dell’azione promo commerciale del sistema turistico trevigiano, è dimostrato dal fatto che gli stand “targati” Treviso quest’anno sono ben due: il primo, di 25 mq, dedicato al cicloturismo nella marca ed in particolare alla Ciclovia dell’Amicizia che parte proprio da Monaco ed arriva a Venezia.. uno stand customizzato sulla Munchen – Venezia e realizzato dalla Rete d’Imprese Cycling in the Venice Garden (presente oggi a Monaco con la sua giovane presidente, Giulia Casagrande) grazie al POR FESR 2014/2020 della Regione Veneto. Il secondo, di 9 mq, per promuovere con il Comitato Promotore della Primavera del Prosecco (coordinato dall’UNPLI provinciale), le eccellenze ed il territorio delle colline del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore docg, candidate a patrimonio dell’umanità Unesco e l’intero territorio della pedemontana trevigiana Un progetto del Consorzio Il Giardino di Venezia cofinaziato dal GAL dell’Altamarca attraverso il Fondi del PSR 2014/2020.

Al termine, tradizionale brindisi di augurio con giornalisti e rappresentanti del territorio trevigiano con degustazione di prelibatezze e cicchetterie trevigiane preparate da Tiziano Bosco e Renzo Ghedin di Bottega di Marca Confcommercio Treviso.

Nelle foto, gli stand e i momenti di augurio a fine conferenza stampa.

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *