PR & Influencer

L’Orto Botanico di Roma si tinge di “Rosa” con il piacere della lettura dedicata al gardening

Torna ad animarsi il cuore verde della Capitale: Martedi 15 dicembre alle ore 11.30 all’Orto Botanico di Roma è in calendario la presentazione di Rose Tè, Patrimonio di Domani” il nuovo libro di Nicoletta Campanella, scrittrice di riferimento della community dell’Horticultural System italiano. Nel rispetto delle disposizioni, levento sarà in diretta streaming.

Da sabato 12 dicembre l’Orto, sarà riaperto al pubblico.

Dopo il lungo stop dovuto alle disposizioni sul contenimento dei contagi, martedi 15 dicembre alle ore 11.30 all’Orto Botanico di Roma si torna a parlare di gardening grazie alla presentazione del nuovo libro della scrittrice Nicoletta Campanella. Il volume, dal titolo “Rose Tè, Patrimonio di Domani” è dedicato alla più raffinata fra tutte le classi di rose in coltivazione. Testimonial di un nuovo genere editoriale da lei stessa creato con la Nicla Edizioni (www.nicla-arte.org) casa editrice romana nata intorno alla community dell’Horticultural System italiano, Nicoletta Campanella è ormai il punto di riferimento dei garden addicted nella divulgazione dell’arte del giardinaggio ai più alti livelli.

Con la Tè, anche in inverno si può parlare di Rose: la specie è un vero esempio di resilienza ambientale, la classe di rosa ideale per realizzare un roseto a prova di cambiamento climatico con fioriture anche invernali, grazie alla sua elevata capacità di adattamento alle repentine variazioni di clima. La presentazione del prossimo 15 dicembre sarà l’occasione per fotografare lo “stato attuale” del fiore più amato dal pubblico che proprio nel Roseto dell’Orto Botanico trova la sua massima espressione.

Nel rispetto delle disposizioni anti Covid-19, l’evento di presentazione si terrà all’interno della Serra Monumentale detta “Cupolone” e potrà essere seguito dal pubblico anche via streaming attraverso i canali social dell’Orto Botanico e della Nicla Edizioni.

Insieme all’autrice Nicoletta Campanella, saranno presenti all’evento: Marcello Barbanera Direttore del Polo Museale dell’Università La Sapienza di Roma; Giovanna Alberta Campitelli Vicepresidente APGI e Beatrice Barni dello storico vivaio “Rose Barni” di Pistoia. Ad introdurre l’incontro, Fabio Attorre Direttore dell’Orto Botanico di Roma. La presentazione sarà l’occasione per fotografare lo “stato attuale” del fiore più amato dal pubblico che proprio nel Roseto dell’Orto Botanico trova la sua massima espressione.

Da sabato 12 dicembre l’Orto potrà anche riaprire al pubblico (solo spazi all’aperto e ingresso su prenotazione online). L’evento saluterà quindi la riapertura della struttura, che grazie alla lettura tornerà a parlare di gardening e ad accogliere i visitatori, dopo un lungo stop dovuto alle disposizioni sul contenimento dei contagi.

“Per l’Orto – afferma il Direttore Fabio Attorre – la presentazione del libro di Nicoletta Campanella è l’occasione per tornare a dialogare con il nostro pubblico e godere della salubrità dei nostri spazi. Non possiamo esimerci dal divulgare la cultura e la bellezza del nostro patrimonio botanico anche attraverso le nuove forme di comunicazione e accogliendo nuovamente i nostri visitatori – seppur tramite prenotazione – in totale sicurezza”.

La nota gardenteller Nicoletta Campanella torna quindi ad animare l’Orto Botanico di Roma con le sue narrazioni. In questa difficile fase di emergenza sanitaria, che nel 2020 ha in gran parte impedito agli appassionati di frequentare gli spazi verdi delle città e i numerosi flowers show primaverili e autunnali, la lettura dedicata al gardening nonchè il piacere di tornare a vivere il patrimonio botanico urbano diventano una scelta terapeutica e di conforto. Un’irrinunciabile evasione per mantenere viva la propria passione per la bellezza della natura approfittando dei coinvolgenti racconti della Campanella. La quale, come consuetudine, non si limita soltanto a descrivere l’aspetto botanico del fiore più amato ma ama intrecciare il racconto delle rose con la moda e i costumi del tempo.

Il libro è lo spunto per conoscere aspetti botanici ma anche di costume, di moda nonché per scoprire gli angoli più suggestivi che in Italia e non solo offrono le meravigliose fioriture delle Tè. Costruiti come pellicole cinematografiche, dove testo ed immagini sono legati in un continuo rimando, esattamente come le sequenze di un film, i libri di Nicla Edizioni hanno un editing gradevole e contenuti iconografici caratterizzati da un forte impatto emozionale che danno al lettore la sensazione di trovarsi in un giardino incantato.

Per la grande capacità narrativa e per il contributo alla valorizzazione e alla divulgazione del patrimonio botanico italiano, la Nicla Edizioni ha ricevuto anche per “Rose Tè, Patrimonio di Domani” il Patrocinio di APGI, Associazione Parchi e Giardini d’Italia, quello del Polo Museale dell’Università La Sapienza di Roma per le numerose e prestigiose attività culturali svolte da Nicoletta Campanella proprio presso l’Orto Botanico della Capitale ed anche il Patrocinio della Società Toscana di Orticultura.

Rose Tè, Patrimonio di Domani” fa parte della collana editoriale La vie en roses che comprende i volumi “Rose Banksie” e “Rose Cinesi”. Con il nuovo libro, la collana riprende il suo viaggio alla scoperta della storia, del costume e dei personaggi che hanno fatto da scenario alle vicende storiche del fiore protagonista della narrazione.  Le Tè sono una varietà irresistibile sia per il loro ricco aspetto decorativo sia per la ricercatezza delle fioriture anche invernali, dimostrando come sia proprio nel loro DNA, la capacità all’adattamento climatico. La “Tè” è un vero esempio di resilienza ambientale, la classe di rosa ideale per realizzare un roseto a prova di cambiamento climatico grazie alla sua elevata capacità di adattamento alle repentine variazioni di clima. Ecco perché sono un patrimonio per salvaguardare il “domani”, il futuro dei nostri spazi verdi.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *