PR & Influencer

Nel 1954 a Legnano apre la Gioielleria Calestini: storie di eccellenza e di successo

Laura Calestini racconta attraverso questa breve intervista realizzata nella sua gioielleria a Legnano, tradizione e conoscenze di una storia di eccellenza italiana.  Una storia di famiglia che inizia 70 anni fa e che ancora oggi rappresenta  una garanzia per i clienti sia localmente che online.

gioielleria Calestini. La vostra storia inizia così?

La Gioielleria Calestini nasce nel 1954 a Legnano. La sua storia però va ancora indietro nel tempo, infatti nel lontano 1930 Pietro Calestini si trasferì da Tornolo, un piccolo paesino in provincia di Parma, a Gallarate. Nel 1935 prese la licenza nella Disciplina di Commercio Ambulante. Per diversi anni, girò in bicicletta con la sua cassetta nei paesi tra Gallarate, Saronno, Rho e Magenta, vendendo di casa in casa oro e gioielli. Nel 1947 anche la moglie Lisetta Milani prese la licenza di Ambulante e iniziò ad accompagnare il marito, incontrando la gente del posto. In pochi anni riuscirono a farsi conoscere ed apprezzare dalle persone che abitavano intorno a Legnano ed aprirono insieme il loro primo negozio che ora conosciamo come Gioielleria Calestini. Successivamente il negozio venne gestito insieme al figlio Mauro e alla moglie Vera. Adesso siamo alla terza generazione con i figli Laura e Paolo.

La vostra è un’azienda di famiglia dove la passione per i gioielli si trasmette per generazioni, come avviene questa diffusione di conoscenze?

La conoscenza del gioiello viene tramandata di generazione in generazione, soprattutto “vivendo” il gioiello e tutto quello circonda il mondo della gioielleria ogni giorno, attraverso l’esperienza. Personalmente ritengo sia molto più importante la passione che mi è stata trasmessa negli anni per questo lavoro. Quando ero molto giovane(15 -20 anni) apprezzavo meno il mestiere e  ciò che veniva tramandato dalla famiglia, poi però c’è un momento in cui il lavoro diventa passione, e allora tutto cambia. Si va sempre alla ricerca di novità per distinguersi dagli altri e poter offrire un prodotto-servizio migliore.  La ricerca di nuove tendenze frequentando fiere (come la fiera di Vicenza) e aziende artigiane Made in Italy che offrono qualità e particolarità. Diventa importante imparare ad approcciarsi al cliente in una gioielleria a Legnano e non solo, cercare di trovare le soluzioni e il metodo migliore in modo da conquistare la fiducia ed instaurare un rapporto quasi di amicizia con i clienti e le persone che “giungono” in negozio per caso.

Si può parlare di una evoluzione del gioiello nel corso degli ultimi 30 anni?

Nel corso degli ultimi 40 anni sono cambiate molte cose. Innanzitutto le richieste dei clienti e del mercato. Quaranta-trent’ anni fa il protagonista della gioielleria medio-alta era soprattutto l’oro, infatti il Paese ne era ricco, costava meno, e la gente poteva acquistarlo. Nell’ultimo ventennio il prezzo dell’ oro è aumentato  diventando quasi proibitivo, l’oro è stato sostituito da beni quali l’ argento e l’ acciaio e la vendita si è spostata molto di più sul settore dell’orologeria e su brand famosi di bigiotteria e fashion. D’altro lato c’è un ritorno da parte del cliente della ricerca della qualità e del made in Italy. E’ importante anche la particolarità del gioiello e dell’orologio, sia nel design che nei materiali.

Laura Calestini, lei rappresenta il futuro dell’azienda, come pensa sarà il futuro della vendita del gioiello e le nuove tecnologie digitali che ruolo avranno?

Il mondo del gioiello si orienterà sempre di più verso la qualità e il made in Italy. Il cliente cerca un prodotto che sia particolare e diverso dagli altri, ma allo stesso tempo con un giusto rapporto qualità-prezzo. Potrebbe esserci un ritorno alla vendita dell’oro e delle pietre preziose. Sicuramente il mondo della gioielleria, come tanti altri settori, si sta sempre di più “digitalizzando”. Diventa importante avere un sito in cui mostrare al cliente il negozio e i prodotti  ancora prima di entrarvi. Importanti sono i social, la comunicazione, attraverso immagini, descrizioni e iniziative, per mettersi in contatto con diverse tipologie di clienti, dai più giovani ai più anziani., ed invogliarvi a venire a visitare la boutique. Anche noi abbiamo da due anni aperto un sito, che abbiamo poi trasformato in e-commerce durante il periodo del lockdown. E’ vero anche che nel nostro campo spesso il cliente preferisce l’acquisto di persona, lasciarsi consigliare e poter vedere e toccare il prodotto. Inoltre un ruolo importante è l’assistenza post vendita, che il digitale spesso non riesce ad offrire.

Quali consigli può dare ai clienti che si approcciano all’acquisto di un gioiello sia in negozio che online?

I consigli che posso dare ai clienti che vogliono acquistare un gioiello o un orologio sono diversi. Innanzitutto di guardare alla qualità dei materiali e al made in Italy. Comprare di persona è sempre consigliabile, in quanto si può vedere e provare il gioiello, avere dei consigli mirati ed instaurare un rapporto di fiducia con il negozio. Per quanto riguarda gli acquisti online sarebbe meglio affidarsi a chi ha anche un negozio fisico, e può offrire eventuale assistenza post vendita. Noi cerchiamo sempre di offrire scelta e qualità dei nostri prodotti, ovviamente ricercando sempre un giusto rapporto “qualità-prezzo”.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *