PR & Influencer

Premium Link, la nuova piattaforma per la link building professionale per Agenzie e SEO Freelance

Saper attuare una buona strategia di link building può favorire il posizionamento sui motori di ricerca del proprio progetto editoriale. Ma come va fatta se volessimo raggiungere il risultato sperato?

Tale pratica fa parte della SEO off site, la cui finalità è quella di ottenere traffico organico da siti web a tema con il proprio dominio, da fonti che siano autorevoli e in grado di trasmettere una buona link juice agli occhi di Google.

 

4 “Trucchi” per una buona link building

Come accennato precedentemente, prima di concentrarsi sui backlink è indispensabile conoscere quali sono le tecniche da dover attuare e quelle da evitare. Per questo motivo elencheremo quattro trucchi per fare una buona link building:

  1. Costanza: l’essere costanti non deve essere confuso con lo spam. Google così come tutti gli altri motori di ricerca, riconoscono quando i backlink sono forzati o naturali.
  2. Digital PR Specialist: i link builder bravi tendono a creare relazioni e fare network con i blogger e gruppi inerenti al proprio progetto editoriale.
  3. Attinenza: più il guest post o il link sul sito ospitante è inerente al tema che trattiamo, maggiore sarà il valore che Google attribuirà al nostro dominio.
  4. Autorevolezza: per determinare un buon sito o dominio che sia, è necessario effettuare un’analisi accurata per capire quanto valore possa andare al nostro sito.

 

Strategia Link building tecnica

Affinché si rispettino i requisiti spiegati precedentemente per una buona link building e per ottenere i risultati sperati, è chiaro che sarà necessario intervenire a livello tecnico. Per farlo però serve sicuramente tanto tempo a disposizione. E per chi non ne ha?

Fortunatamente un professionista di tutto rispetto, Massimiliano Del Rosso, SEO Specialist della parte offsite, consente di poter ottenere backlink di qualità e valore grazie ad un tool gratuito per generazione di link inbound, che si chiama Premium Link.

Per accedervi è necessario ottenere l’invito da parte di Massimiliano, dal momento in cui tale strumento è riservato ai suoi clienti. Il tool è molto facile da usare, non di meno al suo interno vi è una linea guida che spiega come scrivere un articolo di qualità (spesso tali regole non si trovano neppure nei corsi online di posizionamento).

Tra i benefit più apprezzati, c’è la possibilità di poter acquistare link da domini che agli occhi di Google sono autorevoli. La suddivisione avviene per tema, Domain Authority, keywords in SERP, indirizzi IP e quanto traffico organico riceve ogni sito.

Al momento la scelta ricade tra 140, si centoquaranta, siti web, che aumentano periodicamente. Per gli account premium sarà possibile estrapolare una serie di dati in fogli Excel e aggiungere tra le proprie preferenze quei domini allettanti per il proprio business.

Un’altra funzionalità che dà punti a favore a Premium Link è la sezione riservata ai Promo Pack. Una serie di link e siti a buon prezzo, in cui sono suddivisi domini a tema o generalisti, ma tutti di qualità. Per quel che riguarda i generalisti, la Domain Authority supera il punteggio di 35.

La sezione più incredibile arriva adesso, i guest post premium. Cosa sono? Al suo interno vi sono degli articoli con keywords ben posizionate e tra una delle particolarità più interessanti è la mancanza di link all’interno del testo in ottica SEO.

Ciò significa che il backlink verso il nostro sito sarà unico, che si traduce in una spinta organica di notevole importanza. Si può intuire che il costo di questo GP non sarà uguale al resto, pertanto il team di Massimiliano ve lo svelerà privatamente.

Sicuramente un SEO specializzato in off-site non può rinunciare ad un programma creato così bene per la link building. Max ha creato una pagina Facebook in cui potrà essere contattato. Premium link è certamente la soluzione per chi non ha troppo tempo da investire in link building.

 

Considerazioni finali

La link building, al di là che sia fatta per clienti o progetti personali, è un’attività impeccabile per il proprio posizionamento. Se non seguita accuratamente, non solo si rischia una penalizzazione da Google, bensì non vi sarà possibilità di scalare la SERP.

Avatar
Amo l'Arte in tutte le sue declinazioni e follie. Cuore bassanese e castellana d'adozione, rincorro mostre, musei e gallerie sparsi nel mondo che poi recensisco su Storie di Eccellenza. Come artista visiva mi firmo Ketra da quando ho preso in mano la china per poi traghettarmi verso altri media più sperimentali. Agatha Christie, Bauhaus e Siouxsie&The Banshees i miei compagni di viaggio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *