PR & Influencer

La Plurisecolare Mostra Mercato Uccelli a Vittorio Veneto

Quando la tradizione  si perde nella notte dei tempi: questo è l’evento clou di Ferragosto a Vittorio Veneto, giovedì prossimo 15 agosto, con la plurisecolare Mostra mercato, la Fiera degli Uccelli di cui sono state trovate tracce delle sue edizioni che la fanno risalire almeno al 1200.

A Serravalle di Vittorio Veneto nel giorno di Ferragosto l’alba e il risveglio dalle 6, sono assicurati e allietati dal canto di centinaia di uccelli.  Il concorso canoro, non è solo per gli appassionati allevatori delle più svariate specie di canori, provenienti da Veneto, Friuli, Trentino e Lombardia, ma merita per un giorno una sveglia anticipata che sarà ripagata dalla dolcezza e dalla musicalità dei canti degli eccelli, che dalle 6.30 saranno giudicati dalla giuria, la quale per completare il giudizio e stilare la graduatoria effettuerà anche un secondo passaggio alle 7.30.

Ovviamente tutto si svolgerà nella suggestiva e fresca cornice del centro storico con la storica regia del comitato ‘L Gavinel e la Pro Loco di Vittorio Veneto, e il patrocinio del Come di Vittorio Veneto.

Gli spazi espositivi e del concorso saranno come nelle ultime edizioni  partendo da via Petrarca e lungo via Francesco da Milano che costeggia il fiume Meschio, e la fiera con il mercato libero si amplia verso nord, impegnando  via Casoni dai Meschietti accanto l’ex ospedale.  Si potranno sentire, ma solo di mattina presto (questo è sempre bene ricordarlo)  tordi, merli, sasselli, allodole, prispoloni, fringuelli, peppole, cardellini, quaglie, uccelli esotici, lucherini, uccelli ibridi, uccelli indigeni, mutati e canarini  nelle postazioni che sono state ricavate lungo via Parravicini, nel cortile dell’ex area Case Borca e in Piazza Prà di San Marco all’ex ospedale.

In via Petrarca, nel prato che costeggia il Meschio dalle 8 invece ci sarà la Mostra degli animali da   cortile e la mostra naturalistica curata dall’associazione Pescatori sportivi del Meschio, mentre nel cortile della sede del Gruppo Città della sezione Ana degli Alpini, con ingresso da via Da Milano, dalle 8.30 ci sarà la Mostra degli uccelli rapaci, sempre molto seguita.

Spettacolo alle 9 all’angolo tra via Petrarca e via Parravicini con l’esibizione di “Agility dog”, “Pet Therapy” e obbedienza, cui seguirà una passerella cinofila, con decine di esemplari dei cani più belli.

Alle 10 spazio ai piccolini quando nel giardino della sede del Gruppo Città in via Da Milano, sarà possibile andare “A spasso con i pony” con il Circolo ippico San Mamante.

Il clou della mattina alle 11 in via Da Milano, vicino all’incrocio con piazza Foro Boario, quando nel fondone del fiume Meschio si potrà ammirare l’esercitazione della Scuola Italiana dei cani da salvataggio, da non perdere.

Nel finale di mattina ci sarà l’esposizione delle classifiche del concorso canoro e le premiazioni.

E poi alle 11, a cura della Scuola italiana cani salvataggio, una simulazione di soccorso nelle acque del fiume Meschio lungo via da Milano.

«A tutti coloro che hanno collaborato per la riuscita di questo evento che ci permette di continuare una tradizione storica e culturale della città va il grazie del Comitato – afferma il presidente della Pro Loco e del comitato L’Gavinel Flavio Uliana – e anche a coloro che hanno messo a disposizione i propri spazi per ospitare la manifestazione. È la forza di questo che permette di offrire ogni anno una spettacolare edizione della Plurisecolare Fiera dei Osei».

L’ingresso alla Plurisecolare Mostra Mercato Uccelli  sarà con le casse dislocate in via Parravicini, via Petrarca (incrocio ex Italcementi) e piazza Foro Boario (ponte sul Meschio).

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *