PR & Influencer

LA LISTA DEL CUORE E’ SEMPRE PIU’ GRANDE

Ognuno cerca di stare vicino come può al personale medico, sanitario e assistenziale che si sta prodigando nei presidi ospedalieri dell’Ulss 2 Marca trevigiana. I gesti di solidarietà sono continui. Bar, pizzerie, aziende dolciarie, di bevande e gruppi di persone stanno inviando ai reparti vari generi alimentari e prodotti per dare un conforto: dagli strudel alle porzioni di tiramisù, dalle pizze a bevande di vario genere. Vediamo la lista del cuore. Stamane sono state consegnate al Ca’ Foncello ben 27 mila bottiglie di acqua inviate solidalmente dalla San Benedetto.  Altre bevande, che erano destinate a delle feste scolastiche, sono state inviate, invece, dal Comitato genitori delle primarie di Roncade, mentre l’azienda trevigiana Bevande Futuriste ha donato succhi di frutta biologici, tè freddi e altri prodotti. Sempre stamane il Vero bar dolce e salato di San Biagio di Callalta ha consegnato degli strudel, mentre nei giorni scorsi la famiglia Curtolo di Treviso Tiramisù ha donato delle monoporzioni del dolce trevigiano per eccellenza. Porzioni di gelato sono arrivate un po’ da tutta la provincia: le ultime da Happy Eyes di San Trovaso e dalla gelateria Calipso di Roncade. Anche la lista delle pizzerie, che stanno dimostrando un grande cuore, è lunga: pizzeria Pino di Preganziol, Al Portico di Giavera, Angolo goloso di Silea, Pasta Madre di Quinto, Bar da Vale di Spercenigo (consegnati club sandwich). Generosità anche dalla Swisscare di Villafranca che ha inviato creme e gel per le mani, mentre 4 tablet arrivano da una raccolta fondi organizzata nel comune di Casier.

“Non posso che dire grazie ad ognuno per questi gesti di solidarietà – sottolinea Francesco Benazzi, direttore generale dell’Ulss 2 Marca trevigiana – Per il nostro personale, al quale anch’io voglio ripetutamente dire grazie per l’impegno e il cuore che stanno mettendo in campo, la vostra vicinanza è importantissima. Grazie di cuore anche a tutte le aziende e ai privati che stanno inviando somme di denaro nel conto corrente della Regione del Veneto!”.

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *