PR & Influencer

L’ACCADEMIA GIUSEPPE VERDI DI VENEZIA COMPIE 25 ANNI

Nata nel 1994 dalla passione di un gruppo di musicisti che dopo aver girato il mondo in tourneé e concerti come professionisti decidono di fondare a Venezia centro storico questa scuola per avvicinare alla musica quante più persone possibili, con l’obbiettivo di diffondere e ampliare la cultura musicale, in special modo dei giovani, e di strutturare eventi rivolti ad un ampio pubblico sul territorio veneziano . Ad oggi di questi fondatori sono ancora presenti Francesca Seri, presidente dell’Associazione e Vincenzo Caggiula anch’egli nel Consiglio direttivo.

Testimonianza Francesca Seri, Presidente dell’accademia da 25 anni, docente di flauto traverso e canto corale: ”Ho visto crescere questa realtà da pochi allievi fino ad arrivare oggi ai numerosi riconoscimenti e al prestigio ottenuti nel territorio. Nonostante annoveri 650 iscritti, l’Accademia mantiene un clima familiare con gli allievi che segue uno ad uno nella loro crescita artistica con continui stimoli e progetti pensati per le loro esigenze e peculiarità. Valida quanto per formare i giovanissimi e per seguire professionalmente i talenti, tanto per dare modo agli adulti di divertirsi con la musica.”

 

 

Testimonianza di Vincenzo Caggiula, socio fondatore, docente di violino, viola, teoria e solfeggio, storia della musica: “Dopo tanto studio, grazie alla musica, ho avuto l’opportunità di girare il mondo. Contribuire a portare la tradizione musicale italiana e, soprattutto, veneziana all’estero è stato un onore, ricambiato con entusiasmo da parte del pubblico e della critica. Ma non avrei mai pensato che insegnare mi avrebbe donato ancora più grandi soddisfazioni. Nel corso di oltre 20 anni di carriera sono più di duecento gli studenti dell’Accademia G. Verdi che hanno affrontato esami musicali di vario tipo (licenze e certificazioni di solfeggio, esami di storia della musica, esami di ammissione a medie musicali, licei musicali e ai Conservatori e “Aural” per il Trinity College di Londra) sotto la mia modesta guida. Alcuni di questi studenti, crescendo, sono diventati nostri colleghi. E niente può essere equiparato alla soddisfazione di vedere l’allievo che supera il maestro. Ripeto sempre a tutti gli allievi: la musica è un dono prezioso, fatene tesoro.”

 

L’Accademia negli anni ha incrementato corsi ed iscritti: propone circa una cinquantina di corsi, distribuiti in 5 location cittadine, per un totale di 650 frequentanti ed una media di sessanta eventi l’anno sul territorio, che vanno dai saggi di classe di strumento individuale o canto, ai concerti degli allievi più dotati e brillanti, dell’orchestra, dei numerosi ensemble dell’Accademia, della Corale femminile, per finire spettacoli teatrali che vedono coinvolti normalmente circa 100 coristi, ideati dal team creativo della G. Verdi, spesso proposti anche agli studenti in orario scolastico.

 

Testimonianza di Lorenza Padoan, socio collaboratore dal 1997,docente di violino, fondatore e direttore dell’orchestra d’Archi dell’Accademia, membro del consiglio direttivo: “Il mio obiettivo principale è sempre stato quello di diffondere la conoscenza e l’amore per la musica. Sono convinta che sia un valore importante per qualsiasi individuo, dal bambino all’adulto. In tutti questi anni ho aiutato a crescere tecnicamente e musicalmente tantissimi violinisti e unendo le nostre forze abbiamo fatto nascere l’Orchestra d’archi dell’Accademia G. Verdi. Il grande impegno di questi giovani allievi ha fatto crescere Associazione Amici dell’Offerta musicale Accademia musicale Giuseppe Verdi sempre più il livello musicale dell’ensemble portando grandi soddisfazioni. La forza dell’Accademia G. Verdi è la musica che si respira ovunque e una grande sinergia tra docenti e allievi.”

L’Accademia ad oggi intrattiene numerosi rapporti con le istituzioni e con il territorio. Impegnata in progetto per le scuole di didattica musicale, in special modo nella scuola primaria, creando dei percorsi corali che coinvolgono interi plessi, intrecciata con l’insegnamento del flauto dolce per le ultime classi. In Particolare presso il Convitto nazionale M.Foscarini questi progetti sono inseriti nel POF dell’Istituto, e nella stessa scuola viene data la possibilità di imparare a suonare numerosi strumenti all’interno delle attività programmate del pomeriggio. L’Accademia inoltre struttura progetti di alternanza scuola lavoro, in particolar modo per scuole ad indirizzo artistico.

 

Testimonianza Paolo Notargiacomo, socio collaboratore dell’Accademia dal 2010, docente di pianoforte, pianista accompagnatore di tutti i cori e di molte cantanti dell’Accademia: ”Sono diplomato in pianoforte e ad ottobre mi laureo in composizione. Trovo che l’Accademia sia una realtà molto attiva nella cura e nella promozione dell’educazione musicale, attenta alla qualità della formazione, e recettiva nei confronti del naturale rinnovamento dell’arte musicale. In essa la serietà dello studio si sposa con l’entusiasmo nell’incentivare l’incontro e la collaborazione attraverso il prezioso lavoro di una straordinaria squadra di insegnanti” .

 

L’Accademia collabora con numerose realtà del Veneto per scambi musicali ed è promotrice di un concorso nazionale “A tutto flauto”, che si svolge a marzo di ogni anno e che ogni anno vede partecipare flautisti in erba provenienti da tutta Italia. Negli anni ha realizzato eventi in collaborazione le maggiori istituzioni del territorio quali con il Conservatorio B. Marcello (concorsi e concerti), con la fondazione Teatro la Fenice (operine teatrali per bambini) con il Comune di Venezia (eventi per gli itinerari educativi prima, per le città in festa poi) e con la Biennale (Carnevale internazionale dei ragazzi).

Testimonianza Enrico Pagnin, socio collaboratore dal 2011, docente di clarinetto e sassofono, fondatore e direttore delle G.V. JAZZ BAND: “Agli inizi della mia attività di insegnante di clarinetto e sassofono lavoravo per lo più privatamente o in piccole realtà del territorio; una volta approdato all’Accademia Giuseppe Verdi, ebbi una serie di opportunità che prima non avevo: il fatto di poter usufruire di spazi e di attrezzature adeguati e di poter coinvolgere molti allievi appartenenti alla stessa realtà, mi permise di iniziare a sperimentare già dal 2013 un lavoro su un repertorio jazz in piccoli e grandi ensemble. Ho dato ad ogni allievo nuove possibilità tecniche, inserendo gradatamente nozioni di armonia, in una sorta di work in progress volto a stimolare un attitudine all’improvvisazione che è parte sostanziale del linguaggio jazzistico. Dal 2016, grazie alla lungimiranza e alla disponibilità dell’Accademia Verdi, il laboratorio di musica insieme ad indirizzo jazz, rappresentato dalla G.V. (Giuseppe Verdi o Giovani Veneziani) jazz band, è cresciuta ed ora è una sorta di “big band” composta da circa 15 elementi ed ha all’attivo più di 20 concerti l’anno anche in contesti prestigiosi”.

 

Da quattro anni è centro Trinity college London, per la preparazione di certificazioni e diplomi musicali in linea con l’EQF europeo. A novembre prossimo saranno esaminati presso l’Accademia circa 120 candidati, che ambiscono ad ottenere questi titoli. Nel 2019, due allievi dell’Accademia sono stati premiati con il “London exibition award 2018”, premio assegnato ai migliori esami nel mondo, per i grades più alti. Settore di punta dell’Accademia è il teatro musicale, in cui alcuni collaboratori dell’Accademia hanno deciso di specializzarsi, creando operine e musical ad hoc per gli studenti dei propri corsi con musiche scritte appositamente da compositori viventi.

Testimonianza Anna Patanè, Vice presidente, referente organizzativo dell’Accademia e librettista del settore teatro: “Molti di noi credono fortemente in questo progetto come uno dei più formativi dell’Accademia, Il teatro musicale unisce la capacità di muoversi in scena, la recitazione ed il canto, rendendo i ragazzi padroni della scena e protagonisti assoluti. La fusione di queste tre discipline diventa mezzo per lo sviluppo armonico della personalità e delle capacità relazionali, per una maggiore consapevolezza comunicativa e per una migliore sviluppo della gestione delle emozioni personali dei bambini e nei giovani. La passione che i ragazzi sviluppano per questa disciplina artistica nel tempo è stupefacente”.

 

Negli anni l’Accademia ha prodotto: Competition (presa in giro dei talent televisivi) anno 207/08 La compagnia dell’arca (la storia dell’Arca di Noè) anno 2009 La fabbrica del cioccolato. (Liberamente tratto dal racconto di R. Dahl) anno 2011 Il gatto Zorba e la gabbianella Fortunata (Tratto dal racconto di L. Sepulveda) anno 2013 – Terzo posto al concorso cultura indetto dal comitato olimpico di Sochi nel 2014 L’incredibile viaggio di Phileas Fogg. (da il giro del mondo in 80 giorni di G. Verne) anno 2015 Tra fantasia e realtà. Le avventure di Don Chisciotte (liberamente tratto dal racconto di G. Cervantes) anno 2016 I° classificato per l’Italia al concorso internazionale di composizione M. Ravel con la composizione “Dulcinea”. Cinema Future Show (soggetto originale) anno 2018 Secondo classificato premio PRIMO, premio italiano del musical originale.

Da ultimo segnaliamo le numerose novità di quest’anno: andrà in scena alla fine del 2019, un operina classica per solisti, coro e orchestra “L’Opera delle Filastrocche” interamente su testi di G. Rodari per commemorarne il centenario della nascita, con musiche di Virgilio Savona. Lo spettacolo di fine anno del corso di musical sarà invece “Corny Collins Show 1962” liberamente tratto dal musical “Hairspray” con musiche di Marc Shaiman. Una sfida di alto livello tecnico per tutti i frequentanti del corso. Il dipartimento di musica moderna propone un nuovo corso di alto perfezionamento in canto moderno e chitarra moderna, che prevede la frequenza a più corsi all’interno della stessa Accademia : Sessioni individuali di strumento principale, Lezioni di strumento complementare, Classi di Armonia Funzionale, Ear Training, Teoria e Solfeggio, Ritmica, Classi di Musica d’Insieme. Il tutto con l’bbiettivo di fornire una solida base a chi intendesse un domani fare una carriera da professionista in questa disciplina. Inoltre un corso di video scrittura musicale con nozioni di base e avanzate e l’apertura di un nuovo ensemble di tastiere per chi studia piano moderno e jazz. Il settore classico propone un workshop di approfondimento sul repertorio liederistico tedesco, che coinvolgerà i cantanti e i pianisti dell’Accademia.

 

Testimonianze degli studenti: Benedetta Spezzamonte, frequenta l’Accademia dal 2007, ha iniziato all’età di 5 anni con i percorsi di canto corale e teatro musicale che prosegue tuttoggi, studia canto moderno, ha terminato il percorso Trinity Rock and pop e partecipato a numerosi Contest in Italia con grandissimi risultati. “In Accademia ho trovato grande professionalità, divertimento, famiglia, esperienze musicali formative. Sono seguita regolarmente da grandi professionisti della musica e del teatro che mi fanno crescere ogni giorno tecnicamente, e contemporaneamente mi fanno sentire accolta e seguita come in una grande famiglia e mi stanno accompagnando da molti anni nella creazione di un brillante futuro con, e nella musica”.

 

Veronica Palmarin, frequenta l’accademia dal 2006, ha iniziato a 5 anni con il canto corale appassionandosi sempre di più alla musica, e nel tempo inserendo lo studio del flauto traverso, del pianoforte, del canto moderno e lirico. Oggi ha frequentato e dato esami di secondo livello pre-accademico in Conservatorio, la licenza di solfeggio e ha terminato brillantemente il liceo musicale. Prosegue gli studi di tutte le discipline scelte presso l’Accademia. In futuro vorrebbe specializzarsi come performer di musical. “Frequento l’Accademia da ormai 12 anni e non solo è un luogo dove si impara e si studia musica ma è come una seconda famiglia dove ci si diverte, e dove si impara ad esprimere liberamente le proprie emozioni, attraverso le molteplici sfaccettature del linguaggio musicale”.

 

 

Per ogni informazione su questa realtà 3474215867 – scuolaverdivenezia@gmail.com www.scuoladimusicagiuseppeverdi.it – pagina facebook: Accademia Giuseppe Verd

Avatar
Amo l'Arte in tutte le sue declinazioni e follie. Cuore bassanese e castellana d'adozione, rincorro mostre, musei e gallerie sparsi nel mondo che poi recensisco su Storie di Eccellenza. Come artista visiva mi firmo Ketra da quando ho preso in mano la china per poi traghettarmi verso altri media più sperimentali. Agatha Christie, Bauhaus e Siouxsie&The Banshees i miei compagni di viaggio.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *