PR & Influencer

E’ tempo di CMP Trail 2017!

L’evento di trail running, che attraverserà i colli di Bassano e Marostica, si terrà il prossimo 8 ottobre e si prospetta ricco di
novità e di partecipanti nazionali e internazionali.
I percorsi rispetteranno ancor di più i presupposti e lo spirito di questo sport: terreni misti e sterrati, vicinanza con la
natura e panorami montani.
CMP TRAIL LONG – 43KM
È la regina delle gare a registrare più cambiamenti, nel rispetto dei requisiti necessari per l’iscrizione della gara al circuito
Grand Prix IUTA. E’ stata ridotta la quantità di percorso asfaltato e aumentata la lunghezza fino a 43 km e il dislivello fino a
2106 mt+. Incrementato anche il contenuto storico e artistico del tracciato che si spingerà fino al monte Caina, affiancando
le Cave Dipinte dell’artistita bassanese Toni Zarpellon.
Villa Angarano Bianchi Michiel, patrimonio dell’UNESCO, sarà nuovamente il centro logistico e vitale della manifestazione,
oltre che punto di partenza e arrivo di tutte le gare, ospiterà l’Expo dei partner dell’evento. Tutto questo a dimostrazione
del lavoro di promozione territoriale iniziato dal comitato organizzatore, che ha voluto valorizzare nuovi percorsi e far
emergere il valore paesaggistico, naturale e culturale del Bassanese.
CMP TRAIL SHORT – 16,4KM
La Short sarà aperta sia come competitva e non competitiva, per accogliere un pubblico ancora più vasto: dai neofiti del
trail che si potranno cimentare nella gara non competitiva, ai velocisti, amanti delle brevi distanze, che potranno gareggiare
per un ricco montepremi che alzerà ancor di più il livello tecnico e lo spirito agonistico della gara.
CMP TRAIL YOUTH – 7KM
Lo Youth trail si riconferma “fiore all’occhiello” dell’evento, dopo aver raccolto più di 100 studenti l’anno scorso, si prepara
ad accogliere almeno il doppio dei ragazzi dopo il lavoro di promozione con il tessuto scolastico e grazie al supporto degli
istituti delle provincie di Vicenza, Padova e Treviso. Non cambiano i presupposti: promuovere i valori sportivi nei ragazzi e
trasmettere i principi che contraddistinguono la corsa in questa “variante del running”, formata da una comunità di atleti
molto coesa e da un codice etico rispettoso della natura e dell’avversario. Ben 80 le borse di studio in palio grazie alle
numerose aziende sponsor che hanno voluto sposare l’iniziativa. L’organizzazione ha previsto un ulteriore riconoscimento
di 1.000 euro per l’istituto scolastico o società sportiva che riuscirà a portare più studenti ai nastri di partenza.

CMP MINI TRAIL – 2KM
Completa il quadro della manifestazione la novità di quest’anno: il CMP Mini Trail, che consacra l’evento a misura di
famiglia. Tutti i bambini tra i 4 e i 12 anni, accompagnati dagli Scout di Bassano del Grappa, potranno correre tra i vigneti
di Villa Angarano, passare una giornata a contatto con la natura e partecipare a workshop creativi proposti dalle educatrici
dell’associazione Educhiama. Quest’ultima garantirà anche un servizio di babysitteraggio, l’ideale per i genitori impegnati
nella Short, nella Long o come volontari.
A garantire la riuscita dell’evento, più di 200 volontari impegnati sul percorso, provenienti da tutto il Veneto, a cui
l’organizzazione è enormemenete grata per il prezioso e instancabile supporto.
CMP, brand di abbigliamento sportivo del gruppo F.lli Campagnolo, vuole coronare la sua partecipazione, per il secondo anno
in qualità di title sponsor, presentando in anteprima la nuova linea di abbigliamento da corsa “Marco Olmo collection”,
studiata in collaborazione con lo stesso atleta e realizzata in Dryarn, la fibra traspirante e termoregolatrice più leggera al
mondo. La collezione è formata da capi altamente performanti e confortevoli che si contraddistinguono per lo stile e il taglio
semplice, che ha sempre caratterizzato l’outfit dell’ultramaratoneta, che proprio l’8 ottobre festeggerà il suo compleanno
assieme a tutti i partecipanti del CMP Trail.
Negli scorsi mesi il percorso di avvicinamento al CMP Trail è stato scandito da due eventi denominati “Moonlight” e
“Sunrise” che hanno dato la possibilità a molti runners di cimentarsi in anteprima sui tracciati di gara sia all’alba che alla
luce della luna piena.

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *