PR & Influencer

Come scegliere il vostro nuovo lavabo

Quando si sceglie di acquistare un nuovo lavabo, è necessario prendere in considerazione diverse variabili, a partire da quelle strutturali che riguardano il posizionamento dei tubi. Al di là di questa valutazione, spesso vincolante, ciò che deve essere considerato è la funzionalità, lo spazio e la forma.

Un lavabo viene utilizzato quotidianamente e quindi deve essere comodo e pratico, utilizzabile e semplice da tenere pulito. Per quanto riguarda la forma, quelle moderne sono davvero vaste e in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi persona. Le forme vanno da quelle curve a quelle squadrate, a veri e propri capolavori di design asimmetrico.

Lo spazio è un’altra variabile davvero fondamentale da tenere in considerazione. Prima di acquistarne uno, dovrete tenere in considerazione le misure del vostro bagno. Esistono lavabi di diverse dimensioni che possono essere adattati a piccoli bagni o a stanze più grandi (se avete la fortuna di avere un bagno abbastanza grande).

La dimensione deve essere proporzionata allo spazio circostante. Un grande lavabo in un piccolo bagno e darà un senso di oppressione, ma al contrario, un piccolo lavabo in un grande spazio non sarà molto funzionale a livello estetico. Pertanto, è necessario un buon equilibrio nelle proporzioni.

I tipi di lavabo

Le tipologie di lavabo sono varie e si adattano a qualsiasi sia il vostro progetto, Il più classico modello è quello a colonna, in cui tutta la struttura è visibile. I lavabi sospesi sono molto più moderni ed esibiscono solo la parte che utilizzate, nascondendo il resto del mobile all’interno del muro.

Un’altra struttura di lavabo sempre più utilizzata è quella da incasso, che richiedono un mobile (spesso venduto assieme). Ultima tendenza in fatto di design sono i lavabo free standing che, come dice il nome, vengono posizionati in qualsiasi punto della stanza, non necessitando di stare attaccati alla parete. Sicuramente non sono adatti alle stanze particolarmente piccole. Osservate le varie strutture nei negozi specializzati come www.ceramicstore.eu, per scegliere quale sarà il lavabo che fa al caso vostro.

 

I materiali migliori da scegliere per il vostro nuovo lavabo

Il mercato offre diversi tipi di materiali con cui vengono prodotti i lavelli. A seconda delle vostre esigenze, un materiale può essere più adatto rispetto ad un altro. La ceramica è il materiale più usato perché è durevole, economico e richiede poca manutenzione. Ha però degli inconvenienti, poiché è difficile da trovare in forme attraenti e moderne, se siete alla ricerca di un lavabo innovativo e di alto design. La tendenza è quella di un’impronta classica.

Di solito viene utilizzato per soluzioni a libera installazione o per i lavelli standard. La resina è un materiale di grande valore. Con questo materiale infatti è possibile ottenere colori e forme intriganti e innovativi. Nei lavabi da appoggio la resina conferisce un ottimo aspetto e permette di giocare anche sulle asimmetrie geometriche.

Il prodotto in sé non è particolarmente costoso e la manutenzione richiesta non è eccessiva. Il marmo e pietra ad esempio sono materiali speciali che richiamano uno stile retrò. Il marmo soprattutto, dà un’impronta elegante al vostro bagno. La pietra, invece, viene utilizzata per lavabi rustici o moderni, soprattutto se abbinata a piastrelle dello stesso materiale. La pietra e il marmo possono conferire al bagno un aspetto particolarmente elegante e minimalista.

Il vetro invece conferisce esclusività, eleganza e valore al vostro lavabo. L’effetto ottico è incredibilmente essenziale, al punto che spesso l’oggetto non si vede nemmeno, lasciando emergere il mobile o il piano d’appoggio.

Un lavabo in vetro può essere particolare e pratico perché favorisce la luminosità dell’ambiente, avendo un risultato estetico di alto livello. La superficie è piuttosto delicata e quindi richiede prodotti specifici per preservarne la lucentezza e la trasparenza. L’utilizzo di un lavello in vetro riguarda principalmente i modelli da banco o da incasso, che creano un unico elemento con il piano del mobile.

Avatar
La scrittura è una malattia, che cura da vent’anni con tutto il giornalismo possibile: ha lavorato per due quotidiani, una televisione e mezza dozzina di riviste, guidato da direttore responsabile magazine e siti internet. Autore di un libro storico sul secondo dopoguerra e di un romanzo di narrativa, ama firmare reportage di viaggio ed è membro del Gruppo italiano stampa turistica. Si emoziona per un calice di Prosecco o per una alchimia di gusti nel piatto. Runner per passione, ha vissuto più maratone di quanto potesse sognare ma trova quiete solo correndo tra i monti e nelle note della moonlight sonata di Beethoven. Vive con Ketra, tre gatti e un cane zoppo. È il direttore di Storie di Eccellenza.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *