PR & Influencer

La Jara, 20 anni di viticoltura biologica

L’ Azienda Agricola La Jara festeggia i suoi primi 20 anni di viticoltura biologica. A coronamento di questo importante traguardo, l’8 giugno è previsto un grande evento celebrativo, a cui parteciperanno i partner internazionali dell’azienda, e i suoi supporter di sempre. L’evento si fregerà della presenza di esponenti dell’amministrazione provinciale e regionale, di note personalità del mondo del vino, come i dirigenti del Consorzio di tutela del Prosecco DOC, e anche di artisti noti come Katia Ricciarelli, che festeggerà in questa occasione i suoi 50 anni di carriera.
L’avventura di questa azienda è iniziata nel 1999, quando Massimo, appoggiato dal papà Bruno, iniziò a condurre l’azienda agricola di famiglia. Il giovane Massimo portò in azienda le sue idee innovative e rivoluzionò completamente la visione aziendale, passando alla viticoltura biologica.
Abbracciare la filosofia del biologico in quegli anni fu una decisione estremamente coraggiosa, poiché il mercato italiano non vedeva di buon occhio i vini biologici. Tuttavia, Massimo, senza perdersi d’animo, rimase fedele alle sue convinzioni, e decise di proporre i vini biologici de La Jara all’estero.
Nel 2004 La Jara ha imbottigliato la sua prima bottiglia di vino biologico.
Nel 2007 la cantina ottiene il suo primo riconoscimento: una medaglia d’oro assegnata al suo Prosecco DOC Millesimato Extra Dry.
Questo è stato l’inizio di un percorso ricco di successi.

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *