PR & Influencer

ESTATE 2020 IN CARINZIA: PORTE APERTE ALLA VACANZA IN SICUREZZA

È tornata la voglia di partire, di viaggiare e di scoprire nuove destinazioni, non solo alla ricerca di qualche giorno di relax, ma anche per tuffarsi in esperienze felici e rigeneranti, da custodire tra i ricordi. La Carinzia è pronta ad accogliere tutti i suoi ospiti in totale sicurezza non solo con strutture preparate a rispondere a ogni esigenza: nell’area del Wörthersee saranno eseguiti 300 tamponi giornalieri a rotazione sul personale impiegato nel settore turistico.
Chi conosce la regione austriaca sa che offre proposte diversificate, a partire dalle sue dolci montagne, fatte di lunghi e facili sentieri panoramici, che consentono il distanziamento sociale nelle camminate con la famiglia o con piccoli gruppi di amici. Da non dimenticare il divertimento che i 200 laghi della Carinzia sanno offrire, caratterizzati da acque calde (in moti casi persino potabili) fino a 28 gradi, del tutto paragonabili al mare dell’Adriatico. E per i nomadi delle vacanze, la Carinzia offre oltre 100 campeggi per un totale di 16.000 piazzole.
Attività diverse e adatte a tutti, natura, tradizione e calda accoglienza carinziana saranno gli ingredienti di un soggiorno indimenticabile, a pochi chilometri dall’Italia.

Hashtag suggeriti: #visit

ronti via! Ora si può finalmente tornare a viaggiare, a scoprire il mondo, anche quello vicino a casa, facilmente raggiungibile con poche ore di viaggio, vivendo un territorio con le dovute cautele e in massima sicurezza. E c’è una regione in Austria che risponde proprio a questa esigenza.

 

La Carinzia, la più meridionale regione austriaca confinante con il Friuli, è pronta ad accogliere tutti coloro che vorranno regalarsi giorni di svago e spensieratezza, in luoghi dove natura, tradizione e calda ospitalità locale renderanno il soggiorno davvero indimenticabile.

 

Testo alternativo

Un soggiorno che fa sentire a casa
Per garantire massima sicurezza agli ospiti, le autorità regionali hanno avviato una iniziativa che ha preso corpo dopo l’allentamento delle restrizioni degli spostamenti: con il Recovery Programme Carinzia 2020 è stata creata una apposita segnaletica, prevista in diverse lingue tra cui l’italiano, da apporre nelle reception delle strutture alberghiere e in tutti quei luoghi di accesso pubblico con indicate le giuste norme comportamentali da seguire, nel rispetto di ogni ospite. Nell’area turistica del Wörthersee, in particolare, il progetto si è spinto ben oltre: la zona è stata scelta come modello pilota dall’amministrazione governativa per il monitoraggio della sicurezza, prevedendo 300 tamponi giornalieri a rotazione su tutto il personale che lavora nel settore turistico.

 

La Carinzia è quindi pronta ad accogliere con piacere i propri ospiti e perché si sentano a loro agio, come fossero a casa, oltre alla imparagonabile e genuina ospitalità locale che non lascerà insoddisfatto alcun desiderio, ha attivato in tutte le strutture ricettive misure tali da garantire ambienti e servizi ancora più idonei ad accogliere i turisti. Dai gasthof familiari ai family hotel pensati per i nuclei familiari, fino agli hotel più moderni dove non manca l’attenzione per la tradizione.

 

All’incrocio di tre nazioni, Italia, Austria e Slovenia, oltre a un clima particolarmente mite e sempre soleggiato, vanta una fusione e un’unione di culture che la rende unica non solo per il suo bagaglio storico e culturale, ma anche per il folklore e la enogastronomia. Naturalmente, gli amanti della vacanza all’aria aperta potranno approfittare di uno degli oltre 100 campeggi della regione, per un totale di 16.000 piazzole. Qui ognuno trova il posto che fa per lui, sulla riva di un lago, ai piedi delle montagne o sulle romantiche sponde dei fiumi. Non solo tende, molti campeggi offrono soggiorni in comodi appartamenti, roulotte e case mobili ben arredate.

Testo alternativo

Una vacanza “montana” a contatto con la sola natura
Tanti sono i motivi per i quali sempre di più si opta per una vacanza in montagna. Non solo per il piacere di trovarsi immersi in ambienti montani dagli scenari impagabili, ma anche per godere del piacere del silenzio e della quiete, lontani dal sovraffollamento e dalla confusione. In Carinzia innumerevoli sono le proposte per gli amanti delle vette. I suoi monti dai pendii dolci e ricoperti da boschi ombreggiati, offrono sentieri adatti a diversi tipi di escursionisti, oltre che malghe pronte a rifocillare i trekkers con i loro prelibati piatti locali. Raggiunta la quota tramite comodi impianti di risalita, sicuri e ben preparati, ci si può cimentare in camminate solitarie, dove quello con la natura sarà l’unico contatto che si potrà avere.

 

Il fiore all’occhiello della proposta escursionistica è sicuramente l’Alpe-Adria-Trail, un trekking lungo ben 750 chilometri che dal Grossglockner, attraverso la Carinzia, la Slovenia e il Friuli, raggiunge il mare Adriatico. Per chi ama camminare ma cerca qualcosa di più soft, ideali le facili passeggiate lungo i suggestivi “Slow Trails” disegnati attorno ai laghi. Da non dimenticare poi il Parco Naturale del Monte Dobratsch, il Parco Nazionale Alti Tauri e il Parco della Biosfera dei Nockberge. Per gli animi più romantici, suggestiva sarà una camminata lungo Sentiero dell’Amore sul Millstätter See, mentre per i buongustai il Sentiero degli assaggi sull’Alpe Gerlitzen.

Testo alternativo
Al lago come al mare
La Carinzia è un territorio ricco di laghi: se ne contano oltre 200, tutti balneabili e purissimi, tanto che, incredibile ma vero, molti degli specchi d’acqua hanno acque potabili! Nonostante siano alpini, l’acqua durante la stagione estiva arriva a toccare temperature fino a 28 gradi, ideali per una nuotata rigenerante. Tra i più famosi e apprezzati si trovano i laghi Wörthersee, Millstätter See, Faaker See, Ossiacher See e Weissensee, lungo le sponde dei quali sono installati lidi balneari attrezzati di ogni comfort, che non li rendono assolutamente da meno alle spiagge marine. Tante le attività con le quali ci si può intrattenere durante il soggiorno: nuoto, barca a vela, windsurf, stand up paddling, immersioni subacquee, sci nautico, gite in battello, kayak e canoa. Ce n’è davvero per ogni gusto ed età.
Testo alternativo

Non mancano i pedali
Gli amanti della bicicletta possono pedalare lungo il nuovo “Gran Tour dei Laghi”, un itinerario che segue, alternandoli, le rive di dieci laghi carinziani e quelle dei fiumi Gail e Drava. Il Tour è perfettamente servito da una offerta di alloggi per ciclisti e dal servizio “Kärnten rent e-Bike” che prevede il ritiro e la riconsegna delle biciclette in qualsiasi punto noleggio della rete. Non mancano anche proposte per chi cerca discese adrenaliniche in mountain bike, come il flow-trail a Bad Kleinkirchheim, annoverato fra i più lunghi del mondo.

 

In Carinzia l’estate è sicuramente attiva, ma in totale sicurezza.

Per informazioni: www.carinzia.at

 

Carinzia
La regione della Carinzia è la parte più meridionale dell’Austria e confina con l’Italia attraverso la linea di frontiera condivisa con il Friuli Venezia Giulia. Un territorio esteso che offre ampie e variegate soluzioni turistiche tutto l’anno. Ideale per le vacanze delle famiglie grazie a una lunga tradizione di accoglienza, la Carinzia vanta un interessante patrimonio culturale e folkloristico. Ma è nella “vacanza attiva” che la regione si contraddistingue. Durante l’estate i numerosi laghi balneabili e con acqua potabile (con temperature fino i 28 gradi) diventano meta per gli amanti del campeggio e della vita all’aria aperta, dell’escursionismo e di numerosi sport acquatici come vela, windsurf e canoa. D’inverno sci e snowboard, ma anche sci di fondo, ciaspole, trekking, gite su slitte trainate dai cani, pattinaggio su ghiaccio e tanto altro. Imperdibili i mercatini di Natale. La Carinzia è composta da 14 destinazioni turistiche: il lago Wörthersee, Villach-Warmbad/Lago di Faak/Lago di Ossiach, Nassfeld-Hermagor-Presseger See/Weissensee/Lesachtal – Arena Naturale della Carinzia, Lago Millstätter See, Hohe Tauern – Parco Nazionale Alti Tauri; Klopeiner See – Carinzia del sud, Bad Kleinkirchheim, la Carinzia centrale, i Monti Nockberge, Lieser-Maltatal-La Valle per le famiglie, Katschberg-Rennweg, Carnica – la Valle Rosental, la Valle Lavanttal, e Klagenfurt, che è la città capoluogo della Regione con circa 90.000 abitanti. Per informazioni: www.carinzia.at

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *